Mauro Donà a IsaeChia.it: “Cosa è successo sotto le coperte con la tentatrice Marta Krevsun? Le ho fatto il solletico! Ora sogno una famiglia con Isabella Falasconi…”

Senza dubbio è stato il personaggio maschile più discusso e criticato della seconda edizione di Temptation Island. Mauro Donà, che i telespettatori di Canale 5 già conoscevano come cavaliere del Trono over di Uomini e Donne, nei 21 giorni trascorsi nel villaggio sardo ha messo a rischio le sorti della sua relazione con la bella Isabella Falasconi avvicinandosi pericolosamente alla tentatrice Marta Krevsun, ma coloro che si aspettavano che sarebbe uscito da reality da single sono rimasti delusi: dopo una proposta di matrimonio a sorpresa, Mauro e Isabella sono tornati a casa mano nella mano, ma con qualche dubbio ancora da chiarire.

E dopo l’intervista ad Isabella (che potete rileggere cliccando QUI) oggi in esclusiva per IsaeChia.it ecco cosa ci ha raccontato Mauro

Mauro Donà

Ciao Mauro, partiamo innanzitutto dal tuo esordio televisivo. Com’è nata la tua partecipazione al Trono over di Uomini e Donne, e come l’hai vissuta? Ciao ragazze! Quando ho deciso di partecipare a Uomini e Donne venivo da una situazione particolare, avevo terminato da poco un periodo di convivenza con una donna ed ovviamente avevo voglia di cambiare totalmente aria… Ero stanco di affrontare sempre i soliti discorsi con i soliti amici, ed avevo la necessità di evadere. Partecipare a Uomini e Donne mi è servito perché mi ha aiutato un po’ a cambiare, ed inoltre uscendo dalla trasmissione con Isabella ho avuto modo di frequentare altri amici, altri posti e personalmente questo mi è servito molto!

A Uomini e Donne sembravi tu quello più convinto dei sentimenti che provavi nei confronti di Isabella, tanto da regalarle un anello davanti a milioni di spettatori, mentre lei appariva più titubante. Quando siete usciti, invece, cosa è cambiato? Quando siamo usciti insieme dal programma abbiamo iniziato a vederci ogni week end, o io andavo da lei o lei veniva da me. Il lavoro ci vincola molto, essendo noi due liberi professionisti, ma siamo sempre riusciti ad organizzarci al meglio, ed almeno fino a marzo le cose andavano benissimo. Verso aprile è iniziato a cambiare qualcosa: vederci nel week end (spesso circondati da altre persone, tra l’altro, e con poco tempo da passare io e lei soli) non ci bastava più, stava diventando un’abitudine e non riuscivamo a concretizzare quello che in realtà volevamo, ossia vivere insieme. Ed in quel periodo sono emersi i primi problemi che hanno iniziato a minare il nostro rapporto… Quando ci siamo conosciuti a Uomini e Donne effettivamente quella che aveva grossi dubbi era lei, me l’aveva detto molto chiaramente: le sue paure erano dovute principalmente alle mie esperienze passate, ed essendo io appena uscito da una relazione temeva che io avessi in mente ancora un’altra persona. Col passare del tempo stando con me le cose sono cambiate e i dubbi si sono dissipati, lei si è legata molto e ha dimostrato poi a Temptation Island di essere molto innamorata. Anche io però avevo qualche dubbio su di lei, ti dico la verità, un po’ per gelosia e un po’ per la distanza… Avevo dubbi sul suo amore per me, ma vedendo come si è comportata a Temptation Island ho avuto solo delle grandi conferme!

