Marco Mengoni in concerto unplugged a Roma: resoconto, foto e video

Di Isa - 20 giugno 2011 12:06:50

Ciau Isa, ti invio il resoconto di Rouuuuma!  : Arrivo a Roma per le 11.45, come al solito si sbaglia la fermata del pullman dove scendere ahahah Ma nessuno s’immaginava cosa ci aspettava: UNA LUNGA IMMENSA CAMMINATA! Se avessi girato tutto il lago di Como forse c’avrei messo di meno! Per le 16.30 finalmente capolinea: trovo la nostra Silvia all’ombra di un albero e ci salutiamo, ero leggermente sconvolta dalla camminata ahahahaMentre altre facevano la fila e altre giravano il parco e facevano le foto alle papere, io ero stesa a rana sul lenzuolo preso in prestito dal B&B e ho dormicchiato accarezzata dal venticello e avevo come sottofondo le prove di Marco!Concerto: Avevo i biglietti rossi ed entro dopo un bel po’ dato che mi sono messa in fila il più tardi possibile… Ero a metà ma con due salti felini ho raggiunto le mia amiche, si era aperto un varco naturale nemmeno fossi Mosè ahahaah Ero quindi in quarta fila… Sentivo i piedi abbandonarmi perciò mi sono appesa a una mia amica che era già debilitata di suo! All’entrata, dopo che controllavano il codice e ti mettevano un braccialetto, ti davano la busta della Lozza… UTILISSIMA per sventolarsi nell’attesa!Finalmente inizia.Per il riarrangiamento delle canzoni io ero contentissima, veramente superlativo. Ho capito quanto mi era veramente mancata la sua voce, tanto tanto… Non lo ascoltavo da tempo, nemmeno nell’mp3, e sentirlo poi dal vivo,nel pieno della forma… i miei occhi erano a forma di stellina: *_*. Ero felice, in pace, sorridevo e durante “No stress” e “Starlight” ho avuto lo stomaco in gola… Ero a bocca aperta e non potevo crederci… Brividi e occhi luci! Il pubblico era in silenzio ed era anche allibito, dopo la conclusione di No stress c’è stato un sincero boato di apprezzamento e Marco s’è illuminato, si vedeva che era veramente contento del feedback ricevuto dopo questa canzone “nuova”! Ho urlato come una dannata,dietro suo incitamento, Helter Skelter e Insieme a te sto bene. Durante la versione spagnola di INGQ c’è stato un bellissimo momento, di quelli veri che si ricordano… Quelli che vivono indipendentemente dal cantante,la mia amica piangeva emozionata e abbiamo assistito tutte abbracciate, lì c’eravano NOI, lui che cantava e per me bastava così! Ho cmq dei vuoti pazzeschi del concerto, a rivedere i video non ci credo di essere stata lì! Dov’ero?! Ho il ricordo di una sensazione piacevole! Parte il suo discorso in cui parla del nuovo lavoro, sembra veramente contento e soddisfatto di ciò che sta creando e le premesse date in questo concerto promettono molto bene! Ringrazia lui il pubblico, ma ha donato così tanto quella sera che non si può mai smettere di ringrazialo!(Tranne se avesse rifatto il bis di Fino a ieri, chiariamoci! ) Cavolo, è riuscito a stupirmi come il 6 maggio 2010,come la prima volta.Considerazione estetica : Vederlo riccio ha fatto uno strano effetto. Credo che il suo obiettivo sia quello di allontanarsi dall’immagine del figodapaura. Peccato per lui che sta benissimo cmq All’uscita ho rivisto Silvia, eravamo entrambe senza parole, stravolte… Cosa si può dire? Era vocalmente perfetto. Ha cantato i Muse.Ha cantato i Muse, si Starlight… Cos’altro si può dire?! Ps: Durante “Nessuno” ho pensato a te, non la cantava da tanto tempo!! Truth

Grazie mille a Truth per il suo resoconto. :shy Pur non essendo stata presente dai video ho colto molte di quelle emozioni che Truth ha descritto nel suo racconto. :emo14  Sicuramente a livello esclusivamente musicale la cosa che più mi ha colpita è stata la cover di No stress che nella versione proposta da Marco non ha nulla dell’originale se non le parole. Un esperimento creativo ottimamente riuscito, bellissimo l’arrangiamento ed originalissima l’interpretazione di Marco… insomma roba che ci fa sperare bene per il futuro:

:emo53

:chapeaux :chapeaux :chapeaux

Gli altri video e le foto cliccando sul ‘continua a leggere’. 😉

Altro pezzo che mi ha colpita particolarmente è stato Mad World. Si, ok, l’ha cantata cento volte ma questa volta è riuscito ancora una volta a superare se stesso proponendo l’ennesima versione nuova di questa bellissima canzone. Personalmente ho sviluppato una dipendenza dal pezzo che va dal min 2:32 fino alla fine. :bunny

(tutti i video sono trattai dal canale che potete visualizzare cliccando QUI )

:ave

Ed ecco la cover di Starlight dei Muse. Personalmente credo che su questo pezzo potesse fare meglio (a quanto pare lo stesso Marco non è stato molto soddisfatto della sua performance :sisi ) però il fatto stesso che scelga di coverizzare i Muse ( :bunny   :ave ) è per me motivo di grandissimo gaudio. :emo26 Se la strada che Marco vuole seguire per il futuro va in questo genere di direzioni io posso già stappare bottiglie e bottiglie di champagne! :emo18

Aggiungerei anche il video di ‘In un giorno qualunque’ con la piccola strofa in spagnolo dal momento che è venuta fuori un’interpretazione particolarmente intensa e piacevole. :emo14

E mò beccatevi anche alcune di queste bellissime immagini scattate alcune durante le prove,altre durante il concerto. :shy  Concordo con Truth sul fatto che non sappia più cosa fare per imbruttirsi, porello. :ride Ha tentato pure la strada mocho vileda in testa ma pare che risulti piacente anche in queste versione. :emo21

Marco Mengoni

Marco Mengoni

Marco Mengoni

Marco Mengoni

Marco Mengoni

Marco Mengoni

Marco Mengoni

(clicca sulle immagini per ingrandirle)