Fabrizio Corona è stato scarcerato e affidato alla comunità di Don Mazzi: “Dentro non ci tornerò più!”

Fabrizio Corona

Sono ormai passati diversi anni da quando Fabrizio Corona terminava la sua rocambolesca fuga in Portogallo e veniva portato nel carcere di Opera a Milano, e da allora lui e la sua famiglia hanno tanto atteso il momento della scarcerazione. A sentire chi andava a visitare l’ex re dei paparazzi, Fabrizio era visibilmente provato dal duro regime carcerario a cui era sottoposto, tanto che in molti temevano per la sua tenuta psichica.

A quanto pare questa impressione è stata condivisa anche dal giudice di Milano, che ieri ha stabilito che le condizioni psicologiche e psichiatriche di Corona non sono più compatibili con la vita della prigione, e per questo ha deciso che l’ex compagno di Belen Rodriguez terminerà di scontare la sua pena nella comunità di Don Mazzi.

Dopo un calvario decisamente lungo è finalmente arrivata per Fabrizio e per la sua famiglia una splendida notizia, accolta dal diretto interessato con proposito decisamente buono: “Dentro non ci torno più“. Ieri, inoltre, sul suo profilo Instagram ufficiale è uscita un’immagine decisamente eloquente:

Instagram

Subito dopo l’uscita della notizia, sempre sui social network, in tantissimi -famosi e non- hanno voluto esprimere la loro contentezza per una decisioni che in molti ritengono giusta:

A questo coro mancano i pensieri delle due ex illustri di Corona, Belen Rodriguez e Nina Moric: entrambe per ora non hanno voluto commentare la notizia.

A noi non resta che fare il nostro in bocca al lupo a Fabrizio, con la speranza per lui e per la sua famiglia che il suo proposito di non rientrare in carcere lo mantenga!

E voi cosa ne pensate?

About Redazione.IsaeChia

88 commenti

  1. Fabrizio Corona scarcerato. Bene, ora la rete dovrà trovarsi un nuovo eroe.

  2. Ha sbagliato ed è giusto che paghi per i suoi errori.. credo però che la sua condanna sia stata palesemente esagerata.. se mettiamo che in Italia esiste un uomo che uccide una ragazza di 17 anni mentre guida ubriaco, senza patente e che i genitori della ragazza se lo ritrovino fuori dopo 17 mesi, se mettiamo che in Italia esistono due fidanzati che hanno ucciso la madre e il fratello minore di lei senza dei reali motivi e che dopo 8 anni lui e dopo 9 anni lei siano beatamente fuori a vivere la loro vita.. beh concedetemi di pensare che quello di fabrizio corona sia stato solo un processo e un accanimento mediatico.. e che cancellino la scritta “la legge è uguale per tutti” nelle aule dei tribunali italiani perché è solo una presa per il c..o alla nostra intelligenza..

    • La sua condanna a quindici anni (credo) è il risultato totale di una lunga sfilza di svariati reati.
      Adesso dovrà curare la sua dipendenza dalla cocaina. Per questo va in comunità. Buon per lui. E’ un’altra occasione. Gli auguro possa aiutarlo.

    • però sicilianadoc il confronto non lo puoi fare con un metro di paragone sbagliato. Tutti i casi che hai citato sono dei clamorosi errori in quanto tali non possiamo prenderli ad esempio. Cioè se tu fai una rapina con armi e non ti danno nulla e io rubo un gelato e mi danno la galera, non ho mica il diritto di dire “io devo avere meno perchè a quella che ha fatto la rapina non hanno dato nulla”.
      Personalmente attraverso la trasmissione “Un giorno in pretura” ho seguito il processo a Corona, e ciò che contesto del caso,non è il numero di anni, bensì il considerare la compravendita di foto un reato…ricordo che furono chiamati a testimoniare Alfonso Signorini e Pino Belleri i quali dichiararono molto chiaramente che entrambi un sacco di volte avevano ritirato del materiale dalla pubblicazione consegnandolo ai diretti interessati dietro compenso, compenso che trovava la sua ragione semplicemente nel il principio di non andarci a perdere. Fra l’altro proprio nel processo non uscì prova del fatto che Corona chiedesse somme di denaro superiori al valore di mercato delle foto (uscì che usava toni e modi che sfioravano la coercizione quello sì)