Un programma del genere è una bella prova per dei fidanzati gelosi: tra voi due chi lo era di più? Io sono sempre stato geloso nei suoi confronti, sin da subito, però onestamente anche lei era molto gelosa, magari non è emerso ma anche lei è molto gelosa e lo è sempre stata! Magari io a volte lo dimostravo di più, invece lei qualche volta si tratteneva.. però siamo entrambi gelosi l’una dell’altro, allo stesso modo. Io sono geloso di natura, della mia ragazza sono geloso di natura e ci mancherebbe, però in questo caso la gelosia era aggravata da determinate situazioni: durante la settimana, quando non eravamo insieme ed uscivamo con gli amici la sera, l’idea che lei andasse per locali con altre persone mi faceva ingelosire. Magari io le mandavo un messaggio e lei mi rispondeva dopo un’ora, dopo due ore, e quindi diventavo ancora più geloso…

Cosa vi ha spinto quindi a partecipare a Temptation Island? Eravamo arrivati ad un punto della nostra storia in cui volevamo avere delle conferme prima di fare dei passi successivi. Volevamo vivere insieme e soprattutto sposarci, ma per farlo dovevamo essere entrambi sicuri al 100% dei nostri sentimenti, di cosa provavamo l’uno per l’altra, per capire se effettivamente eravamo pronti a condividere un futuro insieme oppure no: se ci siamo messi alla prova è proprio per questo motivo!

Tra tutte le tentatrici presenti nel vostro villaggio ti sei avvicinato molto alla bella Marta Krevsun: il tuo era un modo per stuzzicare Isabella? Marta non è stata la prima persona con cui io sono uscito, ma abbiamo iniziato questa conoscenza dopo qualche giorno dall’inizio del programma. Abbiamo passato molto tempo assieme: facevamo sport insieme, correvamo quasi ogni giorno insieme, giocavamo a volano, facevamo snorkeling o andavamo sulla tavola, quindi effettivamente molto tempo lo abbiamo passato insieme io e lei… Non mi sono comportato così per provocare Isabella, assolutamente, è stato proprio qualcosa di naturale! Almeno per quanto mi riguarda non mi sono mai imposto un comportamento piuttosto che un altro, è  stata una cosa naturale che è successa in una situazione particolare…

Secondo te Marta stava giocando o si è realmente infatuata di te? Questa è una bella domanda! Non so cosa risponderti, non so se effettivamente ha avuto quell’atteggiamento perché presa da me o per altri motivi… Ci sono state due fasi in questa mia conoscenza con Marta: nella prima metà del percorso era qualcosa di naturale, e anche se non si è visto abbiamo affrontato diversi discorsi, dagli argomenti più leggeri a quelli più seri, e ci trovavamo bene in compagnia l’uno dell’altra. Nella seconda metà del percorso la situazione è un po’ degenerata, abbiamo litigato spesso e volentieri -anche in modo pesante, come si è visto- ed è cambiato il modo di vivere questa esperienza.. Però alla domanda che tu mi hai fatto non ti so rispondere!

Durante la famosa passeggiata sul molo Marta ti ha preso la mano e tu quasi subito l’hai ritratta per rispetto di Isabella, salvo poi avvicinarti nuovamente alla Krevsun per chiarire. Quando sei rientrato nel villaggio, hai poi raccontato la vicenda ai tuoi compagni di avventura, ma in un modo non esattamente fedele alla realtà: come mai? Ti spiego come sono andate le cose, perché me lo ricordo molto bene… E’ successo che in occasione di quell’esterna abbiamo mangiato un gelato e poi abbiamo fatto questa passeggiata. Come si è visto anche in televisione, io stavo tenendo le mani in tasca e lei mi ha detto che aveva studiato il linguaggio del corpo, così io ho tolto le mani dalle tasche e lei le ha subito prese tra le sue… Io ero in un imbarazzo totale, ma veramente, perché di fronte al gesto di dare la mano ad un’altra ragazza mi immaginavo la reazione di Isabella. Allora ho fatto due o tre passi indietro e le ho detto “Guarda, scusami se ti lascio un attimo la mano” perché ero proprio imbarazzato, non volevo tenerle la mano. Secondo me questo gesto non è stato naturale da parte sua, e m’aveva anche un po’ scosso… Poi si è visto che io dopo la sua piccata reazione mi sono avvicinato per dirle che mi spiaceva per quello che era successo, ed abbiamo nuovamente discusso. Figuratevi che siamo tornati al villaggio a bordo di due auto diverse, tanto eravamo entrambi incavolati per motivi diversi. Quando sono rientrato nel villaggio ero così scosso che ai ragazzi ho raccontato solo parte di quello che era successo. Quando poi mi sono rivisto da casa anche io mi sono chiesto come mai avevo omesso alcune parti del racconto, mi sono detto “Che figura che ho fatto!”: forse era meglio che non dicessi niente, che facevo più bella figura… A volte lì dentro al villaggio sono successe cose che poi rivedendole in televisione mi facevano sentire veramente uno schifo. Quando sei lì dentro non te ne rendi nemmeno conto, perché le emozioni che vivi sono veramente forti e a volte cerchi delle risposte, cerchi di capire il perché di tante cose, però effettivamente quando poi le rivedi da casa non comprendi proprio il perché di certi tuoi atteggiamenti. Ti dico la verità, ci sono stati giorni veramente difficili, soprattutto quelli dopo le puntate nei quali ti senti davvero male per quello che hai fatto, e più che fatto detto.. Perché secondo me sono stato peggio con le parole che con i fatti nei confronti di Isabella.. Però purtroppo all’interno del villaggio succedono delle cose alle quali a volte non riesci neanche a dare una spiegazione!

