Antonella Clerici sconvolta: il cardinale Bagnasco la condanna!

Gente

Il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente dei vescovi italiani, durante l’omelia della messa di Pasqua si è scagliato contro lo “spettacolo che vede protagonisti giovani e ragazzi”. Il discorso è stato pronunciato il sabato sera del 19 aprile, quando in onda, contemporaneamente, c’era l’ultima puntata di Ti lascio una canzone di Antonella Clerici, a cui andava il riferimento. Il cardinale ha fatto anche riferimento al “giorno in cui il giudizio di Dio sarà severo su coloro che inducono e speculano sui ragazzi per arricchirsi”. Quest’accusa si aggiunge a quelle passate di agevolare i sogni di celebrità che i genitori hanno per i propri figli, dalle quali, però, la Clerici si era difesa: “Se il bimbo è sotto stress non lo prendiamo. Abbiamo anche escluso un ragazzo che voleva essere troppo protagonista” ha dichiarato lei, ma non le è bastato nemmeno per prendere i consensi degli storici colleghi. Cino Tortorella, il mitico Mago Zurlì del passato, ha infatti dichiarato: “Hanno spettacolarizzato i bimbi che interpretano canzoni non adatte alla loro età. In Rai non è tollerabile”. E quando la piccola Caterina scoppiò a piangere per un giudizio troppo critico del cantante Pupo, la bionda conduttrice si difese: “Non sono un mostro. Anch’io sono mamma, non si può mettere in discussione la mia serietà e la mia professionalità. Difendo i miei bimbi, me li coccolo. Dico loro “E’ uno spettacolo, divertiamoci”. Ma stavolta, preferisce non rispondere…

Fonte: Gente