      • Quello che intendevo io è che dovrebbero esserci delle basi sulle quali giudicare per cui quella scritta nei tribunali la legge è uguale per tutti sia reale, perché lo vediamo e lo sentiamo benissimo tutti quanti ogni giorno che due persone processate per la stessa cosa o per simili reati prendono totalmente due pene diverse.. tu credi che in Italia non esista nessuno che ha commesso gli stessi reati di corona? E credi che abbia sulle spalle 13 anni o più di galera? Praticamente a momenti ha preso quanto chi ha ucciso esseri umani e credo che il paragone vada fatto perché non credo che vendere delle foto sia grave quanto a uccidere delle povere persone.. Appunto per questo dicevo che il suo è stato più un processo mediatico volto a punire il personaggio e non la persona..

    • Sicilianadoc, mettiamola cosí: In teoria la funzione della pena dovrebbe essere rieducativa e non punitiva. Detto ció, ai fini della tutela di una societá civile, é piú grave la recidivitá di tanti atti delinquenziali (seppur minori), rispetto a un singolo episodio (anche se piú grave).

      • In realtà per ragioni storiche che hanno portato alla formazione del nostro codice penale , dove è vero che la pena deve essere rieducativa e non punitiva appunto, i reati attinenti alla sfera patrimoniale sono puniti con più severità rispetto a fatti delittuosi riguardanti la persona! È un fattore storico-sociale più che un fattore di giustizia.. Questo almeno dice il Fiore, libro su cui si studia a giurisprudenza! Per questi motivi, oltre che per la recidività del comportamento e per il cumulo di reati( nonché per la mediaticità del suo personaggio) Corona ha avuto una pena maggiore rispetto a chi uccide una persona tipo Parolisi ecc o chi sotto l’ effetto di alcool o stupefacenti investe e uccide e omette il soccorso o chi stupra una povera donna innocente o un minore indifeso.. Ma quando aggiorneremo e cambieremo questa situazione caro parlamento dei miei stivali?

  3. Anche io sono d’accordo con la scarcerazione di Corona e la sua entrata in comunità … sicuramente dietro le sbarre non avrebbe curato la sua dipendenza e il suo essere megalomane. Spero vivamente, per lui, per la sua mamma e per suo figlio, che non si lasci sfuggire questa occasione continuando a fare lo sbruffone.

  4. Spero per lui che sia cambiato, soprattutto per il figlio.

  5. mi fa piacere per lui che è riuscito ad uscire dal carcere ora con Don Mazzi starà sicuramente meglio

  6. cmq a guardare le foto esteticamente è un bell’uomo 😉 diciamo che fa sangue ahah

  7. Per me il fatto che Corona sia uscito dal carcere, invece,è l’ennesima dimostrazione di quanto faccia ridere la giustizia italiana. A me Corona sta simpatico, eccessivo, arrogante, ma molto più ingenuo di quanto lui voglia far sembrare. Il punto è che di reati ne ha commessi diversi, almeno giudizialmentr sono stati qualificati come tali, e a fronte di una condanna a 13 anni ne ha scontati 2. Poi che ci siano altri casi di errori giudiziari clamorosi, è vero, ma questo non autorizza altri magistrati a giudicare con altrettanta clemenza. A me sembra che Corona sia libero esattamente per lo stesso motivo per il quale sono liberi gli assassini dopo pochi anni: l’eccessivo garantismo del sistema penale italiano. Non esiste certezza nelle pene. Per me se una sentenza definitiva ti condanna a 10 anni, ti fai 10 anni, la riabilitazione e la reintroduzione nella società comincia dopo.

    • Sul fatto della certezza della pena sono d’accordo! Se ci fosse certezza vorrei vedere quante persone( straniero o cittadini) prima di commettere un reato rifletterebbero bene sul commetterlo o meno! Invece in virtù di questa lacuna e di un sistema penale che ci si mostra fatto a “tarallucci e vino” a questi delinquenti non fa paura niente e commettono reati già sapendo che <>!

  8. Non so voi, ma io ho maliziosamente pensato che tutti i personaggi qui elencati che hanno mostrato pubblico giubilo per la scarcerazione di Corona siano stati suoi ex-amanti… Dalla Zappa alla Nile a Giacomo Urtis. LOL

  9. L’altro giorno qui a Ct un polacco ubriaco (o rumeno non ricordo) in pieno centro citta con un’accetta ha distrutto molte vetture accanendosi infine su un’auto con dentro il passeggero che praticamente stava morendo se non con i colpi d’accetta con un attacco di cuore. Fortunatamente i poliziotti lo hanno fermato in tempo ed arrestato. Meno male……il giudice sapete cosa ha fatto? Gli ha dato gli arresti domiciliari ma siccome era un senza fissa dimora lo ha lasciato libero.Cioè questo pazzo con l’accetta è ancora in giro per la mia città… Questo è il sistema penale italiano. Se si punisce la recidivita’ più della gravità siamo persi…

  10. ps. ma il ‘si puede’ starebbe per ‘se puede’??

