Serena Autieri: “Sono una mamma e un’attrice felice: farò ‘Vacanze romane’ con la mia bimba!”

Di Edicola - 3 luglio 2015 09:07:27

Vero

Serena Autieri torna a teatro con uno spettacolo che le è rimasto nel cuore, Vacanze romane, con il quale aveva debuttato dodici anni fa. La vincitrice del Tale e quale show adesso racconta: “Il Teatro Sistina ha una storia meravigliosa ed è un palco che emoziona ogni volta che si ha la fortuna di calcarlo. Ho dei ricordi bellissimi dei tempi di questa commedia musicale. Vacanze romane ha riscosso un successo straordinario, ma è stato interrotto quando avrebbe potuto ancora girare l’Italia. Il segreto? Le emozioni che è in grado di suscitare. Le persone escono dal teatro col cuore pieno di gioia e di leggerezza e si portano a casa un messaggio importante: le persone si possono amare anche se sono diverse“. Nella versione precedente, l’attrice lavorava con Massimo Ghini. E stavolta? “Massimo è stato un grande compagno di lavoro, un attore che amo profondamente. In scena, ci hanno detto, siamo una bella coppia. Ma non so ancora chi verrà scelto stavolta. Ho lasciato una parte del mio cuore in questo spettacolo. Per me era un file ancora aperto e quando mi hanno chiamata per propormi il ritorno, ero felicissima, mi è scesa una mezza lacrima. Avevo offerte teatrali più importanti, ma non ci ho pensato mezza volta”. Quando le si chiede cosa è cambiato in questi 12 anni e come ripensa a sé stessa all’epoca, la Autieri risponde: “Parecchie cose sono cambiate. Il traguardo più grande riguarda il fatto che oggi sono una mamma e una moglie felice, sono un’altra persona e sono cresciuta artisticamente. Allora cominciavo a muovere i primi grandi passi a teatro; ero ancora acerba, ma avevo tanta voglia di imparare e portare a teatro la mia passione per la musica. Non ho mai smesso di studiare e spero che questo si veda, perché un attore non deve mai smettere di lavorare su sé stesso. Mia figlia Giulia verrà sempre con me, come l’anno scorso quando ero in tournée con La sciantosa. Ha due anni e tre mesi, ma chiacchiera già tanto e sta crescendo circondata da stimoli. E dice che la sua mamma canta molto bene! Le piace canticchiare, frequenta il pre-asilo e adora le filastrocche americane. A modo suo, si diverte già con la musica”. 

Fonte: Vero