Povia: “Ho rifiutato sia L’isola dei famosi che La talpa, mi interessano solo i programmi seri”

Di Isa - 19 marzo 2011 13:03:23

Ballando con le stelle

In una lunga intervista rilasciata a Tvblog Povia, il cantante ultimo eliminato da Ballando con le stelle, parla della sua esperienza all’interno del programma di Rai 1 e confessa di avere rifiutato,in passato,gli invitia a partecipare sia a L’isola dei famosi che a La Talpa,programmi che Povia ritiene poco seri e da evitare.

A proposito dei suoi compagni d’avventura a Ballando con le stelle Povia spende parole di stima per Christian Panucci e Paolo Rossi e fa anche la sua previsione per la finale che,secondo il cantante, vedrà sicuramente come protagonisti Vittoria Belvedere, Kaspar Kapparoni e Sara Santostasi.

Dopo il salto potrete leggere tutta l’intervista tratta da Tvblog.

Quali sono le motivazioni che ti hanno spinto ad accettare questa esperienza?

Sono due anni che porto in giro uno spettacolo per l’Italia dove sul palcoscenico mi muovo anche e sono due anni che Milly mi chiede di partecipare a Ballando. Un anno però ero occupato con “Luca era Gay” e quello dopo con “La verità”, quest’anno era l’anno giusto. E’ l’anno giusto per far trasparire anche il lato più divertente e leggero di me. In realtà con tutti questi allenamenti “Ballando con le stelle” non è stato solo divertimento.

Non hai avuto davvero nessun timore a partecipare a “Ballando con le stelle”?

“Non vivo di regole. Pur essendo un cantautore che scrive “I bambini fanno oh”, “Luca era Gay” non trovo fuori luogo presentarmi anche come ballerino su Rai1. Fare ballando con le stelle non credo infranga qualche regola del buon cantautore. Mi gestisco da solo e faccio veramente quello che mi pare e a me andava di imparare balli degli anni 20, la salsa o il paso doble.”

Un invito per “L’Isola dei Famosi” l’avresti accettato?

“Non farei mai L’Isola dei Famosi, se non per 2 milioni di euro. In quel caso ci andrei per poi farmi buttar fuori dopo una puntata. L’ho rifiutata due volte come ho rifiutato La Talpa. Mi interessano programmi seri, altri programmi credo invece andrebbero evitati.”

Su queste basi, perchè hai accettato il ruolo da opinionista su Rai2 in “Solo per Amore” di Monica Setta?

“Quando mi chiamarono mi dissero che la trasmissione si sarebbe basata su storie vere di persone comuni ed io avrei dovuto stuzzicarli. La prima puntata effettivamente andò così ma dalla seconda, visti i bassi ascolti, venne tutto stravolto e la scaletta riempita di personaggi famosi. Intervenivo comunque spesso negli argomenti ma poi in fase di montaggio veniva tutto tagliato. A me così non piaceva ma ormai avevo firmato il contratto. In questo lavoro è difficile non sbagliare e lì ho sbagliato. Se tornassi indietro non la rifarei. Ho deciso quindi che le registrate non le farò più, solo dirette. Solo Porta a Porta perché Bruno Vespa non taglia niente.”

Quale è stata la sorpresa principale di “Ballando con le stelle”?

“Mi ha stupito la determinazione che ho trovato nella mia compagna di ballo, Nuria Santalucia, è la stessa che riconosco nel mio gruppo di lavoro quando ci prepariamo per la tournee. In lei mi riconosco perché ride e scherza ma quando c’è da impegnarsi, pur divertendosi, lo fa senza distrazioni. Mi sono totalmente affidato a lei in questa materia che non conosco totalmente, a differenza forse di qualche altro concorrente che secondo me ha qualche scheletro nell’armadio.”

Che rapporto si è creato tra voi concorrenti?

“E’ bello esser circondati da belle persone ma per me l’amicizia è un concetto molto profondo. Mi fanno ridere le battute di Christian Panucci, dietro le quinte non in trasmissione. Mi piace molto il carisma di Paolo Rossi che non si prende troppo sul serio. Con alcuni sono riuscito a legare di più con altri invece ci si saluta e basta. E’ un bel gruppo perché non c’è invidia, c’è competizione positiva.”

Chi secondo te si merita di andare avanti?

“Sicuramente Kaspar Capparoni, Vittoria Belvedere e Sara Santostasi sono proprio bravi. Loro o sono talmente tanto portati o forse hanno preso qualche lezione di ballo in passato. Loro per me sono già in finale.”

Ti è rimasto questo dubbio che qualcuno abbia esperienze precedenti…

“In realtà sì. Uno come Kaspar Capparoni può aver preso lezioni di ballo 20 anni fa, non sapendo che avrebbe fatto “Ballando con le stelle” nel 2011. Nel caso gli è comunque tornato utile anche se devo dire che lui è uno che veramente si impegna tanto.”

Ti sei sentito ingiustamente vittima dei voti della giuria?

“Con me sono stati sempre bassi e non ne ho ancora capito il motivo. Cercherò di scoprirlo sabato dallo studio.Non credo comunque abbiano grandi pregiudizi o votino per simpatia perché in tutte le edizioni non ha mai vinto alla fine il personaggio simpatico ma chi invece ballava meglio. Ballando inoltre ora non penalizza nessuno perché c’è sempre la possibilità di rimettersi in gara, a differenza delle prime edizioni. Alla quinta puntata ci sarà la possibilità di rientrare per i 4 già eliminati ma poi inizierà, da quanto mi hanno detto, un meccanismo che fino alla semifinale ci permetterà di rientrare in gara e essere una delle 5 coppie finaliste.”

Ballando a parte, quali progetti hai in cantiere?

“Pian piano mi sto organizzando per il tour che partirà a Maggio, abbiamo già 35 date fissate. Il giorno dopo Ballando partirò subito con il tour che si chiamerà “Scaccomatto” ed uscirò con un singolo prima dell’estate. Se mi verrà in mente un bel discorso da portare avanti potrei pensare a Sanremo ma per l’inverno vorrei in realtà dedicarmi ad un musical “Ballando con Povia”, dove con Nuria Santalucia e altre quattro coppie di professionisti proporrei i diversi balli appresi in queste settimane su una quindicina di mie canzoni rivisitate.”

FONTE: Tvblog