Il ritratto: Michela Lombardi

Di Chia - 26 febbraio 2011 11:02:15

Michela Lombardi

Michela Lombardi

Michela Lombardi è nata a Parma, ma vive a Fiorenzuola d’Arda dove ha aperto un negozio d’abbigliamento. E’ molto legata ai suoi genitori e a sua sorella Giulia. Ama viaggiare, divertirsi con le amiche, stare al telefono e svegliarsi tardi. Si definisce romantica, fantasiosa, molto impulsiva. In amore è piuttosto cauta, e quando decide di frequentare una persona è perché in lui ha visto la persona con cui intraprendere un percorso. Ha avuto storie molto lunghe. Predilige i mori, alti, sportivi, con lineamenti decisi. Ha sempre cercato un uomo brillante, con un carattere forte e dolce al tempo stesso, che sappia addomesticarla, che la sopporti e la ami per tutto il resto della vita.

Michela ha partecipato ad Uomini e Donne nel 2006 come tronista, affiancata da Carla Velli. Ha scelto Fernando Vitale, il quale le ha risposto di aver finto dal primo momento. Ha deciso di partecipare al programma perché ne andava pazza, non perdeva una puntata ed usciva da una storia che l’aveva segnata in modo particolare. Scrisse alla redazione per sfogarsi, più che per partecipare. Dopo un paio di giorni è stata chiamata e le è stato offerto il trono. Se tornasse indietro rifarebbe quell’esperienza ma con un altro spirito: si prenderebbe meno sul serio e vorrebbe divertirsi di più.

Alla fine della trasmissione ha conosciuto Giovanni Tortini, imprenditore della provincia di Parma.  Dopo l’esperienza della convivenza è arrivato anche il matrimonio, il 25 luglio 2009. A gennaio 2010 ci ha comunicato a di aspettare un bimbo:

“Sono felice di comunicare a voi e al blog di Uomini e donne che sono al sesto mese di gravidanza e che aspetto un maschietto che si chiamerà Matteo.”

La nascita di Matteo, il 3 aprile 2010, ha cambiato la sua vita:

“Si è trasformata… semplicemente in una vita più completa ancora… ogni giorno è un giorno speciale… e questo capita solo con un figlio… solo lui può annullare la stanchezza con un sorriso e una carezza… mi sveglio la mattina con lui di fianco… mi guarda e sorride come se fosse timido, stringendosi nelle spalle e socchiudendo gli occhi… beh… gioia più grande non esiste!”