Carlos Serrano, alias Fernando de ‘Il Segreto’: “In tv sono così cattivo che per strada la gente si ferma e mi insulta!”

Di Edicola - 8 aprile 2015 17:04:43

Nuovo

‘Tale padre, tale figlio’ recita un vecchio detto. E pare sia valido anche per i personaggi de Il Segreto Olmo e Fernando Mesia. Quest’ultimo, infatti, è spietato quanto suo padre e non si fa scrupoli a far soffrire sua moglie Maria. Nella realtà, Fernando è Carlos Serrano, un ragazzo prodigio che a 18 anni si era già diplomato alla Real Escuela Superior de Arte Dramatico di Madrid e lui e l’attrice che interpreta Maria, Loreto Mauleon, sono davvero innamorati. Quando gli si chiede la differenza tra quello che è Carlos e Fernando, lui risponde: “Fernando è un personaggio assai complesso. Da ragazzino ha sofferto per colpa del padre e la cosa ha scatenato in lui un atteggiamento ossessivo e irrazionale nei confronti di tutte le donne e in particolare verso Maria. Io, invece, non sarei mai stato tanto dietro una ragazza che non mi ama, anche se per natura sono passionale. La mia donna ideale, infatti, è razionale e quindi diversa da me, mi compensa“. Il Segreto è stato senza dubbio la sua grande occasione. Quando gli si chiede se gli manca il set della soap, l’attore spagnolo risponde: “Solo dopo la messa in onda della serie mi sono reso conto della forza del mio personaggio. L’ho capito dagli insulti che mi rivolge la gente per strada, pensando di avere davanti Fernando in carne e ossa! Ormai ho lasciato il set, ma lo ritengo un personaggio fantastico. Quello che ho apprezzato di più è stata la fase in cui la sua malvagità viene fuori attraverso le cospirazioni: mi sono ispirato a Iago nell’Otello e al Riccardo III di Shakespeare. Un po’ mi manca quel set: ci ho lavorato per 400 puntate, 12 ore al giorno e i colleghi sono diventati una seconda famiglia. Ricordo ancora le scene del matrimonio con Maria: sono state lunghe e complicate, ma ci siamo divertiti molto! Ho riso molto perché simulavo una rivalità con padre Gonzalo, ma in realtà io e Jordi Coll siamo molto amici! Ora però mi sto dedicando alla mia prima grande passione, il teatro. E’ lì che si manifesta la parte più creativa del lavoro che ho scelto. Amo il contatto col pubblico, è eccitante per un attore avere qualcuno seduto in platea senza un particolare interesse che poi, a spettacolo terminato, se ne va soddisfatto“. Infine, ripercorrendo la sua carriera, Carlos parla anche di sogni e progetti futuri: “Ho iniziato ad Alicante, la mia città, a soli 15 anni, ma volevo fare di più e a Madrid ho centrato il mio obiettivo. La tv dà una popolarità incredibile, ma ora spero di fare un grande film per il cinema perché mi farebbe crescere come attore e come persona. Ho due sogni nel cassetto: quello lavorativo è girare un film con Martin Scorsese. L’altro è trasferirmi in un posto di mare, come Barcellona o la mia Alicante!“.

Fonte: Nuovo