  11. Bene, bravo, bis, adesso però basta, che metta la testa a posto.
    P.S. Queste riduzioni di pena però le trovo assurde, io sono per il carcere duro senza sconti per chi delinque!

    • eppoi c’era un ladrone.eppoi,c’era un ladrone.uno era giusto.l’altro tutto sbagliato.
      uno col cuore.con un sogno.il paradiso.mal che vada,ci prova.
      uno con la testa chissà dove.con un dolore.con un rancore.uno il paradiso lo voglio qua.voglio che mi passi il dolore.voglio muover le mani.voglio che mi si gonfino i polmoni.voglio posar la mia croce.voglio che sia mai più.
      uno giusto.uno sbagliato.
      Fabrizio.fine pena mai.

      • Il buonismo non fa per me coen, il mal di vivere non necessariamente è correlato con la delinquenza, si può provare dolore e decidere di essere persone perbene , sorry!

        P.S però mi sorprendi, non credevo fossi te, però mi sorprendi, non credevo scrivessi così, però mi sorprendi, ti avevo un po’ sottovalutata, però mi sorprendi, almeno alcune volte!

        • scommetto che t’ho sorpresa.
          +elè,fidati.son sempre e solo io.è che batto sulla tastiera a seconda dell’umore.a volte,mi faccio piangere da sola,per quanto mi sfotto.e se sapessi quante volte mi faccio noia.
          +hai ragione.per il fatto della giusta pena.ma è che ,quando si tratta di reati minori,non contro la persona.non so a cosa serva infierire.eppoi,lui,aveva risarcito parte dei danni.è solo un povero umano.o no?

  12. premesso che non so nulla del provvedimento in questione e delle motivazioni, che non so di cosa soffra e che se sta male ovviamente mi dispiace per lui. il carcere non è un bel posto

    in ogni caso, la smetteranno di scrivere che solo corona resta in carcere per dieci/dodici (?) anni…no, nemmeno lui
    con corona pare ci si scordi sempre l’elenco (notevole!) di fatti qualificati come reati in sentenze definitive (nel merito probabilmente anche discutibili, ma non lo conosco e non ne parlo) e che gli son valsi quel bel cumulo lì (è una semplice somma), con (immagino) recidive, aggravanti, continuazioni ecc ecc tra questi, estorsione e bancarotta fraudolenta. insomma non il classico furto della mela al supermercato
    e anche l’atteggiamento generale è stato incredibile: ha continuato a far quello che gli è parso (bancanote false, patente volante, fuga in portogallo ecc ecc) e, ovviamente, tutto ciò l’avrà anche penalizzato un po’ (parecchio) bischeramente

    comunque, aldilà di possibili errori di giudici che sono comunque umani, quelli applicano la normativa che altri fanno. e se, per esempio, è possibile accedere al giudizio abbreviato con connesso sconto di pena (1/3) per chi è accusato di lanciare acido addosso alla gente, (semplice esempio), se è anche possibile una (fin troppo ampia) discrezionalità di giudici e pm non è mica colpa della giustizia come entità…qualcuno la scrive sta roba
    è come se non capissero che la funzione rieducativa della pena e il garantismo non sono di per sé incompatibili con la certezza della pena (riassumendo all’osso ciò che penso)

    tornando a corona, speriamo che sappia cogliere quest’opportunità, che si curi se ne ha bisogno, che riesca a stare meglio e non ne esca come l’ultima volta, sarebbe una sconfitta per tutti

    e, soprattutto, spero di non vederlo fondare un partito / candidarsi in uno qualsiasi (in effetti ciò che più mi ha stupito di corona è che all’epoca non abbia tentato la strada politica)

    ps. comunque, a priori e senza essere un’esperta, non mi pare una grande idea riunirlo con lele

