Dopo la storia con Ramona Amodeo, Mario De Felice è il ‘toy boy’ di Giuliana De Sio? L’attrice lo difende così…

Di Redazione.IsaeChia - 27 luglio 2015 12:07:14

La differenza d’età non è un problema per lui e l’ha dimostrato più volte Mario De Felice, ex corteggiatore di Uomini e Donne che, arrivato in trasmissione per un appuntamento al buio, aveva lasciato lo studio di Maria De Filippi innamorato e felice: nonostante gli anni che li separavano, infatti, la tronista Ramona Amodeo aveva deciso di scegliere il bel napoletano, preferendolo al coetaneo bolognese Andrea Angelini. La loro storia, a dispetto dei pronostici, era stata lunga e intensa, caratterizzata da tantissimi alti e bassi, ma era terminata per le significative divergenze caratteriali tra i due.

Oggi, mentre Ramona è felice tra le braccia del suo Ugo Ponti, Mario è il nuovo compagno di Giuliana De Sio. Molti hanno accusato De Felice di vivere un amore interessato e hanno focalizzato l’attenzione sui 21 anni che lo separano dalla bell’attrice. I giornali hanno usato per l’ex protagonista di Uomini e Donne l’appellativo di ‘toy boy‘, ‘ragazzo giocattolo‘, una definizione nata negli USA per indicare uomini più giovani che scelgono di affiancare donne molto più mature.

Giuliana De Sio e Mario De Felice

A quanto pare, però, a non apprezzare questo epiteto è stata proprio la De Sio che è sbottata sul suo profilo Facebook, pubblicando la foto di una rivista, accompagnata da un lungo, irritato sfogo in cui si è scagliata contro i tabloid italiani.

Facebook

Facebook

Difende prima il suo uomo, Giuliana e poi se stessa: “Io mi chiedo quanto disprezzo profondo debba covare stampa italiana per l’umana natura, per le persone, per i sentimenti, per la dignità a cui ognuno di noi ha diritto,per arrivare a definire “giocattolo ” un essere umano. E se lui é un “giocattolo”, cioè un oggetto privo di anima, niente di più di una “cosa”, io sarei la giocattolaia, cioè una fabbricatrice o una consumatrice sentimentale o sessuale di oggetti inanimati“.

Nel suo lungo intervento l’attrice chiede rispetto per la sua relazione  – “quanti anni deve durare una relazione tra due adulti prima che la cosa debba essere trattata con un minimo di rispetto?” – ed evidente appare il suo rammarico per il modo in cui la stampa ha trattato la sua storia con Mario che, a quanto pare, è ben più seria di ciò che molti credevano: “Basta! Passi per finire paparazzata, fa parte del gioco, ma non sopporto che si offenda me e l’uomo con cui vivo. I sentimenti non seguono le “mode”, almeno non i miei, e le persone non sono oggetti“. 

E voi cosa pensate di questa vicenda, la stampa ha esagerato o anche voi siete titubanti sulla veridicità dei sentimenti di Mario?