‘L’Isola dei Famosi 10′: l’opinione di Chia sulla sesta puntata

Di Chia - 10 marzo 2015 12:03:18

L'Isola dei Famosi 10

La mia faccia nell’apprendere che l’eliminato de L’Isola dei Famosi di questa settimana -con ben il 63% dei televoti, tra l’altro- era Rocco Siffredi è stata uguale uguale a quella del pornoattore, giuro. E chi se lo aspettava che Mister Ruffianello, quello tanto paraculo quanto fisicamente dotato (e spero di essere stata eloquente..), così tanto celebrato sia in studio che da casa nemmeno fosse il vincitore di un Nobel, avrebbe perso contro il molto meno noto Andrea Montovoli.. eppure è accaduto. Ed io ho goduto.

Che puntata straordinaria, quella di ieri sera: Rocco eliminato e spedito in solitaria nella nuova Playa Desnuda (e per una volta ringrazio Cenci di aver staccato il collegamento in tempo, risparmiandoci così la visione dello striptease in diretta con tanto di pennellone in primo piano di quel tizio all’ultima spiaggia in tutti i sensi.. Che poi non so di che strani problemi soffrono in quello studio, ma io certi boati euforici li riserverei a quei rari momenti in cui Alessia Marcuzzi imbrocca un collegamento, per dire..), Rachida Karrati che ha fatto la stessa fine dell’amichetto suo (nudità esclusa), il mio eroe Brice Martinet che riunitosi al gruppo ne è subito diventato leader ed infine Alex Belli in nomination non appena è stato privato della solita immunità.. what else?, direbbe Clooney.

Io devo fare coming out: Rachida, che non avendo mai visto Masterchef in vita mia inizialmente mi strappava spesso e volentieri un sorriso per quel suo essere immancabilmente sconnessa dal resto del mondo e di conseguenza inevitabilmente comica, mi era ormai diventata insopportabile, completamente e assolutamente. Aggressiva e saccente, non solo non capiva mai una mazza di quello che le veniva detto ma con presunzione metteva becco su tutto, in un’escalation di maschilismo da far rabbrividire la De Filippi, quasi. Ha passato tutta la settimana ad inveire contro Cecilia Rodriguez, rea di non essersi fatta per nulla intimidire dalle dinamiche esistenti su Playa Uva già prima del suo arrivo, di aver difeso una eccessivamente bersagliata (e non solo dai mosquito) Cristina Buccino e di avere osato candidarsi come possibile cuoca, ma l’apice l’ha raggiunto quando è riuscita ad aggredire le Donatella che in un loro classico moto d’altruismo si stavano candidando a trascorrere il week end con Brice a Playa Desnuda pur di far vincere al gruppo un lauto pasto. Questo è stato proprio il top. E mentre chiunque di noi al posto loro l’avrebbe impiccata col Boa Rosa all’albero più vicino, le due tenerelle sono pure scoppiate in lacrime mentre cercavano di calmarla e spiegarsi meglio visto che evidentemente non erano state comprese.

Fossi stata in Leila, invece di consigliare a mamma Rachida di non umiliarSi spogliandosi a Playa Desnuda, l’avrei implorata di non umiliarMi aprendo bocca, così per dire. Come ha detto bene Alfonso Signorini, avere avuto una vita difficile non giustifica di certo la maleducazione, e la Karrati -ailei- solo questo lato di sé ha mostrato. Sei settimane passate ad auto eleggersi mamma del gruppo quando la mia, di mamma, mai si permetterebbe di dare della trans in senso dispregiativo ad una ragazza che potrebbe essere sua figlia, o di redarguire chi fin dall’inizio dell’avventura ha dato l’anima in modo genuino, altruista e poco calcolatore come han fatto Giulia e Silvia.

Gli unici esenti dai suoi sbotti sono stati, guarda caso, Rocco ed Alex Belli.. Ebbene sì, persino riguardo allo spinoso affaire Buccino Rachida è riuscita a dare tutte le ragioni all’attore di CentoVetrine, povero piccolo ingenuo circuito dalla spietata mangiauomini, addossando ogni colpa alla showgirl, quando qualsiasi persona dotata di senno avrebbe se proprio puntato il dito su di lui, perché lui è quello sposato ed è solo lui a dover portare rispetto alla moglie mantenendo le distanze con le altre donne.. E se fossi in Katarina Raniakova ci penserei due volte prima di ridacchiare soddisfatta, che non c’è roba più triste di una moglie che se la prende con la presunta amante pur di non perdere il presunto fedifrago.. ma contenta lei di calarsi nei comodi panni di un cervo a primavera, contenti tutti insomma.

Rocco ed Alex erano gli unici che avrebbero potuto far ragionare Rachida, farle capire che stava sbagliando atteggiamento, che non era opportuno eccedere non solo nei toni ma anche nei termini con delle ragazze così giovani.. e invece nulla, strategicamente non hanno preso posizione. Ma chi di strategia ferisce, di strategia perisce belli miei, e ieri sera lo abbiamo visto chiaramente..

E’ vero che la Karrati a fine puntata, prima di abbandonare definitivamente il reality, si è scusata, ma farlo solo dopo avere sentito i fischi in studio è troppo comoda, ed io delle scuse di chi sbaglia in modo reiterato non so mai che farmene del resto.

Ora non mi resta che confidare nel meraviglioso Valerio Scanu per asfaltare completamente Belli impedendogli l’accesso all’agognata finale, e confidare nella parte di pubblico non affetta da grave forma di ninfomania per evitare la prevedibile santificazione del Desnudo Siffredi. Perché se c’è qualcuno che merita la vittoria, beh, è qualcuno degli altri sicuramente. Io sono #TeamScanu fin dal principio, ma Brice e Cecilia sono stati una meravigliosa sorpresa, Andrea e la sua sopportazione stoica di questo triumvirato di spaccaballe meritano di arrivare in fondo, per non parlare delle Donatella che non si sono mai risparmiate in nulla. E guardate, vi dirò, persino la Buccino mi risulta più sincera e gradevole di Alex e Rocco. Quindi sogno il cappottone, implacabile e devastante.

E poi niente, mentre noi chiacchieriamo la povera Rachida sta tornando a casa.. Ma, ora che ci penso.. fermi tutti: casa inteso Bergamo? Bergamo intesa la mia Bergamo? Chiedo asilo politico a Fuerteventura, subito!