    • >>>crazy.non fa una grinza.cheppoi,è da un po’ che noto che tu di grinze non ne fai.ma l’han messo a respirar la stessa aria di boss mafiosi.quelli,per cui,e per ovvi motivi,si muovon team di psichiatri pronti a paventar suicidi,appena quelli c’han l’occhietto pensoso.crazy,quello è un depresso.un dilaniato dalla gran ferita.uno che si odia.uno che, non sentendosi all’altezza della stima del padre,ha punito se stesso.è il primo ad esser schifato di sé.e penso che sarà dura,per lui,sperare.quello vuole uscirne.solo per ricaderci,per ,poi,schifarsi.e schifar chi ha creduto in lui.come lo so?non lo so.ho visto dei film.
      +piuttosto,son contenta.penso che la sua storia servirà ad altri.penso che collegi di difensori rambanti adatteranno la corona ai loro assistiti.e che altri poveri cristi,altrimenti dimenticati, usufruiranno di un po’ di giusta pietà.amen.

      • @Crazy l’estorsione l”hanno voluta mettere loro. Ancora una volta stasera in TV hanno spiegato che Trezeguet ha liberamente scelto di acquistare le foto da Corona per evitare che lui le vendesse legittimamente (era la sua professione) ad un giornale scandalistico. Il fatto è che hanno voluto punirlo perché ha rotto i maroni non parliamo di legge codici e giustizia perché queste cose in Italia non fanno testo. Sai cosa dicono forze dell’ordine ” Noi rischiamo la pelle per arrestare delinquenti incalliti e dopo una settimana i giudici li rimettono fuori” Su Corona c’è stato un accanimento dovuto ad altro non certo perché guidava senza patente o vendeva foto… gliene può fregare di meno ai giudici….

        • se ne stava stravaccato in aula.calzoni strizzati e gambe aperte.rispondeva a monosillabi.un mortaretto siculo o campano per ogni vocale emessa.dietro di lui,ci si scompisciava.i suoi legali volevano morì.il pubblico ministero era livido dalla rabbia.vostro onore schiumava sdegno.l’accusa si fece una ola.sul posto.
          +come lo so?non lo so.ho visto dei film.

        • peppa, i codici (purtroppo, in alcuni casi) fanno testo. se ne può non parlare, per carità, ma sarebbero discorsi un po’ incompleti, per quanto interessantissimi

          comunque, io i processi di corona non li ho seguiti, le motivazioni non le ho lette, le sentenze si possono criticare ma è verità giudiziaria che sia stato condannato per estorsione in definitiva dopo tre gradi di giudizio (distorsione pure quella).
          così come è vero che è stato condannato definitivamente per altri reati, anche bischerissimi. ciò comporta conseguenze importanti in tema di cumulo, recidiva, aggravanti ecc ecc, che non si inventano i giudici perché corona gli ha dato fastidio (argomento che, francamente, non condivido)
          a questa verità giudiziaria ci dobbiamo attenere, per quanto i giudici spesso possano sbagliare (come tutti), altrimenti crolla tutta la società civile e facciamo come se non esistessero regole

          andrebbe riscritto tutto? sì, decisamente, ma questo abbiamo

          detto ciò, i detenuti sono spesso trattati in maniera disumana e questo è un errore: in primis, della politica giudiziaria
          almeno in questo caso è stata data un’opportunità. buon per corona e per il figlioletto che immagino sarà contento

          e le critiche-fuffa dei processi nei salotti televisivi sono un’altra grande distorsione: spesso, si sentono bischerate enormi (e gli avvocati difensori fanno comunque il loro lavoro e difendono i loro assistiti)

          • Certo @ CrazyDiamond i giudici non si sono inventati ed hanno applicato le leggi dico solo che si sono “accaniti” Per esempio come a Parolisi inspiegabilmente è stata tolta la crudeltà a Corona è stata data nel caso “dell’interpretazione” dell’estorsione l’aggravante dell’associazione a delinquere perché quando lui si recò da Trezeguet a venderlo le foto non era da solo ma accompagnato da un suo collaboratore….le leggi esistono ma esiste pure il modo di applicarle e due pesi e due misure non va bene dobbiamo sempre pensare che potrebbe succedere a chiunque di noi….E poi non mi piace sta cosa che c’è Corona che fa la bancarotta in galera per 14 anni e il pazzo con l’accetta libero in giro per le strade della mia città….