L’episodio che ti è costato più critiche è quello della notte trascorsa insieme in giardino, nascosti dalle coperte sotto le quali si intravedevano dei movimenti. Hai finalmente l’opportunità di chiarire una volta per tutte questa situazione… C’era stata una festa quella sera e alla fine ci eravamo messi tutti in giardino a dormire, anche se da come si è visto in televisione sembrava che fossimo soli… Sotto le coperte io le ho preso le mani e gliele ho accarezzate a lungo, poi le ho sfiorato una coscia con la punta delle dita e lei lì è scattata perché le ho fatto il solletico: altro che approcci hard come ho letto in giro, quegli scatti che le avete visto fare erano dovuti solo a quello! Certo, chi ha visto quella scena da casa poteva immaginare chissà cosa, ma non è proprio nella mia natura, non ho mai fatto certe cose in vita mia e figuriamoci se andavo a farle lì! Tra l’altro se fosse successo davvero qualcosa tra di noi Marta l’avrebbe detto subito, non avrebbe aspettato la fine del programma e la conferma delle mie intenzioni di proseguire la relazione con Isabella, non trovate?

Un’altra questione sulla quale non c’è molta chiarezza è quella dei bigliettini che vi siete scambiati durante il vostro ultimo week end. Come sono andate veramente le cose in quell’occasione? Qui ci sarebbe un capitolo da raccontare… Dopo la cena io sono entrato nella mia camera e sono andato a fumare una sigaretta sul terrazzo, e nel primo bigliettino che mi è arrivato lei mi ha scritto “Sei un bugiardo“, perché poco prima le avevo detto che non fumavo e lei vedendomi con la sigaretta in bocca l’ha presa quasi come un’offesa… Io le ho risposto “Guarda, non sono mai stato così sincero“, e lì è cominciata una serie di bigliettini che ci ha tenuti occupati quasi per un’ora.. Quelli scritti da me che ha letto lei alla redazione sono tutti veri, peccato che non abbia letto anche quelli che ha scritto lei! Ci sono stati diversi messaggi, da entrambe le parti: da come s’è visto sembrerebbe che io le ho lanciato questi messaggi dal nulla, però in realtà non è così, erano delle risposte a ciò che mi aveva scritto lei. Ci sono state delle provocazioni abbastanza forti, ha scritto addirittura “Io voglio te” e nell’ultimo bigliettino mi ha scritto per un attimo aveva pensato che un uomo potesse fare una pazzia per lei, che aveva immaginato me senza una fidanzata e che le rimarrà un bellissimo ricordo. Io poi sono andato a dormire, nonostante lei tentasse in altri modi di richiamare la mia attenzione…

