‘Grande Fratello’: l’opinione dei nostri utenti sulla puntata di ieri

Di Chia - 25 ottobre 2011 17:10:54

'Grande Fratello' l'opinione degli utenti

Titolo: Lasciate ogni speranza voi che guardate?

Buongiorno a tutti, sono Alice. Alice che dal paese delle meraviglie è precipitata nel paese senza meraviglie di quest’edizione (!?).

Cos’è successo? Siamo al Grande Fratello 12, 12 lunghi anni di meraviglie e adesso? Cos’è successo? Un’Alessia Marcuzzi senza voce e senza nulla che può succedere. Apprezzabile la scelta dell’abito del bianconiglio della porta accanto, ma avrebbe potuto osare decisamente di più in materia di stile. Un ingresso poco convincente nonostante l’ottima scelta della canzone ha fatto da contorno ad un inizio tanto atteso con tanto di conto alla rovescia.

Arriviamo ai concorrenti… I concorrenti… Ah si i concorrenti, qualcuno è già entrato nella casa.

Non condivido la scelta di comunicare ormai lì ad un passo dalla porta rossa la non partecipazione così com’è successo per Walter Novelli (?). E’ un gioco? No, non lo è. Oggi senza futuro o senza tante possibilità di immaginarselo il proprio futuro  è un’opportunità a tempo determinato, è come un biglietto vincente. Non vinci un futuro, vinci un’opportunità breve come un lampo anche se di vincente nella vita non hai visto molto. Il Grande Fratello non cambia la vita, ma il conto in banca sì. Per vincere le istruzioni sono molto semplici, game over quando questo diventa rosso. E non dire che non ti avevamo avvertito! E soprattutto non venire poi da Barbara D’Urso a rendere commovente la storia di un giovane ragazzo con depressione post-traumatica da Grande Fratello senza orientamento appena le luci della ribalta si spengono, “vincente” è un modo d’essere…. quindi…. in coro: e non dire che non ti avevamo avverito!

Andiamo avanti….

Passiamo oltre la simpaticissima Floriana Messina piena d’autostima davanti alla quale anche a Schopenhauer sono cadute le braccia precipitando nel pessimismo più assoluto solo alla terza pagina; passiamo oltre la ‘sola’ del principe indiano mostratosi invece un ragazzo umile e dedito al lavoro: non ho trovato avvincente l’idea di un’anticipazione fuorviante e soprattutto assolutamente fallita in una frettolosa e imbarazzante “rivelazione” del caro Kiran Maccali; passiamo oltre Claudia Letizia la bella mamma napoletana e le sue prosperità in bella vista in uno spettacolino di Burlesque…. il video di presentazione sarebbe bastato; passiamo oltre gli sguardi esterrefatti dei presenti sulla scollatura poco elegante della Caterina Siviero signorina “spirito libero”; passiamo oltre la forzatura di una storia toccante della ragazza salernitana Adriana Peluso che alla lettera della Nonna salutata qualche momento prima scoppia in un pianto disperato; e passando anche oltre Filippo Pongiluppi l’esaltato ed il suo ingresso bocciato dopo il primo secondo diciamo che non ci resta che piangere….

Ah no scusate, non ci resta che andare avanti.

Danilo Novelli, il barese dal passato difficile e accompagnato da una profonda fede credo sia stata l’unica nota positiva insieme ad Ilenia Pastorelli, la romana dalla battuta sempre pronta e dalla cultura d’altri tempi (erano più o meno gli anni ’30 quando Topolino segnò la storia). Luca Di Tolla, bell’ingresso. Discreto, e con un educato “permesso”. Sì perché quando la fortuna (?) ti apre le porte devi entrarci in punta di piedi. Valeria Molin Pradel, brillante studentessa di medicina dal quoziente intellettivo pari a  160….Convincente, per ora.

Un Alfonso Signorini annoiato, altri concorrenti per il momento rimasti all’ombra e storie poco “storie” hanno fatto da cornice.

Ma convinta che tutti in realtà hanno qualcosa da dire, ma semplicemente non tutti hanno da ascoltare…. Vi apriamo le nostre porte, intrattenetevi….noi staremo qui a parlare di voi o forse di noi se non vi darete da fare intrattenendo anche noi semplicemente nel fare ciò che è previsto da contratto: nulla. Pur consapevole che di vincenti ce ne sono stati pochi  o forse uno…. vincente come chi prima di varcare la porta rossa ha dato voce a quelle urla non di chi si sente già arrivato ma urla di riscatto, di entusiasmo per una vita che ogni tanto riserva anche una piccola parentesi nella tua semplice vita che non dimentichi mai. Questa è la vostra opportunità, e ricordate che vincente è chì senza una luce puntata addosso fa il giro del mondo senza perdersi mai….

A buon intenditore…. buona visione. Alice, senza meraviglie.