Antonella Clerici, Lorella Cuccarini e Chiara Galiazzo: “Adesso cantiamo noi! E diciamo la nostra su Maria De Filippi, Raffaella Carrà…e Miss Italia!”

Di Edicola - 13 settembre 2015 09:09:35

Chi

Per l’ottava edizione di Ti lascio una canzone, la conduttrice Antonella Clerici ha deciso di trasformare lo show in un vero e proprio show di prima serata, con Fabrizio Frizzi, Massimiliano Pani, Chiara Galiazzo e Lorella Cuccarini.L’unione fa la forza. Io e Lorella non siamo delle sgomitatrici, siamo donne appagate, abbiamo un’età e una carriera. Chiara mi piace perché è una ragazza sana, una di quelle belle venete con i valori di una volta, ma è anche moderna, vicina ai valori dei giovani” ha dichiarato la Clerici a riguardo. La Cuccarini, invece, reduce dall’esclusione dalla giuria di Forte forte forte, commenta: “Il comune denominatore di noi tre è che siamo persone vere e che quando andiamo in video, non ci rappresentiamo ma siamo come siamo nella vita. Antonella è stata molto intelligente, ho sempre amato avere attorno persone capaci, che possono fare la differenza ed è bello anche vivere della luce che ti possono dare gli altri”. Infine, Chiara racconta: “Mi sto ambientando, sono nata a X Factor e qui in giuria saremo più morbidi. Antonella è molto forte e ha il dono dell’ironia; Lorella ha fatto la storia della tv, anche se non ho mai seguito i suoi balletti perché sono troppo legnosa!“. Quando si chiede delle novità nello show, la storica conduttrice risponde: “La prima parte è uno show musicale, dove i bambini si esibiscono ma senza la gara. Dopo la mezzanotte sarà un talent coi concorrenti delle edizioni passate, che nel frattempo sono diventati maggiorenni. Visto che andavano a The voice e ad altri talent, ci siamo chiesti ‘Perché non lo facciamo noi? Dobbiamo formare i ragazzi per altri programmi?'”. E ancora una volta saranno in concorrenza con Maria De Filippi e Tu si que vales su Canale 5: ‘Ormai è scontato come dire che il cielo è blu ad agosto. Non è una mia precisa volontà, ne farei a meno, vista la bravura di Maria, ma è la Rai che decide. E’ un’avversaria talentuosissima, e una bella sfida che si ripete da dieci anni. Sono stata coraggiosa ad accettare format mai sperimentati, come l’anno scorso Senza parole. Ho testato un nuovo programma su di me e contro Maria De Filippi. Ma sarò scema? Con Ti lascio una canzone mi sento più tranquilla, magari perdo lo stesso, ma è un prodotto che conosco. Siamo tutti figli di Portobello e Stranamore: questi programmi di emozioni si ricordano tutti tra di loro. Ho capito come si doveva fare dopo cinque puntate, quando ho finito, e ho capito che avrei dovuto registrarle, come Maria. E poi con l’età ho realizzato che il mio stile è solare, devo fare trasmissioni dove posso tirare fuori il mio cazzeggio! Quanto a Il Volo, che sono stati scoperti nel mio programma e hanno vinto il Festival di Sanremo, ho sempre creduto in loro, li ho portati anche a Sanremo nel 2010 e all’Arena di Verona. Sono i miei figliocci, li chiamo per nome e conosco le loro famiglie. Sono stata io a dire loro: ‘Tutti sanno che siete partiti da qui, sarebbe inutile ripeterlo’. Ora sono famosi in tutto il mondo e nessuno ci toglierà mai la loro primogenitura. Non devono ringraziare, chi se ne frega. Gli voglio bene lo stesso“. L’ex showgirl ‘più amata dagli Italiani’, invece, quanto all’esclusione dalla giuria del programma di Raffaella Carrà, Forte forte forte, commenta: “Credo che siano stati fatti dei ragionamenti sul programma che hanno portato ad escludermi, ma sono abituata a non prendere più le cose sul personale, per me è chiusa lì. Ho avuto uno sfogo dovuto alla grande stima che avevo per Raffaella come donna e dal dolore provato per questa scelta, ma non sono una che porta rancore, non l’ho portato neanche in quel momento, ho solo sentito il bisogno di rendere pubblico uno stato d’animo. A 50 anni uno deve essere coerente con se stesso perché si vuole bene. Per me è passata, c’è stima per l’artista e per quello che ha rappresentato nella mia vita“. Quanto alla novità delle partecipanti ‘curvy’ alla prossima edizione di Miss Italia, Antonella commenta: “Essendo mamma, il modello della ragazzina emaciata mi preoccupa. Sui social c’è la gara a chi è più magra e a chi va più in palestra. Ma curare la testa, no? Leggere un bel libro no? Il successo lo fa la diversità. Sono una curvy ante litteram, non vorrei mai essere fisicata perché non sarei io. Ma chi ci sta nella taglia 38? Gli stilisti non amano le donne“, mentre Lorella dice: “Non la chiamerei neanche categoria ‘curvy’. Queste ragazze sono quello che una donna dovrebbe essere. Forse dovremmo rivedere il modello femminile: negli anni ’80 le modelle erano una più bella dell’altra e in carne, come Cindy Crawford e Claudia Schiffer. Agli uomini piacciono così. Al mio passaggio da Rai a Mediaset, Silvio Berlusconi disse di me ‘L’ho presa perché è brava, ma non ha seno’. Non rientravo nel suo stereotipo femminile, ma per fortuna l’ho conquistato con altre doti“. La cantante di Due respiri, invece, commenta: “Non so se esista una categoria ‘curvy’, a me sembrano tutte ragazze normali, non vedo la differenza, non so se sia il caso di fare questa distinzione. Sono in pace con il mio aspetto, dopo X Factor ero ingrassata, ma sono tornata al mio peso forma”. Infine, qualcosa sulla loro vita amorosa: “Con il mio compagno Eddy Martens abbiamo sempre alti e bassi, siamo sempre in lotta. Hai presente Grande grande grande di Mina? Niente rose rosse per il mio compleanno, ma abbiamo trovato il nostro equilibrio nell’essere diversi. Da quando c’è nostra figlia Maelle, lui è più responsabile, io mi sono ammorbidita. Ho iniziato a capire i suoi silenzi, così come lui ha capito la mia esuberanza e il bisogno di raccontargli tutto” dice la Clerici. “Con mio marito festeggio 25 anni di matrimonio nel 2016, ma non mi piace passare per la famiglia del Mulino bianco: anche per noi ci sono stati alti e bassi e sacrifici, l’amore è una pianta da coltivare ogni giorno” dice invece la Cuccarini. Infine, la Galiazzo dichiara: “L’amore? Per ora mi piace cantarlo, ma forse non mi porta bene, perché non è nel mio orizzonte. Cerco solo un ragazzo serio e simpatico, ma non ne vedo molti. Forse sono distratta!“.

Fonte: Chi