      • Sì Coen é un ragazzo con dei disagi ma lui stesso lo ha detto tante volte. Sul fatto che ricadra’ non penso prima secondo me non aveva capito quanto lo volevano Inc. … (scusa la volgarità) ora che lo ha capito (e che ancora rischia grosso per quello che ho sentito dal suo avvocato) penso che certe cavolate non le farà più anche se continuerà ad essere un irrequieto-inquieto…

      • ne faccio, ne faccio, coen

        la depressione è una brutta bestia, e sicuramente il carcere non può aiutare a superarla (il nostro di sicuro). a me va anche bene la pietà con corona (e non solo) ma se poi si ritorna all’uscita dell’altra volta (ricordo male o in affidamento ai servizi?) il danno lo ha lui ma anche tutti noi. speriamo di no e auguri di nuova vita

        su altri poveri cristi, i difensori son sicuramente preparati e si studieranno anche questo provvedimento-corona (chiamiamolo così)
        ma scommetterei che quelli di corona abbiano depositato una bella ed autorevole perizia di parte
        e quelle, ahimè, immagino costino (ma non so come funzioni, in realtà)
        ecco che per i poveri cristi (in senso anche materiale), con pene anche minori la soluzione si complicherebbe e, non a caso, restano dimenticati

        • è vero che Corona era figlio di. E questo ha aiutato. Nel senso che si è creata una campagna d’opinione. Ma tra tutto è anche vero che andare in galera è davvero difficile ormai. Al più ci vanno rapinatori e spacciatori. Ma ormai non si denuncia manco più. Io non mi sento troppo sicuro quando vado in giro. Tipo i treni. Pure i treni ormai. Oppure la notte in giro a Milano, dipende da dove. Perché non solo può succedere qualcosa, ma se anche succede poi tanto non li beccano e se li beccano li fanno uscire. Ma poi non è tanto quello. È proprio che da un po di anni a questa parte ci si sente meno tranquilli. Non solo in campagna aperta, pure in città. In tutto questo tutto sommato Corona scattava foto a sconosciuti dandole in pasto a noialtri. Non dico che sia Julian Assange, non dico nemmeno che sia il datagate, o il Watergate, o quel che ti pare, però se esce chissene.
          Guidava senza patente? Vabbè levagliela. Mettiamo avesse picchiato uno. Fagli sborsare migliaia di euro. Ma no al gabbio. Cioè, mica avrei partecipato a fiaccolate, però chissene. È uscito, buon per lui. Così la vedo io.

          • in realtà non intendevo dire che gli è andata bene perché figlio di (anche se concordo con te sulla campagna d’opinione e il resto)
            intendevo proprio che ha i mezzi (lui o chi per lui) per farsi fare una buona perizia di parte
            mentre non credo che un povero cristo possa farsela fare (posso sbagliarmi, ma quella mi sa che la devi pagare)

            sull’estorsione si può discutere (ma lo farei solamente dopo aver letto che cosa effettivamente hanno accertato, perché l’argomento “è la prassi, lo fanno tutti” non è un argomento di ferro)

            poi sulle motivazioni per cui esce mi trovo d’accordo

            e concordo pienamente invece sul senso d’insicurezza e sulla consapevolezza che comunque se la caverebbero, tra abbreviati, patteggiamenti, messe alla prova, scuse, sospensione e attenuanti generiche. e prescrizione, naturalmente. era già così. sarà anche peggio (sensazione mia) dopo le ultimissime riforme

            è questo il problema: il nostro sistema (nel suo complesso) fa ridere i polli

            ciao, twe

          • Ciao! (:

          • Crazy comunque esiste un programma apposta, Un giorno in pretura.

          • Uno dei miei programmi preferiti.adoro.

  13. Da quel che ho capito la pena era eccessiva. Nel senso che, mi pare, è stata messa in mezzo un’aggravante che di solito viene utili nei casi d’estorsione mafiosa, ma in questo caso era un po tirata. E questo ha alzato molto.
    Poi da qui alla scarcerazione magari ce ne passa. Ma è anche vero quello che dice Peppa. È verissimo.
    Era più tipo: lanciare un messaggio. Questa megacondanna. Se ho capito bene. E poi non solo più in basso, come si dicevano, ma anche e sopratutto più in alto, allora tutto è perdonato. Perché lo sconto, perché l’attenuante, perché le leggi vigenti a tutela dello status quo, eccetera. Poi oh, io lo capisco, lui dice: al gabbio non ci torno!
    Lo spero per lui. E non mi dispiace per molti di quei vip. Io credo che il gossip sia una cosa serissima, trattamento d’informazioni sensibili, una roba da scienziati sociali. L’unica cosa è che io sono per la trasparenza, non per gli accordi sottobanco. Noi dobbiamo sapere, è il prezzo da pagare per la notorietà. E può essere molto doloroso, ma fa parte del pacchetto. Questa è roba seria, sono i pesi e contrappesi, l’anima e il destino di una società aperta. La psicosi. Il capro espiatorio. Il Carnevale. I diversivi. Queste cose qua.