Come mai non l’hai raggiunta in camera sua, a quel punto? Io alle tre, tre e mezza di notte, non sarei mai andato in camera sua, non solo perché non volevo andarci ma perché come ho detto anche a lei non sono fatto di ferro e se fossi entrato nella sua stanza c’era il rischio che potesse succedere quello che io non volevo… Se fossi andato in camera sua avrei perso -senza possibilità di scusarmi- Isabella, questo è fuori discussione, e quindi non ci sono voluto andare. Tra l’altro dalle immagini è sembrato quasi che avessi baciato Marta: sì, l’ho baciata, ma sulla guancia! Mai una volta è successo che io l’abbia baciata sulla bocca!

Marta sembrava interessarti molto anche a livello mentale, tanto che hai azzardato addirittura un paragone a livello culturale che ha ferito molto Isabella… Per Marta, l’ho detto anche nell’ultimo falò, c’era un’attrazione… Se potessi tornare indietro e potessi tagliare quella frase su quanto Marta fosse più colta di Isabella la taglierei: a volte ti escono delle parole senza nemmeno che tu te ne renda conto, vuoi dire una cosa e te ne esce un’altra… Io ovviamente non volevo che passasse il messaggio che Marta fosse una persona colta mentre Isa no, anche perché non è così. Volevo semplicemente dire che avevano caratteristiche completamente diverse l’una dall’altra, ma nonostante questo io continuavo a voler stare con Isabella che trovo sicuramente più donna rispetto a Marta. Questa mia frase ha ferito molto Isabella, l’ha colpita nel vivo ed è stata molto male per questo. Ancora oggi ogni tanto ne parliamo e ne discutiamo, ma io non volevo assolutamente darle dell’ignorante, perché se Marta è colta sotto certi aspetti certamente Isa lo è sotto tanti altri!

Dicci la verità, c’è qualcosa dei comportamenti di Isabella nel villaggio che ti ha infastidito? Sì, assolutamente sì! Noi le puntate le abbiamo guardate insieme, perché era il caso che le guardassimo insieme, e mi ricordo che all’inizio, nella prima o nella seconda puntata, le parole che lei diceva nei confessionali o alle altre ragazze erano forti, è andata giù subito pesante, e io le dicevo “Ma perché tu hai detto queste parole subito all’inizio, quando non era forse successo ancora niente di particolare?“. Lei mi ha risposto “Guarda, purtroppo a volte io reagisco così, in modo forte, perché comunque avevo già visto che poteva esserci un interesse per questa ragazza qui, quindi avevo già capito quello che poteva succedere e che poi in realtà è successo, e quindi la mia reazione è stata veramente forte“. Ora capisco il perché di tanti suoi sfoghi, ma ricordo che quando avevo sentito i suoi rvm non ero rimasto indifferente. Tra i tentatori, poi, avevo già notato in Alessandro Cisternino caratteristiche che potevano colpirla e mi ero preoccupato, tanto che gli ho dato il bracciale per evitare che facessero esterne fuori dal villaggio, ma loro hanno aggirato l’ostacolo trascorrendo comunque del tempo insieme e dopo che lei ha confermato che uno come lui l’avrebbe potuta incuriosire dentro di me è scattata subito la gelosia… Poi nella seconda esterna è uscita con un altro ragazzo che secondo me non poteva suscitarle alcun interesse e mi sono un po’ tranquillizzato, ma da lì in avanti non ho più visto nessun rvm che la riguardasse, non capivo il perché e mi sono preoccupato ancora di più. All’inizio pensavo non volesse mettersi in gioco, poi ho capito che semplicemente non aveva interesse nei confronti di nessun tentatore e lì dentro ha capito che l’amore che prova per me è veramente forte. Poi vedere il mio comportamento dall’altra parte l’ha distrutta…

