Up&Down, spazio alla moda: Veronica Guerri

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica Up&Down curata dalla nostra Love Coach Madeleine H. (per visitare il suo blog ricco di consigli di moda, amore e non solo cliccate QUI) che esaminerà il look di un personaggio dello spettacolo, indicando una mise Up ed un outfit assolutamente ed inesorabilmente Down! A lei la parola:

Up&Down - Veronica Guerri

È di nuovo domenica sera e manca pochissimo al temutissimo risveglio del lunedì mattina, ma prima di riprendere con la nostra routine settimanale dedichiamoci un momento di sano e cattivo pettegolezzo… oggi parleremo dei look di Veronica Guerri, la corteggiatrice di Amedeo Andreozzi. Allora, vorrei fare una premessa: per analizzare i suoi look ho dovuto studiare i social di questa ragazza e ho notato che lei è molto amica della simpaticissima Nicole Mazzocato, che ogni tanto mi spuntava tra uno scatto e l’altro. Il punto è che la voce di Nicole è talmente piacevole che la sua sola evocazione fa sì che nella mia testa inizino a riprodursi i suoni che emette quando litiga con Silvia Raffaele e vado tipo in trance, cioè è meglio di un funghetto allucinogeno. Dico tutto ciò perché se inizierò a scrivere cose strane voi sappiate qual è la causa e mi perdoniate! Ora concentriamoci su Veronica, e non mi dite Veronica chi, perché Amedeo l’ha portata fino alla scelta… in fondo una cosa senza senso in più o in meno che differenza fa? Diciamo che nei suoi look la Guerri è piuttosto anonima, ho avuto qualche difficoltà a trovare qualcosa di veramente bello o decisamente brutto, ma quando ormai avevo perso ogni speranza e stavo per decidere di scegliere qualcun altro per la rubrica di oggi mi è apparso come un fare nella luce uno dei look più osceni mai visti!

DOWN: Quando stavo per disperare e bollare Veronica come una persona dai look banali e anonimi è arrivato lui, l’outfit perfetto per questa rubrica! No, ma vogliamo parlare di questo pantalone? Una tuta – lo si capisce dal polsino sulla caviglia – dorata, di lurex. E se non bastasse questa scelta folle di abbinamento tra modello, tessuto e colore, lo stilista ha ben pensato di aggiungerci delle applicazioni di una specie di pizzo – che ci mancava in questo guazzabuglio di roba messa a caso – da sopra il ginocchio alla caviglia. Ah, dimenticavo che ci sono anche un paio di catene di cui sentivamo il bisogno. Potrei anche raccontarvi qualcosa di più sulle scarpe, assolutamente inadatte per una tuta, la giacca che forse è un pelino troppo stretta, ma parlare di quell’orrore dei pantaloni ha esaurito tutte le mie energie. Voto: 2, e sono stata pure buona!

UP: Qui Veronica mi piace molto, sarà che negli studi Uomini e Donne di solito vediamo roba improponibile, spacchi assurdi, fantasie da incubo e tagli da infarto ma io questo look semplice lo approvo. Il jeans nero è pulito senza troppi strappi – che vanno tanto di moda negli studi Elios anche tra i maschietti, citofonare a Gianni Sperti tanto per citarne uno – e mi piace, così come promuovo il top aperto, abbinato con una canotta sotto per non mostrare troppo décolleté. Voto; 6, 5 (Due punti li ho tolti perché nella foto si intravede Nicole e di nuovo mi è partito il suono stridulo nel cervello… no, non ce la posso fare!).

About Chia

16 commenti

  1. nel complesso boccio entrambi i look. No ai pantaloni e no alla maglia con quei grossi pois

  2. Io sono molto interessato a capire cosa funzioni e cosa no, in generale e per una persona specifica. Ai tempi mi facevo spiegare da mia sorella che mi mostrava le riviste dicendomi cosa le piaceva e cosa bisognava boicottare.
    Quindi approvo molto questa rubrica. Detto questo non sono molto competente, vado a sensazione.
    Quei pantaloni sono davvero più brutti degli altri, sono pieni di roba che non mi piace, vale per i dettagli come per il materiale come per, forse, il trattamento del materiale. Ho googlato ed ho scoperto anche cos’è il lurex.
    L’altro abbigliamento è molto più discreto, però non è triste. L’unico problema forse sono le scarpe, il tipo di scarpe. Ma è proprio che io le scarpe aperte (sono scarpe aperte spero) le vedo bene con la gonna o qualcosa di corto. La verità è che non si vedono molto, queste scarpe, e quindi non riesco a capire.

  3. ma perché non la lasciano andar in fondo a sinistra?son due ore che lo chiede.
    +perché il bagno,nei film,è sempre in fondo a sinistra?apologia del mancinismo?satira politica?chissà.

  4. Il primo look è da ciclo mestruale, ovvero quando non ti va di uscire ma devi andare al supermercato a comprare gli assorbenti perchè sono finiti e anche lo shampoo( da lì, il codino unto).
    Il secondo è orrendo, ma almeno è allegro, nel senso che fa ridere e sbrilluccicoso.Io adoro le cose che brillano.

  5. Io boccio entrambi gli outfit … il primo non mi dice niente .. Ah, a proposito di questa frase, volevo chiedere a voi se sono solo io ad usarla, o è un vezzo anche di qualcuna/a di voi . Mi spiego: qualche giorno fa sono andata in un negozio, ho privato un sacco di cose, ma niente che attirava la mia attenzione, la vecchia titolare del negozio mi seguiva come un cane segugio, chiedendomi cosa non mi convinceva dei suoi vestiti, le ho risposto “Non so, non mi dicono niente. ” Lei, forse si è offesa, e con una risatina amara mi dice ” Bè ma i vestiti adesso parlano??” Utile dire che mi sono trasformata in Jack Nicholson di Shining …
    Ecco, il primo abbigliamento di Veronica non mi dice niente nel senso che è insipido senza sale, e poi a me non piacciono queste bluse a portafoglio. Vabbè il secondo, No non ha bisogno di ulteriori commenti 😀

    • ahahah, in effetti non è molto lusinghiero!

      comunque sì, lo dico anch’io 🙂 : quando voglio essere più diplomatica nella variante “non mi dice un granché…”
      la trovo la classica frase perfetta che non potrebbe esprimere meglio quel che si vuol dire

      • Comunque, penso che tutte le clienti di un negozio dovrebbero compilare un questionare e indicare l’idoneità o meno della commessa/titolare nel seguirti durante le prove degli outfit. Io incontro certi cani …… to giur nan cià fazz chiù !!!

      • Anche a me capita spesso, molto spesso, di dire che un vestito “non mi dice niente”.. e non di rado trovo simpaticissime commesse che mi fanno la battutina “perché cosa dovrebbero dirti?”

  6. Per me molto spesso è meglio meno.

  7. Nell’outfit down si é regalata 10 kg. (Ma perché??) Nell’outfit up, detesto la forma e i pois della maglia.

  8. io li boccio entrambi 🙂

    quello out con i peggiori voti possibili
    quello up con un 5…in fondo in teoria sarebbe corretto, ma a me quelle maglie e quei pois fanno orrore

  9. Anche a me non piacciono entrambi, il secondo per ovvi motivi, il primo perché senza infamia e senza lode. Un po’ come tutti i suoi outfit. Un po’ come Veronica, in fondo.
    Comunque attendo con ansia gli outfit di Livia, l’ultima volta in puntata era vestita in modo raccapricciante

Inserisci un commento

Not using HHVM