Gemma Galgani: “Fare l’amore con Giorgio Manetti è stata la cosa più bella della mia vita!”

Nuovo

Come hanno dimostrato i dati d’ascolto, la storia tra Gemma Galgani e Giorgio Manetti è stata seguitissima dal pubblico a casa e ha risollevato il Trono Over da una leggera flessione registrata nella prima parte di questa stagione televisiva. Il merito è sicuramente della dama torinese, che, caparbia e risoluta, ma al contempo incredibilmente ingenua e romantica, ha lottato per l’affascinante ‘George‘, senza però esser ancora riuscita a conquistare del tutto il suo cuore: “Dopo tanto tempo da sola, penso di essermi meritata di vedere il lato positivo anche in una situazione difficile. Il sogno di tutte noi sarebbe quello di essere ragazzine per sempre, ma ciò che conta è vivere la propria età con leggerezza” esordisce lei. Quando le si fa notare lo scetticismo dei più, che si oppone alla sua fiducia illimitata in questa storia, Gem risponde: “Innanzitutto sono un’ottimista. Lui non si è dichiarato, ma io ho coraggio. Un coraggio che disarma tutti. Gli altri non riescono a capire come io possa sopportare una situazione che appare fugace e passeggera, ma io sono felice. Quando sono con George sto talmente bene e i momenti passati insieme sono così belli e completi che riesco a non curarmi di quello che pensa chi mi sta intorno. Io mi sento più innamorata che mai, anche se capisco che questo compromesso possa sembrare inaccettabile. Non voglio sembrare un’eroina dei tempi andati: noi abbiamo una vita di coppia piena e ricca di trasporto in ogni istante. Usciamo alla luce del sole, anche se ufficialmente non stiamo insieme. Io non posso togliergli la libertà mentale, né voglio cambiarlo. Sarebbe veramente una forma di egoismo da parte mia. E poi George racchiude tutto ciò che io voglio in un uomo: è sensibile, attento, mi dà grande carica. E’ vero che è molto corteggiato, ma questo non mi toglie la gioia e la speranza che il mio entusiasmo possa portare anche lui in una direzione di maggior apertura nei miei confronti. Ho trascorso un periodo lunghissimo nella più assoluta solitudine, in tutti i sensi. Erano almeno sei anni che non avevo una storia, perché nella vita mi sono sempre concentrata sul lavoro. Per vent’anni ho diretto il Teatro Alfieri di Torino e ora sono al Colosseo. Questo mestiere mi ha fatto conoscere un mondo particolare, tanti artisti. E secondo i criteri che ho affinato in tanti anni, posso dire che George rappresenta tutte le caratteristiche che mi piacciono in una persona. Non è superficiale, ha una profondità incredibile e una capacità analitica che non ho mai riscontrato. Bisogna capire che lui è arrivato alla sua età ancora single, dunque io non posso permettermi di avere crisi di onnipotenza. Lo lascio libero di decidere e quando si sentirà pronto, prenderà la sua decisione“. Quando le si dice che forse è sorda a tutte le critiche perché sa che in fondo la loro relazione è completa, Gemma risponde: “Se ti riferisci al fatto che siamo stati insieme anche nell’intimità, voglio chiarire che è accaduto perché sono innamorata di lui, altrimenti non sarebbe mai successo. Non fa parte delle mie abitudini: donarmi a lui è stata una scelta voluta dal cuore e dal cervello, determinata dall’arrivo di un grande amore. La prima volta non ho avuto ansie e il merito è stato suo: ha creato una situazione accogliente e piena d’amore, con la sensibilità e il tatto di un signore d’altri tempi. Effettivamente avevo un po’ di preoccupazione ma il suo modo di condurmi per mano e farmi scivolare tra le sue braccia e stato così gentile e garbato da non farmi sentire il minimo disagio. E lo confesso con le lacrime agli occhi: mi ha tenuto talmente tanto in considerazione che ha reso quel momento uno dei più belli di tutta la mia vita. Se prima mi piaceva tanto, dopo mi è piaciuto ancora di più. La mia forma d’amore non è debolezza: io non sono lo zerbino di George. E’ molto facile ottenere le cose semplici, ma è molto più importante conquistare quelle difficili. E’ vero, io sto inseguendo una storia, ma George c’è, esiste. E io non sono una comparsa. Ormai faccio parte della sua vita“.

Fonte: Nuovo

About Edicola

52 commenti

  1. Bleah! Ma questi due davvero davvero vogliono farci credere che ancora si firano 🙂 di copulare? Bleah!

    Z
    e
    r
    o

    p
    u
    d
    o
    r
    e

  2. Stavo giusto per andare in cucina per il pranzo e leggo ” fare l’amore con Giorgio è stata la cosa più bella della mia vita” cit. Gems. Mi è passato l’appetito, ho trovato il modo per non mangiare: mettete questo genere di notizie intorno alle 13/13.15 e riuscirò a saltare il pranzo.
    Solo una cosa mi viene da scrivere: POVERA ILLUSA.