  14. un detenuto costa allo stato giusto circa quattromila euro mensili.io faccio la spesa.e so che con quattromila euro mensili,se ne compra di roba.specie con le offerte.e mi chiedo.perchè io sto sempre a chiedermi.ma che ce li mettiamo a fa in galera i mariuoli ricchi e /o governanti?per vendicarci?per punirli?per redimerli?ma chi?quelli?chiedo a lor signore,sensate e munite del fior fiore della legge: ma non gli si potrebbe proporgli di comprarsi la libertà?in stile liberto?tipo: devi far dieci anni pieni.un anno ti costa cinquantamila euro.10,te ne costano cinquecentomila.li tieni?prendili dal conto svizzero.dal conto africano.dalla borsetta di mammà. non si fanno rateizzazioni.al massimo,un divertente omaggio.da ritirare alla cassa.
    +e ghià

    • crazy: e i mariuoli poveri che non han conti?
      coen:direttamente a ritirar l’omaggio alla cassa.dopo aver dato una pulita al supermercato.che è una zozzeria.

    • secondo me pagare e basta non funziona, perché un minimo di momento di riflessione ci deve essere e pagando tout court probabilmente non si avrebbe

      farei fare però dei lavori utili non solo socialmente, ma anche per loro (mense, pulizie ecc invece che appaltare), in modo a permettere loro non solo di pagarsi il sostentamento e eventuali risarcimenti, ma anche di avere una vera rieducazione, una speranza di vita nuova usciti da lì, magari imparando un mestiere (o permettendo di studiare)
      e, naturalmente, niente celle 3×3 che sono una vergogna

      semplicistico, forse, però sarebbe un’idea

      che poi 4.ooo euro mensili per un detenuto ovviamente è una cifra uffa che si perde in tutt’altro

      ps. in realtà mi sembra che gli abbienti (nel senso ce possiedono mezzi) alla fine il loro sostentamento giornaliero in carcere se lo devono pagare già (ci son rimasta, ma ho letto un articolo e pare che sia così)

      notte, coen

      • nooo.si devon pagar il vitto e l’alloggio.e la lavatura e la stiratura?troppo bello.eppoi,si lamentano del servizio?chiamano il portiere di notte?una goduria.
        +hey te.mi son fatta un giro all’orto frutta.mi son guardata le mele,e i limoni .madò. le mele mi han ricordato che alle scimmie piacciono le banane.ma è solo un parallellissmo,eh.
        +niente.di prime donne,niente.eh,si.quelle son altre robe.diciamocelo.
        +tu non c’eri.a far la spesa.non ti vedo mai.non ti inquadravano?e com’è?

        • Ero a Parigi, per quello non mi hai visto! Che simpatico Parigi.

          • è li che coscesti luisa?brava donna.forse un po’ strana.ma una simpaticona.

          • No, lì ho conosciuto Alice, Baxter. Sicuramente Luisa altrove, perché a Parigi non c’è più spazio. Ma l’universo è un piano carceri degno di una realtà civile. c’è spazio per tutti.

          • feci i compiti.imparai.m’ero stancata di ammattir dietro le tue facciate.e maledir le diottrie.e darti la soddisfazione della mia curiosità.così,feci quel che faccio da quando ero implume:feci i compiti.da sola.
            +bell’avatar.la signora mi dovrebbe ricordar qualcuna.ma non è cosa.troppo scontata.la vera roba aliena sta nella mediocrità.
            mo svanisco.sennò perdo le piume.

          • Potevi dirmelo Twe che eri qui ti avrei dato qualche indirizzo simpatico 😉
            Coen io non lo conosco corona, ma così a occhio e croce più che depresso ha un grave disturbo di personalità

          • Hai ragione! Ogni tanto sto da quelle parti. C’è un mio amico romano, che mo si è stabilito lì. E mo devo conoscere una sua amica che suona il piano, voglio proprio sentirla. Mi ha detto che è bravissima.

