Pomeriggio 5, scontro tra Mora-Conversano atto secondo. Lele: ‘Giovanni non solo mi ha sottratto le carte di credito, ma pretendeva di essere pagato per gli eventi di beneficenza’

Di Chia - 28 marzo 2011 17:03:36

A Pomeriggio 5 prosegue la querelle nata lo scorso venerdì, quando Lele Mora ha chiamato in diretta per invitare Giovanni Conversano, ospite in studio, a non parlare più di lui (come invece aveva fatto anche nel celebre servizio de Le Iene), aggiungendo la grave accusa di avergli sottratto delle carte di credito quando era in agenzia da lui. Ecco quanto oggi ha aggiunto l’agente:

Giovanni ha insistito tanto per entrare nella mia agenzia, e alla fine ho accettato. Lui con me ha lavorato molto. Diceva che per lui ero come un papà, e mi son lasciato trasportare dalle cose carine che diceva nei miei confronti. Tramite dei biglietti per la sua fidanzata sarda, il figlio, la sorella, ho scoperto che mi aveva sottratto una carta di credito e aveva fatto degli acquisti in Puglia, la sua terra. So che non ero stato io a fare questi acquisti, so dove spendo e quanto spendo. Dopo questo episodio non l’ho più voluto vedere ne sentire, l’ho incrociato solo ad una puntata di Saturday Night Live, lui si è avvicinato ma gli ho detto che non avevamo più nulla da dirci. Ho sentito quello che ha detto nel servizio dalle Iene, lui ha detto che sono state loro a montare così, ma io gli ho detto che accanto a lui Pinocchio sembrerebbe l’ultimo dei bugiardi. Chi si comporta così con me diventa trasparente. Ho chiamato in diretta perchè Giovanni la deve smettere di dire falsità, io per lui ho fatto solo cose buone, e non mi avanza dei soldi.

Barbara D’Urso informa che, nonostante fosse stato invitato, Giovanni -su consiglio dal suo avvocato- non è presente oggi in studio, ma ha mandato un rwm dove ribadisce la sua posizione:

Mi sono trovato costretto a difendermi dagli attacchi del signor Mora, e ne risponderà in tribunale. Partecipare nuovamente alla trasmissione non farebbe altro che sminuire quanto detto da lui, riducendolo a mero chiacchiericcio. I toni non sarebbero stati consoni ad un programma pomeridiano, per questo invio questo videomessaggio. Un saluto al pubblico, che spero di rivedere in situazioni più piacevoli.

Lele aggiunge:

Se lui non avesse fatto i biglietti da Cagliari a Brindisi per la fidanzata, io forse non me ne sarei nemmeno accorto, perchè la carta di credito la uso molto. Dalle serate lui ha sempre preso tutti i suoi soldi, perchè è uno che vuole essere pagato prima. Lui ci tiene molto al suo pubblico, ma bisogna vedere quale pubblico ha. Io gli ho sempre detto che la beneficenza è sacra, mentre lui voleva sempre essere pagato.

E Claudio Di Napoli, presidente della Nazionale Vip di caldo, rincara la dose:

Alla partita del cuore ha preteso 2000 euro, altrimenti non entrava in campo. Questa ricevuta ne è una prova! Dopo la partita ci siamo ritrovati tutti in un locale, con gli altri personaggi, ed abbiamo trovato una locandina con tutte le nostre foto. Giovanni ha venduto al locale la nostra presenza, e durante questa cena si è fatto pagare altri soldi per fare la serata. Il proprietario del locale ci ha mostrato la ricevuta firmata, ha dato i soldi a Conversano. Lui è uscito dalla Nazionale perchè non l’ha voluto più nessuno. E’ vergognoso!

Sul finale di puntata interviene Giovanni in collegamento telefonico:

Il signor Di Napoli ha preso 15000 € per quella serata, io quella sera avevo una serata con Jennipher Rodriguez e Mora lo sapeva, ora cercano di scaricare le colpe su di me. Di Napoli lo conoscono tutti in giro, e sanno delle sue promesse non mantenute. Io ho testimoni che tu a Viareggio per una partita di beneficenza hai chiesto 30mila euro.

La D’Urso è basita per il messaggio negativo che sta arrivando a casa sugli eventi di beneficenza, Sabrina Negri non capisce come ci si ritrovi a parlare ora dopo due anni dai fatti, e il direttore Massimo Maffei sentenzia che -viste le accuse reciproche- forse sono un po’ tutti colpevoli..