Lory Del Santo contro Cristiano Malgioglio: “I miei attori sarebbero ‘cani’? Cerca di rispettare chi lavora!”

Nuovo

La vincitrice dell’Isola dei famosi 3 Lory Del Santo è adesso anche ospite fissa di Grand Hotel, il programma del venerdì sera di Piero Chiambretti. Autrice, regista e produttrice del film The lady – L’amore sconosciuto, ha difeso a spada tratta il suo prodotto, che è stato attaccato durante il programma dal “collega” naufrago Cristiano Malgioglio. “Lory è molto coraggiosa, gli attori sono dei cani terribili” ha tuonato critico lui, che però ha rispecchiato il pensiero di molti spettatori, che hanno fortemente criticato i video su Youtube. Ma Lory specifica: “La prima volta, Malgioglio ha attaccato il mio lavoro senza conoscerlo e lo ha ammesso. Quando sono tornata la seconda volta, ha detto di aver visto il mio film e ha rincarato la dose. Sinceramente penso che lui parli per partito preso e che ormai si sia impuntato su questa sfida. Mi spiace per Cristiano perché perderà: gli attori sono molto bravi. Quasi tutti erano alla prima esperienza e io li ho trovati giusti nella parte. Ci vuole un minimo di rispetto per il lavoro svolto, per un’opera prima, per giunta realizzata senza un soldo“. Il cast, che include anche l’ex tronista Costantino Vitagliano, la showgirl Natalia Bush e l’ex gieffina Guendalina Canessa, non è rimasto indifferente alle critiche di Malgioglio: “Le critiche sono all’ordine del giorno per chi lavora in tv e chi non si mette in gioco ovviamente non può esserne oggetto. Forse voleva farci un complimento: oggi i cani sono considerati più delle persone, quindi speriamo di essere protetti come loro!” ha commentato l’ex tronista. “Malgioglio è un provocatore, ma è troppo facile criticare chi viene dai reality popolari. E poi c’è modo e modo: a me non piace la cattiveria gratuita, siamo persone e non può dirci di tutto” commenta invece la gieffina. Inoltre, la Del Santo non si ferma qui: sono infatti già aperte le selezioni per una seconda serie, che verrà realizzata con un budget ancora più basso: “Come per la prima volta, farò tutto da sola. Per finanziare il progetto sto facendo molti sacrifici. Userò nuovamente solo attori che vogliono girare questo film e dimostrare ciò che sanno fare. Per questo arrivano e si pagano le loro spese. Sarò lì e cercherò di capire chi può fare la differenza. Io mi sento migliorata, ho compreso tanti errori fatti nella prima serie, ora sono più attenta a come si concepisce una scena e a come si muovono gli attori. Hanno paragonato il film a Breaking bad, Sex and the city e House of Cards, produzioni da milioni di euro. Poi arrivano persone come Cristiano Malgioglio…Quando sono tornata da Chiambretti non ce l’ho fatta a salutarlo. Mi ha colpito nel mio entusiasmo e nel mio lavoro. Sono sicura di me stessa, perché i milioni di clic ricevuti sono di persone che hanno visto e amato questo film, che sono stati felici di guardarlo e ora stanno aspettando la seconda parte. Ho capito che le critiche sono arrivate dai tecnici del settore e so anche il perché: uno studia regia e cinematografia per anni e non riesce a combinare niente, nessuno guarda i suoi cortometraggi. Poi arriva una come me, che non ha fatto nessuna scuola, e scatena un macello di cui tutti parlano. Nessuno riesce a spiegarsi il fenomeno e parlano di fortuna. Ma non è così: il mio film è innovativo, ho ringiovanito quel modo ingessato di fare cinema. Non avendo fondi, ho un sistema di registrazione veloce, che fa dell’occasionalità un pregio. Non vado a cercare le comparse: chi passa è già una comparsa, entro in un bar e chi è lì è già in scena. Ho fatto cose nuove che gli addetti ai lavori non concepiscono e per questo restano sbalorditi“.

Fonte: Nuovo