Antonella Clerici ammette di fare le “punturine” al viso, ma da certe foto non si direbbe…

Nuovo

Tutti hanno un segreto di bellezza, ma molte donne del mondo dello spettacolo non ammettono i propri “trucchetti”. La conduttrice Antonella Clerici, invece, ha candidamente ammesso: “Tante creme idratanti e nutrienti, diversi integratori e, da più di dieci anni, punturine di vitamine e di acido ialuronico“. I risultati, dati i 51 anni della conduttrice, sembrano ottimi, eppure secondo la dottoressa Dvora Ancora, chirurgo estetico, sul viso di Antonella ci sarebbe anche del botulino: “L’uso è stato un po’ eccessivo e ha prodotto uno sguardo leggermente mefistofelico. La Clerici è una persona dolce e non le rende giustizia. Sì all’utilizzo del botulino, ma con un effetto più morbido! Le creme, invece, agiscono solo in superficie: regalano morbidezza ed evitano che agenti come il freddo e il sole causino danni in profondità” esordisce lei. Ma poi, commentando il viso della Clerici più nel dettaglio, spiega: “Il contorno occhi è stato lasciato al suo destino: troppe rughe su un viso riempito con acido ialuronico. Gli zigomi sono troppo gonfi e mettono in evidenza un sottomento da trattare. Io consiglio l’utilizzo dell’Ultraformer: è un trattamento che arriva dalla Corea: l’azione avviene sul muscolo, a 4,5 millimetri dalla superficie. Il calore degli ultrasuoni fa sì che il contorno del volto si risollevi immediatamente. Gli affetti durano almeno 8 mesi, è come un lifting ma senza intervento chirurgico. Una seduta completa costa sui 1600 euro e solitamente comprende un ritocco nelle tre settimane successive. Per una singola zona, ad esempio gli occhi, siamo sui 400. In questo caso risolleva la palpebra, con un conseguente effetto di apertura dell’occhio e di distensione delle rughe“. Infine, secondo la dottoressa, c’è un altro aspetto che viene spesso tralasciato: il distacco tra viso e collo. “Si potrebbe ricorrere al lifting, ma è troppo presto a 50 anni. Un bravo medico estetico punterebbe sul contorno  del viso, impegnandosi a farlo rimanere tale lavorando sul muscolo sternocleidomastoideo, che va dalla mandibola al collo: se si agisce lì, si ottiene un effetto stiramento. Se invece si lascia al proprio destino, l’effetto è orribile: visi tiratissimi e colli che fanno piangere. Consiglio alle donne oltre i 50 anni di assumere molte proteine, magari anche il bianco dell’uovo. Di frutta e verdura sono sufficienti due porzioni al giorno, senza esagerare“.

Fonte: Nuovo