‘Centovetrine’ chiude e gli attori protestano: “Siamo pronti a incatenarci davanti agli studi di Canale 5!”

Di Edicola - 28 marzo 2015 09:03:27

Nuovo

E’ di qualche giorno fa la notizia ufficiale della fiction CentoVetrine, che fino a poco fa andava in onda su Canale 5 proprio prima di Uomini e Donne: la seconda soap opera italiana più longeva (dopo Un posto al sole) era giunta alla 16esima edizione, ma per ora non si sa nemmeno se le altre 60 puntate già registrate andranno in onda (QUI l’articolo in cui ve ne avevamo parlato). “All’inizio pensavo fosse una mossa pubblicitaria, magari per catturare l’attenzione del pubblico. Spero che Mediaset abbia la decenza di trasmettere gli episodi in sospeso. Lasciare i telespettatori con un finale aperto è una mancanza di rispetto per tutti” confessa Cristina Moglia, new entry dell’ultima serie, prima di lanciare un appello: “Propongo di manifestare tutti insieme per spronare i vertici a rivedere le loro posizioni, riportando in onda le puntate in sospeso e realizzando gli episodi conclusivi della soap. Potremmo incatenarci davanti agli studi, oppure realizzare un video su Youtube!“. L’attrice Daniela Fazzolari, che in passato ha interpretato Anita Ferri, invece, si è ritrovata disoccupata proprio ora che è in dolce attesa: “Sarei tornata da settembre con un ruolo fisso. Sono davvero amareggiata perché questa chiusura avrà ripercussioni anche su commercianti, ristoratori e albergatori della zona dove veniva girato CentoVetrine”. Parole di malinconia anche da parte di Roberto Alpi, che ha prestato il suo volto a Ettore Ferri: “Tutte le cose finiscono, il problema è come. Questa è finita male: interrompere la messa in onda a metà, senza una degna conclusione, è un insulto in primo piano al pubblico. Tanti mi fermano per strada per chiedermi come finiranno le storie e restano delusi quando scoprono che non lo sappiamo nemmeno noi. All’inizio giravamo molto all’esterno e giravamo le scene più volte. Nelle ultime stagioni, a causa dei tagli al budget, abbiamo assistito prima alla riduzione, poi alla scomparsa delle esterne. Inoltre c’era sempre più fretta di approvare le scene e negli ultimi tempi, addirittura il pranzo era a nostre spese! Tuttavia, CentoVetrine rimarrà sempre nel mio cuore. Il set era una sorta di piccola comunità con più di 250 persone e in 15 anni ho visto nascere e morire molte storie d’amore tra colleghi“. A confermare il fatto che il set possa essere galeotto, parla Marianna De Miceli, che interpretava Carol Grimani: “Ricordo come se fosse ieri il primo bacio tra me e il cameraman Francesco Pagano. Da allora, per cinque anni, siamo stati inseparabili. Avevamo anche affittato casa insieme in un paesino vicino al set, poi la storia è finita“. Tutt’altro clima quello respirato da Emanuela Tittocchia. L’interprete di Carmen Rigoni è infatti arrabbiatissima: “Nell’ultima stagione non si lavorava bene, tra musi lunghi e nervosismi. Il giorno del mio compleanno è stato terribile. Avevo suggerito un movimento diverso in una scena e mi hanno risposto che avevano altro a cui pensare. Ci sono rimasta così male da non riuscire a trattenere le lacrime“. E la situazione è confermata da Barbara Clara, alias Viola Castelli: “E’ inutile negarlo. L’incertezza legata al futuro aveva creato in tutti ansia e insoddisfazioni. Non ho assistito al battibecco di Emanuela, ma mi beccai lo stesso il suo sfogo” conclude lei.

Fonte: Nuovo