Cos’hai pensato quando hai visto il weekend solitario di Isabella? In quel momento mi sono sentito uno schifo, davvero. Vedere quel filmato dove lei trascorre il week end da sola, piange, sfoglia una rivista di abiti da sposa e dice che io ero l’unica persona con cui aveva pensato di sposarsi ma poi le era crollato tutto questo sogno mi ha colpito molto, tanto è vero che io sono uscito dal pinnettu e sono rimasto qualche minuto da solo fumando una sigaretta e pensando, poi sono arrivati gli altri e sono crollato in un pianto a dirotto, perché ci stavo davvero male… Già prima di quel video io ho sempre detto, anche se non si vede, che volevo stare con Isabella, e l’ho ribadito persino alla fine del mio week end. Quando mi avete visto dopo il week end andare da Amedeo Andreozzi e dirgli “Per me la situazione è chiara!“, intendevo dire che sapevo esattamente cosa volevo… Isabella!

In vista del falò finale, al momento di salutare Marta, le hai fatto intendere abbastanza chiaramente che tra voi si era trattato solo di attrazione, ma hai anche aggiunto che secondo te quello non era il vostro ultimo saluto. Perché? Avevi intenzione di tornare da lei in caso Isabella non ti avesse dato un’altra possibilità? A Marta ho detto “Non so se ci risentiremo… Io voglio parlare con Isabella, voglio chiarire alcune cose…“, non le ho mai detto “Ci vediamo dopo!“. Quando fanno vedere che dico a Marta “Probabilmente non ci saluteremo qua!” è solo perché ero convinto che al falò ci fosse anche lei, visto che aveva chiesto più volte di poter parlare con Isabella, niente di più, anche se è passato il messaggio che la volessi rivedere dopo il programma. Ti dico la verità, io Marta da quel giorno non l’ho mai più sentita, né tramite telefono né tramite social. Se avessi voluto proseguire la conoscenza con lei l’avrei contattata, non trovate? Ma non l’ho fatto! Se Isabella non mi avesse dato un’altra possibilità avrei lasciato Temptation Island da solo e non sarei comunque uscito con Marta, assolutamente! Mai ho pensato di lasciare il programma con una donna che non fosse Isabella… Quando durante le prime puntate ho consigliato a Marta di visitare Pavia il mio non era un invito, non le ho mai detto che ci saremmo visti o sentiti fuori dal villaggio. Con questo non voglio rinnegare l’attrazione che ho provato nei suoi confronti, quella c’era e si vedeva: ho passato 21 giorni con lei all’interno di un villaggio in cui le situazioni si vivevano più intensamente rispetto alla realtà, ci sono stati momenti dove abbiamo condiviso cose piacevoli, certo, ma anche tanti altri costellati da accesi litigi. E’ stata una mia decisione di trascorrere del tempo con lei, potevo persino rinunciare al week end visto che avevamo appena litigato ma non l’ho fatto, perché era la persona con cui avevo condiviso di più e ho voluto vedere fino all’ultimo se i miei sentimenti per Isabella venivano intaccati dalla nostra conoscenza… ma non è successo!

