Marco Mazzanti: “Grazie al ‘Grande fratello’ ho trovato il mio ‘Posto al sole’!”

Di più tv

Il concorrente del Grande Fratello 9 Marco Mazzanti aveva fatto parlare di sé per la sua relazione con Lea Veggetti, di qualche anno più grande di lui, poi interrotta per la sbandata presa per Vanessa Ravizza nella Casa. Adesso, però, quei tempi sembrano lontani anni luce e lui è sempre più lanciato nella sua carriera di attore: “Partecipare al Grande fratello è stata un’esperienza molto intensa, che mi ha insegnato molto, ma quando le luci si sono spente, mi sono accorto di non avere un progetto. Non potevo tornare a fare il calciatore, il mio mestiere prima del programma, perché mi ero rotto un ginocchio, e sentivo che la vita fatta di ospitate in tv, serate in discoteca ed eventi mondani, che accoglie quelli che partecipano ai reality, non faceva per me. Poco dopo ho trovato la strada giusta, che percorro oggi e spero ancora per lungo tempo: sono un attore e da qualche settimana ho un ruolo in una soap molto amata: Un posto al sole, su Raitre. Ad un evento ho conosciuto Giuliano Capuano, un attore e direttore di una compagnia teatrale che cercava un attore attraente per una commedia che stava preparando e mi ha offerto la parte. Volevo rifiutare: non avevo mai recitato e non sapevo dove iniziare, ma lui mi ha fatto cambiare idea. Mi ha detto che sarebbe stato felice di insegnarmi tutto quello che c’era da sapere. Ha accettato di fare prove su prove, molte più di quelle previste e ha passato ore a parlare con me del mio ruolo, quello di un ragazzo timido e impacciato che poi sboccia e diventa affascinante e sicuro di sé. Mi sono ritrovato nella parte perché ero anch’io così: da ragazzino mi piaceva studiare, mi piacevano la fisica e la matematica, materie certo non interessanti per le ragazze a quell’età. Poi le cose sono cambiate e ho capito che l’aspetto fisico poteva essere un vantaggio. Dopo la prima esperienza a teatro, ho deciso di continuare e mi sono iscritto alla scuola di recitazione di Michael Rodgers di Milano e poi ho fatto il provino per la più prestigiosa accademia di arte drammatica, la Silvio D’Amico di Roma. Un’ex allieva mi ha detto: ‘Se riuscirai ad entrare e a resterai in Accademia per tutti e tre gli anni, di sicuro capirai se questo mestiere fa per te perché per tre anni respirerai solo recitazione’. Ed aveva ragione. Al primo provino ho portato un dialogo; al secondo c’erano tre prove: un monologo, una prova fisica e per dimostrare l’attitudine al movimento e una di canto. Su oltre 1000 partecipanti siamo entrati in 50. Il terzo provino consiste nel trascorrere dieci giorni in Accademia seguendo ballo, canto, storia del teatro etc. Alla fine, sono tornato a casa e ho aspettato i risultati. Ho telefonato e mi è stato detto che ero stato preso. Ricordo tutto di quel momento: stavo passeggiando con mia madre e l’ho abbracciata forte. Ero pazzo di gioia, come un bambino che riceve un regalo tanto atteso. Poco dopo, mi sono trasferito a Roma dove ho iniziato l’Accademia, che è stata la mia vita per tre anni, sette giorni su sette, dalla mattina alla sera. Mi sono mantenuto grazie ai soldi messi da parte dopo il Grande fratello, partecipando a serate ed eventi. Con quei soldi ho potuto pagare l’affitto e la spesa. Sono stati anni duri: stavo tutto il giorno in accademia e di sera, quando avevo la forza, andavo a vedere spettacoli teatrali. Più volte ho dubitato di farcela, ma grazie al sostegno della mai famiglia e degli insegnanti, sono riuscito a terminare gli studi. Poi mi sono rimboccato le maniche e ho  iniziato a fare provini su provini. Ho lavorato a teatro, ho ottenuto qualche parte in tv e infine il mio primo ruolo importante in Un posto al sole. Leonardo ha due  anime: una rispettabile, che lo spinge a fare l’avvocato e a difendere i deboli, e una violenta, che lo porta a fare male, anche ad uccidere, per raggiungere i suoi scopi“. Infine, quando gli si chiede dell’amore e di come si è evoluta la sua situazione sentimentale dopo il GF, Marco racconta: “Dopo il programma ripresi la relazione con Lea, ma non è durata. Abbiamo preso strade diverse e oggi non abbiamo più contatti. Da più di un anno sono felice con una ragazza che non fa parte del mondo dello spettacolo e che ho conosciuto a Roma tramite amici comuni. Mi è piaciuta subito, ma ho fatto fatica per conquistarla. L’ho invitata a vedere uno spettacolo teatrale in cui recitavo, ma non è venuta. Ho pensato allora di non piacerle, ma poi ho scoperto che non era venuta perché era già impegnata. Così mi sono fatto avanti ancora e l’ho invitata a cena. Quella sera è iniziato il nostro amore“.

Fonte: Di più tv

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM