Vacanze italiane 2015: boom di prenotazioni per la Riviera romagnola e il Sud Italia e adesso parte il controesodo…

Di Isa - 22 agosto 2015 19:08:25

Immagine
Anche quest’anno le tanto attese ferie della popolazione italica sono arrivate agli sgoccioli, e per molti la conclusione della vacanza è imminente.
La concentrazione dei vacanzieri si è avuta, nel rispetto della lunga tradizione italiana, nel periodo a cavallo di Ferragosto. Nonostante le previsioni del tempo proprio in quel fine settimana avessero segnato un andamento incerto, la maggior parte degli italiani, in linea con le salde abitudini tricolori, ed in barba alle “sventurate profezie metereologiche” ha scelto il mare, che fosse nostrum, Adriatico, o Tirreno come meta per crogiolarsi al sole. Ancora una volta quindi la spiaggia batte le vette, e registra un boom da tutto esaurito.

Secondo l’Osservatorio Trivago infatti gli hotel di 50 delle destinazioni balneari più ambite, prenotabili online, nel weekend tra il 14 ed 16 di agosto, hanno registrato una disponibilità bassissima: solo il 2% delle 8.952 strutture alberghiere aveva una camera libera. Le destinazioni più ricercate si collocano nel solco della tradizione e quindi sulla Riviera romagnola, con Rimini e Riccione in testa; a queste si affiancano località del Meridione come Positano, Taormina, e Favignana. La Sicilia infatti vede le sue quotazioni in rialzo, e oltre a Taormina, terza dopo le mete storiche della Riviera, anche Cefalù e Giardini Naxos sono arrivate in pole position. Quest’estate comunque ha visto quotazioni in rialzo per tutto il Meridione: Sicilia, Campania, Puglia e Calabria, sono state più affollate del solito probabilmente anche a causa del rischio terrorismo nelle tradizionali mete low cost estere, quali Egitto e Tunisia.

Località balneari a parte, anche alcune città siciliane, come Trapani, Catania e Palermo, hanno registrato un alto numero di prenotazioni per il fine settimana a cavallo di Ferragosto. Nonostante il primato rimanga alle zone di mare, anche la Val d’Aosta quest’anno ha registrato il tutto esaurito.

E dopo l’affollato weekend del 15 di agosto, che ha visto la prima tornata del contro esodo il 16 di agosto, anche per questo fine e per il prossimo si preannuncia il binomio di “arrivo e partenza”: dopo il “mare, mare, tanta voglia di arrivare”, arrivano la seconda e la terza ondata del contro esodo sulle carreggiate dello Stivale. Quali strategie adottare per affrontare al meglio il controesodo sulle quattroruote? Tanti sono i consigli, tuttavia il minimo comune denominatore per arrivare sani e salvi a destinazione, dopo aver trascorso un piacevole tragitto, rimane prendersi cura della propria auto, sottoporla a tutti i controlli necessari, assicurarsi di aver cambiato le gomme, controllato l’olio, il funzionamento dei bocchettoni dell’aria ecc… Naturalmente non vanno dimenticati i piccoli accorgimenti per passeggeri e conducenti, come avere sempre con sé dell’acqua gelata, dei piccoli snacks e della frutta; durante imbottigliamenti e traffico intenso potrebbero rivelarsi davvero salvifici. Buon rientro!