‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata di oggi del Trono over

Di Isa - 29 gennaio 2015 19:01:25

Trono over

Ragazzi, sul mio tavolo c’è un pacchetto di Merit. Shhhhhh non lo ripetete, non lo dite a voce alta. La CIA potrebbe aver messo delle telecamere per monitorarmi, potrebbero arrestarmi, è illegale, potrebbero considerarmi una spacciatrice di sigarette, una che uccide la gente! Finirò in prigione!

No, dico,ma siamo seri? Ma davvero le mie orecchie oggi hanno sentito Elga Profili paragonare Carmelo, che lavora nel commercio di sigarette, ad una sorta di narcotrafficante o a un trafficante d’armi? Un uomo con dei bimbi piccoli? In diretta su un programma seguito da tre milioni di persone? Ma davvero? Ora, che fumare non faccia bene lo sappiamo tutti (ma una sigaretta ogni tanto non uccide nessuno, fanno molto più male i gas che respiriamo ogni giorno nelle nostre città iper inquinate), così come sappiamo tutti che nemmeno bere più del dovuto fa bene, che mangiare più del dovuto non fa bene, che fare un’altra miriade di cose può avere delle ripercussioni sulla salute. E quindi? Che si fa? Consideriamo degli pseudo omicidi tutti i proprietari di bar e pub che riempiono il bicchiere anche a persone che sono dipendenti? Consideriamo pseudo omicidi per via indiretta anche tutti coloro che possiedono un tabacchino e che quindi partecipano alla vendita delle sigarette? A me sembra follia, follia pura.

Ognuno ha propria etica, questo è chiaro, e se Elga ha questo suo pensiero posso anche accettarlo (pur non condividendolo), ma prima di dire certe cose in tv, prima di appellare in determinate maniere una persona bisogna per forza contare non fino a dieci ma fino a cento, anzi fino a mille. L’ho trovata davvero, ma davvero pessima.

E visto che la puntata di domani non toccherà a me commentarla approfitto per anticipare che arrivati a questo punto sono ben felice che la Profili abbia lasciato il programma. All’inizio era una personaggio forte, un personaggio che con pregi e difetti scatenava comunque dibattito e creava spunti di discussione. In certi periodi l’ho pure amata. Quest’anno è stata completamente trasparente, nessuna storia di rilievo, nessuna dinamica interessante intorno a lei. Sembra proprio che, come ha detto Gianni Sperti (e sappiate che rifarmi alle parole di Gianni è così doloroso che per la depressione mi sto fumando una intera stecca di sigarette), ormai il suo unico scopo nello stare lì sia quello di acquisire credibilità per promuovere questi corsi di public speaking (o come diamine si chiamano). Insomma utilità ai fini del programma pari a zero per cui ciao Elga, è stato bello finché è durato. Adieu.

E in tutta sincerità mi auguro fortemente che questa bella epurazione che ha preso il via da qualche tempo a questa parte possa proseguire coinvolgendo anche Franco Garna. Capisco sia utile al fine di far sclerare la De Santi (e gli scleri della De Santi, che lei piaccia o meno, sono una delle poche cose vagamente divertenti rimaste nel Trono over) ma a parte quello lui è un altro che pari pari a Guido Soldati ha preso Uomini e Donne per una casa d’appuntamenti. Esce con chiunque, si slinguazza chiunque, “fa altro” con chiunque, frequenta le donne quattro alla volta incartandosi lui stesso tra le scuse che rifila all’una e all’altra. Io lo trovo assolutamente sgradevole. E sgradevoli insieme a lui tutte le varie squinzie di turno che pur di accaparrarselo (perché a quanto pare Franco è un must della moda autunno/inverno di Uomini e Donne 2014/2015) si accontentano di essere la tacca numero 3597 sopra il suo letto. Poi quella Barbara P., oh Signore mio, ma da dove è uscita? Fa le chiamate hot col Baiocchi, si dichiara perseguitata da Carmelo, si dice quasi scocciata da tutte queste attenzioni maschili manco fosse Kate Moss che rifugge i fan impazziti e alla domanda su quali siano le sue intenzioni con Franco lascia praticamente intuire che l’importante è divertirsi. A parte che già a 50 anni andare in giro con quel parruccone ossigenato e le gonnelline scopri-mutande è triste di per sé, ma poi la povertà di contenuti è così enorme che ogni volta che apre bocca io davvero navigo in un mare di desolazione.

A quel punto Cettina, alias Cleopatra versione mummificata, con il suo vivere ‘di istinti e di istanti‘ (O.o) finisce quasi per sembrarmi un’oasi dei bellezza ed eleganza.

P.s. Sì, ho omesso la parte iniziale sulle vicende sentimentali del Puffo golosone, ve la riassumo così -> DU PALLE.

Video della puntata: Puntata interaIn piena salute Reciproca antipatiaUna questione anagraficaSabino e Loredana: se…Una fumosa questione I parteUna fumosa questione II parte La fumosa questione III parteChe regale scambio di ideeRenato si presentaGli spasimanti di Barbara P.