Marco Fantini: “La mia ragazza ideale deve essere come mia madre” e Luca Viganò: “Vorrei dei figli, ma il matrimonio no!”

Di Edicola - 25 marzo 2014 14:03:47

Vero

Fino al mese scorso Marco Fantini corteggiava Anna Munafò, ma ora è lui ad essere corteggiato sul trono di Uomini e donne: “Non ero innamorato di lei, tenevo a lei e speravo che il nostro rapporto si potesse evolvere fuori dallo studio. Nella vita ho sempre aspettato che fosse la donna ad avvicinarsi. Dopodiché, nel momento in cui mi rendevo conto che m’interessava, entravo in azione. La mia donna ideale è mia madre: si chiama Elena e la donna al mio fianco dovrà essere alla sua altezza. Non è che sono mammone, è che finora ho trascorso la maggior parte della mia vita con lei, visto che mio padre era spesso via per lavoro, e con lei ho un rapporto speciale. Lavoro come cameriere, per il futuro mai dire mai, ma resto coi piedi per terra. Vorrei costruire una bella famiglia. L’idea del matrimonio, invece, mi frena, forse perché ultimamente, in giro ne vedo di cotte e di crude” dice lui.
Il suo collega Luca Viganò, invece, racconta: “Seguivo poco il programma, è nato tutto da un’e-mail inviata da un mio amico. Ho provato una sensazione strana, quella di una persona che all’improvviso, si lascia travolgere da un vortice di emozioni. Non ho un prototipo di donna, ogni volta può esserci un fattore diverso che può rivelarsi decisivo. Lavoro come rappresentante di caffè da 11 anni e sono molto contento. La sera lavoro nel mio bar: il mio detto è “il lavoro nobilita l’uomo”. Non spero di lavorare nel mondo dello spettacolo, nella vita bisogna studiare per fare ciò che si vuole fare. Io un lavoro già ce l’ho e sono anche vecchiotto per la tv! Quando mi innamoro, mi lascio andare. Mi piacerebbe avere figli; discorso a parte per il matrimonio: credo nelle unioni solide, ma non vedo la necessità di proclamare il mio amore per una donna davanti a qualcuno”.

Fonte: Vero