Con che stato d’animo hai vissuto il confronto finale con Isabella davanti al falò? Penso che quel giorno sia stato quello dove ho vissuto più emozioni in assoluto. I falò solitamente li registravano molto tardi, e non sapevamo mai quante ore dopo cena fossero previsti. Quel giorno mi sono venuti a chiamare presto, dicendomi “Mauro, andiamo!“, al che ho risposto “Ma dove?“… Cioè, io non ero assolutamente pronto, nemmeno vestito, perché mi aspettavo il falò molto più tardi ed ero lì a pensare a cosa dire e cosa fare, e invece nel giro di pochi minuti mi sono dovuto dirigere verso la spiaggia. Mi ricordo che il tragitto verso i tronchi sui quali ci sedevamo non finiva più… Poi una volta lì seduto, è stato tutto veramente, veramente forte.. C’era veramente tanta gente attorno a noi due, ma in quel momento lì non vedi nessuno se non la persona che hai davanti. Dopo aver visto l’rvm dove diceva che l’avevo delusa e non mi voleva più, è normale che sia arrivato al falò col la paura che Isa nemmeno si presentasse, quindi già vederla sinceramente mi ha in parte risollevato, perché comunque avrei avuto modo di chiarire, di parlarle e di spiegarmi. Non ricordo nemmeno con esattezza cosa ho detto in quel momento, cercavo semplicemente di fare il possibile per non perderla, ed ero talmente concentrato che credo di essermi contraddetto senza accorgermene… Quando abbiamo parlato dei bigliettini a Marta, per esempio, ho detto di aver scritto “Non voglio“, Isa ha precisato che avevo scritto “Non posso” e io fermamente ho ribadito “No, ho scritto non posso e non voglio“: non era vero, avevo scritto davvero “Non posso” e in così dicendo mi stavo tirando di nuovo la zappa sui piedi, perché poi era normale che la gente pensasse che ero falso fino all’ultimo. Invece la verità è che la paura di perdere Isabella era così forte che stavo solo tentando di fare il possibile perché ciò non avvenisse… Sentendo il discorso di Isa pensavo davvero di averla persa, soprattutto quando alla sua esortazione “Vabbè, dai, dimmi cosa mi devi dire…” alla quale si aspettava tutta un’altra risposta io le ho detto “Ti voglio sposare!” e lei è scoppiata a ridere… Lì ho pensato “Ecco, è finita!“.

Molti telespettatori hanno visto in questa tua inaspettata proposta di matrimonio l’ultima spiaggia per farti perdonare, visto che il desiderio di costruirsi famiglia era un po’ il “punto debole” di Isabella…  Se ho chiesto ad Isabella di sposarmi, non l’ho fatto tanto per fare, ma perché è quello che voglio davvero: passare molto più tempo di prima insieme a lei, sposarla e condividere il futuro con lei. I pochi dubbi che avevo prima di questa esperienza non li ho più: forse ho sbagliato i modi e l’ho fatto in un modo pessimo, non lo nego, ma sono riuscito a darmi le risposte che volevo e tutto quello che ho detto durante l’ultimo falò era quello che sentivo. Il 22 luglio era il suo compleanno, io e Isa siamo usciti a cena e ad un certo punto le ho consegnato una lettera che avevo scritto -dedicandole anche un pezzettino di una canzone per noi importante- e le ho regalato un altro anello, un eternity, l’ultimo che si regala prima del grande passo. Io a lei avevo sempre detto “So cosa ti chiederò alla fine di Temptation Island”, anche se non le avevo mai rivelato cosa. Certo, volevo avere delle risposte visto che era per quello che partecipavo al programma, e per averle ho esagerato, tenendo dei comportamenti anche molto pesanti; prima di partire sapevo che mi sarei voluto mettere alla prova, ma pensavo di viverla in modo diverso… Adesso Isabella sta aspettando la proposta ufficiale, perché dice che quello che ho fatto al falò non era ciò che desiderava, ora vuole che lo faccia concretamente, con una data. Ancora la data non c’è, ma ho in mente quando potrebbe essere e sto aspettando il momento giusto per chiederle ufficialmente la mano!

E’ passato più di un mese da quando avete abbandonato insieme il villaggio di Temptation Island: sei riuscito a riconquistare la fiducia di Isabella, oppure ci sarà bisogno di più tempo? Una volta usciti dalla trasmissione tra me e Isabella non è stata tutta rose e fiori, anzi! Dal canto mio ho cercato in diversi modi di farle capire quello che provo per lei, di riconquistarla come lei vuole. In alcune occasioni ho dato troppo peso ai commenti negativi che mi venivano rivolti sui social, e lei giustamente ne aveva a male perché diceva “Cavoli, io ti ho se non perdonato del tutto ma comunque dato una seconda occasione, tu dovresti essere solo contento che siamo ancora qui insieme invece di preoccuparti delle critiche… preoccupati di noi!“, ed ha perfettamente ragione. In questo periodo sto cercando di riconquistare ciò che ho perso..

