Vittorio Brumotti in tv senza Giorgia Palmas, la rassicura: “Sei tu la ‘gnocca’, tra noi quello geloso sono io!”

Nuovo

Dopo tre anni insieme alla conduzione di Paperissima Sprint, la coppia Vittorio Brumotti-Giorgia Palmas si divide. Ma solo in tv, perché nella vita privata i due si amano come il primo giorno: eccoli insieme a Varigotti, in Liguria, dove si sono regalati qualche giorno di relax insieme alla piccola Sofia, la bimba che l’ex Velina ha avuto dal calciatore Davide Bombardini. E al fianco del campione di bike trial ci saranno due donne: un’altra ex Velina, Alessia Reato, e la comica Valeria Graci. Quando gli si chiede cosa pensa di loro e se Giorgia è gelosa, lui risponde: “La Graci è una professionista e posso solo cercare di imparare da lei. Alessia invece si deve cimentare con una nuova esperienza professionale ma sono sicuro che col tempo saprà creare il suo personaggio. Giorgia gelosa? Ma se è lei la ‘gnocca’ di turno! Quello geloso devo essere io! E poi in questo caso non ha di che preoccuparsi. Anche lei è una che si muove ed è abituata al fatto che io sia sempre in giro. E spesso mi raggiunge“. Quando gli si chiede se è stata dura separarsi dopo tre stagioni televisive insieme, lui risponde: “Nella vita si cambia e, come a Striscia la notizia, può capitare che si alternano conduttori e Veline. Ma in questo momento di crisi, meno male che c’è ancora lavoro! Lo dice anche Giorgia: ‘Non posso credere di aver fatto tre edizioni di seguito di Paperissima Sprint!’ E adesso partirà alla conduzione del Festival show in giro per l’Italia. Io continuerò con questa trasmissione, vicina al mio mondo, perché adoro essere in giro, fare scherzi ed essere a contatto con i bambini; lei avrà occasione di dimostrare tutto il suo talento. Faccio il tifo per lei, perché non soltanto è bellissima, ma è anche una bravissima presentatrice“. Quando gli si chiede invece cosa l’ha conquistato di lei e se intende avere dei figli con lei, Brumotti risponde: “Ha un caratterino…Testarda, determinata, una sarda doc. Una che quando sale a bordo e decide che sei il suo uomo, pretende tanto e questo mi piace. La donna per me deve essere gelosa, calorosa e focosa. Papà? In una piccola parte già lo sono, perché mi sto allenando con Giorgia. Ma adesso viaggio talmente tanto che è difficile anche pensare di allargare la famiglia. Però diciamo che se succedesse, sarei pronto ad accogliere un Brumottino! Quando guardo Sofia, a volte penso: ‘Ma perché non è mia figlia?’. Del resto, nei miei giri per il mondo ho incontrato tanti bambini e se potessi, li adotterei anche. Le famiglie allargata sono belle“. E il matrimonio? Ne parlano? “Anche per le fedi al dito è una questione di tempo, perché lavoro 360 giorni l’anno e i 5 che tengo fuori sono per i viaggi. Siccome sono a favore del matrimonio tradizionale e voglio fare le cose per bene, ci sposeremo quando avremo la possibilità di organizzare tutto come si deve. Voglio una grande festa, lunga almeno tre giorni, un classico matrimonio del Sud. Prima o poi ce la faremo!“.

Fonte: Nuovo