Tania Cagnotto: “Ho sempre sognato di sposarmi…E di battere le cinesi. Adesso tutto è realtà!”

Di Edicola - 11 agosto 2015 13:08:23

Chi

Dopo il trionfo di Kazan, dove ha vinto uno storico oro nel trampolino da un metro, ad aspettare Tania Cagnotto c’è un nuovo traguardo: sposare Stefano Parolin. Il matrimonio è fissato per il 2016 e Tania, da vera campionessa, si prepara all’appuntamento con larghissimo anticipo: prima di partire per Kazan, infatti, si è recata a Milano per le prove dell’abito e per scegliere le fedi. Eccola, infatti, immortalata mentre esce da una nota gioielleria mano nella mano col fidanzato. Intervistata, la tuffatrice racconta che non si aspettava un tale successo: “Quando si affrontano gare così importanti la testa diventa un groviglio di pensieri, tra cui ‘Vado per vincere’ e ‘Speriamo di portare a casa la medaglia. Tra confusione, emozione e paure, è fondamentale arrivare allenati bene”. E quando le si chiede se battere le cinesi all’ultimo respiro dà più soddisfazioni, confessa: “Forse è ancora più soddisfacente che vincere la medaglia mondiale! Scherzi a parte, non ci credevo. Le cinesi sono la perfezione totale nei tuffi. E’ sempre stato un mio sogno batterle ed esserci riuscita è la cosa più bella che mi sia capitata. Che goduria guardarle dall’alto! La vittoria la dedico un pochino a me stessa e poi a tutto il team che lavora con me. Dediche speciali vanno a mia mamma e al mio Stefano, che hanno sofferto e tifato per me da casa“. Quando le si chiede dei preparativi di nozze, risponde: “Vanno avanti eccome. Dev’essere tutto pronto prima delle Olimpiadi, che si terranno in Brasile, dal 5 al 21 agosto 2016. Con Stefano siamo stati da Damiani a scegliere gli anelli che saranno il nostro sigillo, poi ho conosciuto la stilista che disegnerà il mio abito, Alessandra Rinaudo. Sembro così controllata, ma so che quel giorno sarò emozionatissima e mi scenderà la lacrimuccia. E’ un sogno che ho fin da quando ero bambina e sono felice di poterlo realizzare con Stefano. L’addio al nubilato? Non so cosa rispondervi. Chissà cosa stano organizzando quelle pazze delle mie amiche! Non ho idea di quando, dove e come sarà, ma di sicuro sarà divertente e indimenticabile“.

Fonte: Chi