A quanto pare non stai vivendo benissimo le critiche che ricevi sui social Sì, questo è un mio difetto. Di critiche ne sto ricevendo tantissime, sin dalla prima puntata, e le accetto, ci mancherebbe. Il mio comportamento è stato quello che è stato, ma credo si stia andando veramente oltre, perché vada per il “Fai schifo!” o il “Sei brutto come la fame!“, capisco persino chi sostiene che Isabella meriti di meglio di me, ma addirittura arrivare ad accusarmi di pedofilia o ad augurarmi la morte credo sia veramente eccessivo… stiamo parlando pur sempre di un reality! Isabella sa reagire molto meglio di me alle critiche, capisce che farci condizionare dai commenti negativi va soltanto a discapito nostro, e si arrabbia se divento scostante e mi irrito per i social. In questo periodo a volte arrivavo al punto di dire sul lavoro “Vado all’appuntamento” ma in realtà tornavo a casa, perché avvertivo il bisogno di staccare e scaricarmi anche solo per una mezz’oretta. Ho provato a stare lontano dai social, ma quando l’occhio cascava qui e là e leggevo tutti gli attacchi accusavo il colpo. Ci sono state delle sere dove mi sono chiuso in casa a mangiare da solo, tentando di guardare la televisione per non pensarci, e questo accadeva soprattutto dopo le puntate, il mercoledì e il giovedì, perché da una parte vedi quello che hai fatto e ti senti un po’ uno schifo, e dall’altra naturalmente capisci anche certi attacchi.. Io spero che gli animi si calmino, davvero!

Isabella ci ha raccontato di una tua affermazione molto particolare che le hai rivolto qualche tempo fa, quando le hai detto “Sarei un buon padre, ma non un ottimo marito”. Cosa intendevi? Prima di partecipare a Temptation Island le avevo detto “Posso essere un buon padre, ma poi non so! Ti posso dare un figlio, delle attenzioni, ma magari non posso essere un buon marito, proprio perché…“… La paura e i dubbi che mi attanagliavano in quel momento erano quelli che sono poi emersi anche durante il programma: nel corso della vita capita di cadere in tentazione anche a coloro che non partecipano a programmi come questo, del resto. Ad oggi sono convinto di poter essere non solo un buon padre ma anche un ottimo marito, con le tentazioni ho chiuso (ride, ndr)!

Quindi si può dire che Temptation Island ti sia servito molto… Personalmente sì, moltissimo! Magari l’ho fatto in un modo forte, esagerato, ed avrei sicuramente potuto agire diversamente, lo ammetto, ma avevo bisogno di avere delle risposte precise e penso proprio di averle ottenute. L’esperienza di Temptation Island è stata ancora più forte rispetto a quella di Uomini e Donne perché si è trattato di un vero e proprio esame personale: in un contesto così particolare ti riesci a rendere conto di quello che hai fatto, di quanto hai fatto star male un’altra persona e ti cambia, a meno che non sei proprio stupido ti cambia eccome! Io ho capito un sacco di cose grazie a questa trasmissione: uno può dirmi “Dovevi arrivare a 40 anni per capirle?“… eh, lo so, ma se non avessimo fatto quest’esperienza non so come sarebbe andata a finire tra noi! Quando ho detto ad Isabella di aspettare la fine senza abbandonare il gioco anzitempo non era per divertirmi fino all’ultimo come qualcuno ha pensato, ma perché avevo ancora bisogno di alcune conferme…

Quando le hai avute? Le ho avute -stranamente- andando oltre quello che uno dovrebbe fare: quella situazione così particolare mi ha portato a far delle cose che, una volta riviste in televisione, mi han fatto sentire veramente uno schifo! Però questo modo forte di approcciarsi al programma a me è servito per capire sicuramente quello che non voglio essere, e sicuramente non avrò più i dubbi che potevo aver prima di entrare nel villaggio!