  15. Uno sfigato a cui mammà poteva dare più punizioni, invece di viziarlo all’infinito.

  16. Senza offesa, trovo che i giornali parlino troppo di corona e poco dei marò

    • Ecco brava. Argoementi seri ogni tanto, non le solite cavolate.
      Corona ce le ha già fatte abbondantemente a peperini, sempre senza offesa.

      • però è anche vero che due persone innocenti sono morte, che i soldati non stavano lavorando per proteggere i nostri confini e i nostri interessi. Salvare i nostri soldati sarebbe un atto di violenza istituzionale, una dichiarazione di forza, che non possiamo permetterci, purtroppo o per fortuna. Più purtroppo che per fortuna, ma d’altra parte è dalla fine dell’impero romano che più o meno va così.
        Mentre gli americani possono gestire nei loro tribunali la strage del Cermis. Esistono delle differenze:
        in un caso sono morte due persone, nell’altro dieci volte tante.
        in un caso l’incidente si è svolto in campo neutro, nell’altro sul territorio di uno stato formalmente sovrano.
        Però, detto questo, avrei preferito che fosse un tribunale italiano, con tutti i limiti del caso, a gestire la pratica. Quindi immagino anche gli indiani.
        Peraltro, per il diritto internazionale, erano legittime sia le azioni del governo americano per quel che riguarda il Cermis, sia le azioni del governo indiano per quel che riguarda i due militari italiani. Se ho capito bene. Se ho capito bene l’errore di partenza è stato quello di tornare in India. Avrebbero dovuto andarsene. Ma, anche lì, si tratta sempre di prove di forza, di tattiche difensive.
        Certo è che in India c’hanno fatto anche campagna elettorale su ‘sta vicenda e questo potrebbe influire sul trattamento in carcere e sulla pena. Ma, ad oggi, parliamo di due privilegiati, come lo sono tutti i militari. Molto più tutelati di Corona. E va bene eh, è più che giusto, da molti punti di vista. Ma non si tratta di due patrioti che difendevano la nostra libertà o supportavano (si fa per dire) la battaglia di un popolo oppresso. Uno dei due mo è in Italia, l’altro vive in un’ambasciata, se non sbaglio. Mentre dalle nostre parti una componente non indifferente (circa 4 su 10) della popolazione carceraria è al gabbio in attesa di giudizio. E ci rimane. Poi chissene di Corona, pure lui è un privilegiato. Ma i due marò hanno ammazzato un ragazzo di vent’anni e una donna sui quaranta che, qualunque versione si consideri vera, non meritavano di fare quella fine. I due marò hanno ammazzato la versione indiana di Twe e la versione indiana di una di voi. Sarà pure stato un incidente, sarà anche vero che non tutti i morti contano uguale (e questo è normalissimo, nel senso che è così che siamo programmati, io di sicuro.) ma non è come scattare delle foto, guidare senza patente o piazzare soldi falsi. Per me. Detto questo, qualora sia stato davvero un incidente, qualora abbiano solo applicato un protocollo, pur con qualche sbavatura, spero rientrino in Italia. Però non è troppo giusto, mi sa.

        • No, non è una donna. Ogni volta la do per donna, perché la prima volta che ho letto la notizia ho pensato fosse una donna, mi sono visualizzato la scena così. Sapete: donne e bambini …
          Questo è un minirapporto Istat, aggiornato al 31-12-13. Immagino che le banche dati non v’interessino. In realtà non credo v’interessi nemmeno questo. Però, per quanto le statistiche sulla popolazione carceraria e più in generale sulla devianza sono complicate da interpretare, qui ci sono molte informazioni interessanti.
          http://www.istat.it/it/archivio/153369

        • c’è il pdf con il resoconto completo, a lato. Vabbuò, quel che è fatto è fatto.
          Chissà se Fabrizio saprà stare lontano dai guai.

          • >>>ajas,la grande ferita.parlavo di narcisismo.questo conosciuto.eppoi,lo sai,io faccio le diagnosi fo da me.capirai.
            +e se la smettessimo di chiamarlo ragazzo?oh,pare niente,ma c’azzecca.

          • cavolo, se non avessi riletto non mi sarei reso conto degli sfondoni! Adesso commento altrove, da paraculo. Dovrei sempre assicurarmi di aver dormito abbastanza prima di tirar pipponi, se no finisce così. Un’altra lezione di vita, per me e tale Fabrizio. Ma quanto era bella la sua canzone dal carcere? Che schifo! Che bello!

