Michelle Hunziker: “Stipendio alle casalinghe!”

Di Edicola - 7 marzo 2014 11:03:45

top

La violenza sulle donne non è solo fisica, ma anche psicologica: una delle armi degli uomini è sapere che le donne non hanno indipendenza economica e perciò sono spesso impossibilitate a lasciare casa. Proprio partendo dal sondaggio di Telefono Rosa, secondo il quale un quinto delle vittime di violenze è disoccupata, la conduttrice Michelle Hunziker e l’avvocato Giulia Bongiorno hanno deciso di farsi portavoce di una battaglia che ha come obiettivo riconoscere alle donne disoccupate per svolgere il ruolo di casalinghe uno stipendio. Una sorta di rendita minima che attribuisca a questo prezioso mestiere lo stesso rango di altri e garantisca alla donna un piccolo salvagente economico da utilizzare in caso di reale pericolo. Le due donne si faranno promotrici di una proposta di legge che sarà presentata al Governo Renzi. “Bisogna rendere indipendenti le donne, risolvere i problemi dell’asilo nido, dare aiuto alle donne che scelgono il part-time, consentire il cognome delle madri ai figli, tutelare i diritti delle madri single” sostiene la Bongiorno. E la Hunziker le fa eco: “Ora vogliamo prevenire la violenza: più si valorizza la donna, più si abbassa la discriminazione”. “Se mio marito diventasse un uomo violento, farei fatica ad andarmene di casa, perché non sono economicamente indipendente” dice una casalinga intervistata. “Fare la casalinga è diventato un lavoro come tutti gli altri; in Italia ce ne sono 5 milioni e darci uno stipendio sarebbe il modo giusto per far capire agli uomini quanto sia importante la nostra attività”.

Fonte: Top