Guendalina Canessa: “Non rosico per Daniele Interrante. Piuttosto, Francesca De André, tu lo sai: un uomo che ha tradito è difficile che poi smetta!”

Top

Negli scorsi giorni, la concorrente del Grande fratello 7 Guendalina Canessa ha condiviso una foto suo social network, che definisce: “Una bella foto di famiglia, con una bambina, una mamma e un papà che più innocua non si poteva“. Sì, perché la foto ha scatenato una polemica nel salotto di Barbara D’Urso, dove era ospite Francesca De André, attuale compagna dell’ex marito della Canessa, Daniele Interrante. L’ex naufraga ha accusato Guendalina di rosicare perché ora l’ex tronista sta con lei. Ma, come era prevedibile, la gieffina non ha tardato a ribattere: “Prima della sua intervista a Pomeriggio 5, con Francesca avevo un rapporto sul quale ho investito fiducia e comprensione, contro tutto e contro tutti. Sapevo che me ne diceva dietro le spalle, ma ho sempre preferito guardare quello che arrivava ai miei occhi in maniera pulita: ho educato mia figlia al rispetto per la compagna di suo padre, per il quale, voglio precisarlo ancora una volta, non ho mai avuto rimpianti. Nella vita ci sta tutto, pure una storia che finisce, ma non ho mai messo in conto l’acredine e le stilettate gratuite“. ‘Allora che senso aveva una foto di anni fa postata sui social?’, le si domanda, e lei risponde: “Ero dai miei in Toscana, ho aperto un cassetto, ho scritto ‘Grande papi’, volendo tradurre il pensiero di una bambina. Se poi gli altri ci hanno ricamato, che potevo saperne io? Io voglio che mia figlia pensi che suo padre è un grande, è giusto ed è un suo diritto. E per me, Daniele rappresenta questo, il padre di mia figlia. E lo sarà tutti i giorni della mia vita“. Infine, quando le si chiede come si spiega la reazione della De Andrè, Guendalina risponde: “Forse sa che un uomo che tradisce una volta è difficile che smetta. Francesca c’era già quando mia figlia era nella mia pancia… Ma se al momento me la sono presa, poi ho capito. Lei stessa mi ha chiamata subito, scusandosi. Sapeva di aver esagerato. E dopo un giro di frasi taglienti restituite al mittente, ho accettato le scuse. D’altra parte, signori si nasce!“.

Fonte: Top

About Edicola

Un commento

  1. Non essere un buon marito non significa essere un cattivo padre… mi piace il ragionamento di Guendalina. . È giusto che la figlia non cresca con odio o avversione verso il padre solo perché non è stato un bravo marito. . Bisogna scindere i due ruoli e Guendalina ha dimostrato intelligenza.. brava

Inserisci un commento

Not using HHVM