Grande fratello 11: quest’anno nessun fenomeno Marin

Di Isa - 17 marzo 2011 14:03:53

Grande FratelloQuella ancora in corso è l’edizione più lunga di un reality show nel nostro paese. Alcuni dei volti protagonisti di questa edizione di Grande fratello ci accompagnano sin dalla metà di Ottobre eppure pare che nessuno dei protagonisti di questa edizione sia riuscito a far più di tanto breccia nel cuore del pubblico italiano.

Se andiamo a guardare i dati che fornisce il network più usato nel mondo, Facebook, ed analizziamo il numero di iscritti alla varie fans page ufficiali dei concorrenti di Grande Fratello 11 notiamo che il concorrente in gara più forte secondo il social network sarebbe Rosa Baiano che ha quasi 43 mila fans. Insieme a lei c’era anche Guendalina Tavassi che dopo l’eliminazione dal programma ha visto il numero di iscritti alla sua pagina lievitare fino a quota 51mila fans. Ma questi iscritti sono tanti? No, pochissimi se si considera che l’unico,vero, grande fenomeno generato dal Grande Fratello è stato Mauro Marin, vincitore della scorsa edizione del GF, che ancora oggi, a distanza di un anno dalla sua vittoria, conta oltre 400 mila iscritti alla sua fans page ufficiale.

Il fenomeno Marin sarà forse un fenomeno irripetibile sia per il Grande Fratello sia per tutti gli altri reality show italiani ma sostanzialmente,a prescindere dalla simpatia o antipatia che si possa provare per Mauro, si trattò dell’unica volta in cui a decidere l’andamento del programma fu davvero il pubblico. Lo scorso anno per sapere chi sarebbe stato eliminato nel corso del serale non si doveva stare attenti ai magheggi degli autori o ai loro montaggi delle strisce quotidiane per capire se volevano tutelare il personaggio X o Y ma bastava andare a leggere la fans page di Mauro per conoscere il nome del concorrente che i fans avrebbero eliminato a suon di televoti. Perchè 400 mila fans agguerriti erano difficili da manipolare anche per il potentissimo staff del Grande Fratello che invece quest’anno pare sguazzare nella sostanziale debolezza di tutti i concorrenti in gara per tenere le fila del programma e condizionare le preferenze del pubblico.