Tommaso Scala dixit, Tina Cipollari respondit

Trono blu

Tommaso Scala: ‘Prima di iniziare, Marì, perché per me è na cosa… posso dare n’attimo un pensiero a qualcuno qui… (e rivolgendosi all’assistente di studio) Ndo stanno?  Di qua? Vengo con te? Ho portato un pensiero a Gianni, Tina, a te Maria…’

Maria De Filippi: ‘Hai capito Tina? Ti è andata bene..’

Gianni Sperti: ‘Tina, speriamo sia da mangiare per te..’

Tina Cipollari: ‘E speriamo, a quest’ora…’

(…)

Tommaso Scala: ‘Maria, questo è il mio cappello fortunato, ce l’ho da qualche anno, sta sempre insieme a me, non va mai via pure d’estate… lo volevo regalare al pubblico che mi ha sostenuto per tutti questi mesi. Però è uno, eh, vi arrangiate. Magari te lo do a te, Maria, poi lo butti tu.. (e passando la targa a Tina Cipollari) Questo è per lei, signora..’

Tina Cipollari: ‘Cos’è, un diploma? Una targa.. Uh, che bello! Devo leggere, ovviamente.. “A Tina, ineguagliabile consigliera che mi ha sostenuto, guidato e protetto –sembro la Madonna così!– protetto durante il mio percorso. Ma soprattutto alla persona sincera, vera –vero!– e sensibile che spesso dietro alla sua durezza nasconde un grande cuore. Con immensa stima, Tommaso!“. Grazie tesoro! Beh, ho un po’ sdrammatizzato ma mi sono emozionata..’

(Tommaso bacia Tina, poi porge la targa anche a Gianni)

Gianni Sperti: ‘Vado? Sì! “A Gianni che nei momenti opportuni è riuscito sempre a farmi riflettere non rischiando così di rimanere erroneamente fermo su ciò che stessi pensando. Grazie di tutto, Tommaso“..’

Maria De Filippi: ‘Tina, meglio il tuo, eh?’

Tina Cipollari: ‘Sì, devo dire di sì! (…) Maria, scusa, posso tenerla sempre qui vicino a me la targa, per farla leggere a tutti quando entrano… quando qualcuno m’insulta io mostro la targa! (…) Grazie, Tommaso, mi hai fatto un regalone, la terrò sempre con me!’