Antonio Jorio: “Sul trono noi vecchietti piacciamo più dei giovani”

Di Edicola - 17 settembre 2013 14:09:35

Visto

Antonio Jorio, ormai da anni presente nelle puntate del Trono Over, non perde l’indole da giornalista e inizia così l’intervista: “Perché non mi chiedi come mai sono andato a Uomini e donne a cercare l’amore?” e si dà anche la risposta: “Perché non credo che ci siano altri posti dove poterlo fare. Se però esiste, che qualcuno me lo dica, che io ci vado. Ci sono state delle donne che mi hanno fatto pensare di aver trovato l’amore, in particolare Barbara De Santi. E’ vero, vivevamo distanti, ma la vera ragione della fine della nostra storia è che abbiamo caratteri che non si incastrano. Ma le voglio comunque molto bene. Tra me e Elga Profili non è scattata la scintilla nonostante lei avesse tutte le qualità per farmi innamorare. Purtroppo non ho mai provato voglia di stare sempre con una persona e se si trovano dubbi non è amore. In questa edizione ci sono donne molto carine e spero mi abbiano notato. Io e Giuliano Giuliani ci siamo sentiti all’inizio del programma, ma poi mi sono resi conto che sfruttava la mia immagine per avere visibilità, e ora gli rispondo quando mi attacca ma mi fa molto ridere. Quando mi dicono di essere bello, io mi guardo allo specchio e mi chiedo perché. Non credo di essere vanitoso, anche se da quando in tv ci sono le sfilate curo molto la mia immagine. La trasmissione mi ha insegnato tanto, non solo sulle donne, ma anche della vita. Prima parlavo molto, ora misuro le parole, perché non so mai da quale interesse sono mosse le persone. Mio nipote mi ha chiesto come mai faccio piangere le donne e io gli ho detto che loro vorrebbero stare con me, mentre io no e che non bisogna credere alle lacrime femminili. Non ho fatto male a nessuna: quale donna vorrebbe stare con un uomo a cui non piace? Tutti mi chiedono se è programmato, ma non è così: la forza del programma sta nella sua spontaneità: anche con Maria De Filippi cerco di barcamenarmi, ma a volte c’è un cazziatone anche per me!”

Fonte: Visto