  3. No Gemmona, tranquilla.
    Non sembri “un’eroina dei tempi andati”.
    Sembri una farneticante contemporanea.
    Ma hai ragione tu. C’è molta gente che una seconda vita se la inventa dentro un pc. Tu la porti in giro in tv e locali. Ne ricaverai senz’altro maggiori soddisfazioni. (almeno economiche)

  4. Ed è proprio in queste occasioni che mi mancano le faccine col water 😀

  5. menomale che Giorgio c’è…….
    disse lo scorpione in groppa al gabbiano.
    mentre una falena,impazzita,gridava: s’io fossi foco arderei lo mondo.

    • …e quando non c’è lo inventiamo. Che ci vuole.
      Metti insieme una sanguinaria e una redazione assetata di audience e il gioco è fatto.

      • si.bisogna procurare il pastone alla bestia non pagante.ogni giorno.da anni.è il mestiere del guardiano del colosseo.la bestia vuole il sangue.ma goccia a goccia.sms a sms.e il pollice verso lo decreta la bestia.l’imperatore è solo uno schiavo bardato a festa.
        +i veri sanguinari siamo noi.lucina.e c’abbiam sempre le mani pulite.siamo dei grandi.

        • No, siamo vittime anche noi, dobbiamo comprare evacù, materassi che perdono il pelo e smalti anti micosi…. Se almeno funzionassero.

          • oppure un bel telecomando nuovo.con un bel tasto rosso.da pigiare con delizia.e buona notte al secchio.
            +glitter,è da anni che ci vien offerta una sputacchiera.mica è na bella cosa ,una sputacchiera.però ci libera dalla bile in eccesso.la sputacchiera.e ci diverte.e ci fa parlare con le dita,mentre facciamo cacchi noiosi.poi,dài.qualche volta,accade che una arrivi di corsa.dalle scale o dalla porta.e la sputacchiera diventa una carrozza.per un attimo,eh.e che attimo sia.o no?
            +l’onicomicosi sta ancora là?

          • Siamo anche pronti a saltare sul carro di Augias o di Benigni che ci legge i versi. (giusto per citare qualcosa di dignitoso visto in tv).
            Siamo sempre noi. Che abbiam bisogno di dire “quanto sono brutti”.
            Ma abbiamo altresì bisogno di bellezza e sogno.
            Eh, come siamo complicati!.

            p.s. Quanto mi piace leggerti!

          • il piacere è reciproco,lucina.

      • La falena impazzita che parla come jacopone è’ la bestia. Lei per prima si nutre di sms coen.. Poi ci siamo anche noi, bestie quando ci va, intellettuali di serie B quando lo spettacolo al Colosseo è’ troppo disturbante.

  6. Guardiamo il lato positivo, direbbe George…non potrai perdere ciò che non hai mai avuto.Magari detto in inglese suonerebbe anche meglio.?.

  7. ah però, pure i particolari intimi…

  8. pensa che vitaccia dev’essere stata!

  9. Giá sapere che il Gabbiano ha ramazzato ragnatele che giacevano lí da 6 anni mi ha rovinato l’appettito O_o, ma poi dovermelo immaginare mellifluo mentre la ‘fa scivolare tra le sue braccia’, sta mettendo a dura prova il mio stomaco. #VOGIUR

  10. “La stagione dell’amore viene e va, i desideri non invecchiano quasi mai con l’età..”

  11. pur trovandoli finti come una banconota da 1 euro, un conato di vomito mi è venuto a immaginarmi la scena

  12. Constatare che Gemma ha una vita sessuale più attiva della mia mi rende ancora più nervosa!

  13. A questi due poveri pensionati tocca lavorare anche d’estate per preparare il materiale che la redazione manderà in onda a settembre. E tutta questa fatica solo per accontentare noi telespettatori, ingrati e acidi che poi verremo qui, su questo blog che “nessuno legge” 😉 a spettegolare su questa meravigliosa coppia…….perché siamo tutti invidiosi, molto invidiosi!

  14. BASTAAAAAA! !! Non è possibile andare a sbandierare certe cose ai giornali solo x aumentare la popolarità!! Gemma ha 70 anni, qualcuno glielo dica che è solo ridicola!!

  15. Concordo in parte con lei: George è stato senza dubbio una bella botta di vita per lei, però ad una certa la dignità deve prevalere…

  16. Gemmuzza mi raccomando ora che stai guadagnando abbastanza con questa truffa-story (tra copertine ospitate serate etc) dattela una bella “rinfrescatina” al viso così capace che uno che fa l’amore con te lo trovi davvero ….

Inserisci un commento

Not using HHVM