Con quale degli altri fidanzati hai legato di più? All’interno del villaggio noi  fidanzati abbiamo stretto un legame fortissimo, non abbiamo mai avuto una discussione, magari qualche volta dei chiarimenti, ma non di più! Uno la pensava in un modo ed uno in un altro, per carità, però eravamo e siamo tuttora molto legati, e questa è una delle cose più belle che mi ha potuto dare questo programma. Sono legato a tutti e cinque, ma a due di loro particolarmente. Uno è Emanuele D’Avanzo perché abbiamo vissuto una situazione molto simile, tutti e due abbiamo fatto star male le nostre fidanzate ed abbiamo entrambi rischiato di perderle, quindi questo percorso parallelo ci ha uniti molto. L’altro ragazzo con cui ho costruito un rapporto fantastico è Salvatore Di Carlo: Salvo è una persona particolare, che prima di aprirsi completamente ha bisogno di tempo, ma quando si lascia andare non vi dico le risate! Il primo falò lo abbiamo registrato alle 3 di notte, siamo rimasti ore ed ore ad aspettare e tutti gli altri si sono addormentati tranne noi due che abbiamo parlato a lungo, di cose importanti anche, si è confidato molto. Abbiamo legato e scherzato molto, lui è un tipo simpatico e io stavo al gioco con lui. Non ci siamo ancora rivisti, ma spero di poterlo fare presto!

E qual è la coppia, tra le altre cinque che partecipavano al reality, che ti è piaciuta di più, che hai visto più solida? Emanuele e Alessandra, senza dubbio!

Quali sono i vostri progetti per il futuro, adesso? Per il futuro prossimo sicuramente c’è in programma una vacanza con Isabella, e poi ci stiamo organizzando per riuscire a passare più tempo insieme possibile. Isabella non è molto per la convivenza, che è un po’ un “vediamo come va“: noi non abbiamo più l’età di fare una prova! Sicuramente prima del grande passo passeremo molto tempo insieme, ma il mio sogno è uno solo: sposarla, finalmente!

Prima di salutarvi vi racconto un aneddoto, perché stamattina è successa una cosa particolarissima… Io sono stato da Isabella fino a ieri, e sono partito alle 6 della mattina per arrivare in ufficio per le 10.30. Quindi ho fatto 460 km, sono arrivato, ho lavorato, poi alla sera mi son visto con Dario, Emanuele, Alessandra e Claudia e sono rincasato alle 2.30. Stamattina mi sono svegliato, ho guardato a fianco del letto e non ho trovato Isabella… ma ero sveglio, non era un sogno! Esclamo “Dov’è?“, corro in sala e in sala non c’era, poi ho guardato in cucina e in cucina non c’era, al che dico “No, è successo qualcosa!“, perché comunque abbiamo vissuto un mese di terrore, tanto è vero che prendo il telefono e la chiamo per dirle “Cosa è successo?“, poi mentre sta squillando penso “Ma cavoli, ma non ha dormito con me stanotte!“… questo per farvi capire in che vortice pazzesco ci siamo trovati (ride, ndr)! Mi ha fatto davvero piacere fare questa chiacchierata con voi, ragazze! Un abbraccio a Isa e Chia, Mauro

About Chia

28 commenti

  1. Io cerco isabellina, isabellina, o isabellina,
    io cerco e non la trovo
    chissà dove sarà.
    Io cerco isabellina, isabellina, isabellina,
    io cerco isabellina…
    chissà dove sarà!
    Dove sarà!
    Dove sarà!

    • newmogliettina

      Se poi un matrimonio finisce per tradimento o mancanze di rispetto non ci si pianga addosso perché un uomo così leggerino non può di certo essere affidabile. L’unica consolazione è che belle donne come Marta lo possono corteggiare solo davanti la tv quindi nella vita reale trovare meglio di Isabella la vedo difficile..parlo solo di bellezza tanto lui non credo ci metta il cuore in fatto di donne

  2. Bla, bla, bla… Ma Mauro, ma veramente?! Il solletico?!!! 😀 Ma pensi veramente che qualcuno potrebbe crederti?!

Inserisci un commento

Not using HHVM