Antonio Jorio dixit

Trono over

Antonio Jorio dopo cinque anni di permanenza nel Trono over di Uomini e Donne annuncia così la decisione di abbandonare la trasmissione: ‘Maria, poi ce l’avrò.. ce l’avrò un secondo, io?’

Maria De Filippi: ‘Sì!’

Antonio Jorio: ‘Allora aspetto che tu mi dai quel secondo perché vorrei dire quello che ho da dire, se non ti dispiace..’

Maria De Filippi: ‘Se vuoi anche adesso, Antonio..’

Antonio Jorio: ‘Lo posso dire adesso? Ecco, io è un po’ di tempo che pensavo di lasciare con molto rammarico la trasmissione.. Purtroppo, Maria, ho dei problemi personali da risolvere che non mi permettono più di essere qui. Così, siccome sono.. E’ da tanto che lo dicevo, così diamo anche una risposta che io non rimango qui come i politici per la sediolina. Purtroppo me ne devo andare, perciò ti saluto Maria, e soprattutto.. e soprattutto Maria ti ringrazio, ti ringrazio Maria che m’hai sopportato per cinque anni, grazie Maria! Grazie.. Mi mancherai, Maria, mi mancherai! Mi mancherai.. Maria, volevo salutare.. prima di andare via vorrei salutare il pubblico a casa e vorrei citare una parola che mi disse una signora qualche mese fa, un anno fa. Dice “Tu oramai sei diventato uno della famiglia, come tutti voi, perché alle tre meno un quarto quando accendiamo il televisore noi siamo ancora a tavola, e oramai dopo tanti anni anche voi” -non ce l’aveva solo con me, ce l’aveva con te soprattutto (indicando Maria De Filippi, ndr), con lei (indicando Tina Cipollari, ndr)- “siete diventati.. sedete a tavola con noi, come se foste di famiglia!“.. Ecco, vorrei salutare il pubblico così. Saluto tutti gli uomini, saluto tutti gli uomini, e.. non voglio salutare nessuno in particolare, saluto tutte le donne.. Maria te ringrazio, eh, te ringrazio! Vado via prima che me viene da piangere, perché dopo cinque anni che conosco anche i muri, qui, conosco tutte le persone, se ci sono anche rapporti di bene, di amicizia, di cose.. mi dispiace veramente. Se un giorno li risolvessi, Maria, e tu mi volessi sempre chiamare, io ci sono! [..] Grazie a tutti, grazie!’