        • Quella di glitter era una battuta!! Che mi ha fatto troppo ridere tra l’altro. Io sono con Twe sulla storia dei maro.
          Coen ecco allora la nostra diagnosi coincide

          • hai ragione tu, non capisco sempre. Però, vabbè, un modo come un altro per passare il tempo!

          • per questo mi piacevano le emoticon

          • No ma dicevo anche a georgie che mi pareva non avesse capito. Cmq glitter non ne ha mai usate di emoticon anche quando c’erano, a volte il WC, ma tutto li

          • non penso fosse una battuta.ma può pure dirlo.ci fa una bella figura.comunque.

          • Bello che hai un’amica che suona se è’ brava poi dimmi dove suona! Anche se non ho tutta l’autonomia x andare ai concerti di pianoforte che avevo una volta..

          • Oddio! Forse hai ragione Coen ma francamente non si è parlato che dei maro per mesi e mesi e di quante uova di cioccolato avevano mangiato etcetcetc

          • ma non se ne parla più.e la situazione è ancora appesa per le balls.(come direbbe glitter).poi,non so.

          • Ok ammetto che forse non ho il polso attualmente sulle news italiane. Cmq io la penso come twe sui Maro.

          • No, non era una battuta, ma quello che penso.Quando accendo la tv o compro un giornale, preferisco essere aggiornata su argomenti seri e non sulle avventure di pinocchio.Sui marò la penso come twe per quanto riguarda il rammarico per la morte di quelle persone e sul fatto che abbiano sbagliato a tornare indietro e ora dovrebbero essere giudicati in italia.Sul resto invece, al momento non ci sono ancora prove oggettive e, la guardia costiera e le perizie balistiche, smentirebbero la dinamica della vicenda, ho molti dubbi.Comunque la si pensi, un conto è il pettegolezzo dei giornaletti e un altro l’informazione che dovrebbero dare i giornali, invece di parlare sempre di corona.

          • E poi, già che son partita col mega pippone, non trovo affatto che i militari siano privilegiati, anzi, proprio il contrario.

          • Glitter scusa sono proprio cretina. Visto che mi ricordavo che almeno fino all’estatenon si parlava altro che dei Maro in Italia ho mal interpretato! Poi non sono più tornata per sei mesi quindi non sapevo.. A me personalmente infastidiva che il caso mRo venisse trattato come il caso dei due eroi di guerra, ma sono d’accordo con te sulla stampa italiana, veramente inadeguata, scandalistica è quello che è grave molto manovrata.
            Spero mi perdonerai mia cara

          • … comunque anch’io ho pensato fosse una battuta…

          • Non hai nulla di cui scusarti, davvero.Volevo solo dire che le notizie importanti sono altre, corona merita un trafiletto di due righe in terza pagina, per me.

          • Birra.

          • Corona è un argomento “facile” grazie al quale puoi pubblicare molto senza dover approfondire nulla. È il bellooccio maledetto che esercita fascino e attira attenzione a prescindere. Vende molto con poco sforzo giornalistico. I maró sono “serviti” molto in un certo momento politico, mentre ora parlarne sarebbe controproducente perchè è una situazione di stallo che farebbe emergere una certa inadeguatezza italiana nella politica estera.

  17. Corona ha giocato con delle persone sbagliate ed ecco perché la sua pena era cosi alta

    • @kate300 anche secondo me ha fatto incazzare qualcuno di molto in alto e gli hanno aumentato la pena…perchè ritengo che sia stato inverosimile che abbiano dato + anni a lui rispetto a persone che invece hanno fatto cose veramente gravi

    • Si è messo contro la famiglia Agnelli, per la storia di Lapo e del trans.

    • Secondo me è uno str… patentato che ha sempre avuto le spalle coperte, soprattutto monetariamente.
      Tutta la sicurezza che ha sempre avuto nel crearsi questo personaggio di dannato e incazzato col mondo è una grande farsa, visto che è di famiglia benestante.. che problemi ha mai avuto?
      Al massimo, come mi è capitato – ahimè – di vedere coi miei occhi.. ha sempre avuto troppo appoggio familiare anche nelle cose peggiori, dove una madre avrebbe dovuto punirlo invece di incoraggiarlo. Ma di mostri creati così, ne ho visti a bizzeffe dalle sue parti.

Inserisci un commento

Not using HHVM