‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata di oggi del Trono over

Trono over

Comunque è pazzesco il grado di distorsione della realtà che riescono a raggiungere in quello studio, davvero.

Signore dai sani principi come Provvidenza che vengono snobbate da cavalieri di dubbio aspetto (e non mi riferisco solo a quello esteriore…) come Pasquale che -dall’alto della loro neonata vena da playboy che la lucetta rossa gli ha scatenato- puntano su donne di scarso spessore (e qua mi sa che mi riferisco solo a quello interiore…) come la cattolicissima Maria S., cafonazzi del calibro di Raffaele che rimangono in trasmissione e vengono fatti passare come spassosissimi solo perché Mary ama quando qualcuno fa scatenare la furia di Tina Cipollari e falsoni come Giorgio Manetti che vengono santificati in diretta giusto per dare sfogo al quinquennale sadismo verso la povera Gemma Galgani. Solo l’aureola gli mancava, oggi, al gabbiano e il quadretto era completo.

A volte la scelta giusta è cambiare direzione‘ dice la pubblicità della Lines, e Gemma ha preso in parola la tizia col ciclo. Oggi l’ho vista eccezionalmente lucida nel fornire con pacatezza le ragioni del suo dietro front. E no, non è lei quella che è partita in quarta a trovare a Giorgio mille difetti proprio ora che hanno chiuso la frequentazione, sono gli opinionisti che a forza di chiederle mille spiegazioni criticando ogni sua mossa l’hanno portata a giustificarsi in perfetto stile De Santi.

Perché in un mondo coerente ed obiettivo sarebbe bastata una sola frase a chiudere il pippozzo: “Qualche mese fa ho detto che avrei continuato finché avrei retto la situazione“. Ora non la regge più e ha mollato il colpo: che c’è di male? Ma grazie al cielo che se n’è accorta, meglio tardi che mai!

Che fosse innamorata persa è stato sbandierato da tutti, a cominciare dalla divertita conduttrice, sin dalla prima puntata di questo teatrino, lei ci ha voluto sbattere la testa nonostante tutti la mettessero in guardia, e ora che ha sentito finalmente la botta ha deciso di gettare la spugna. Come darle torto, del resto?

Gemma avrà tutti i difetti di questo mondo, e la visibilità sicuramente non le dispiace se ce la cucchiamo da sei anni a questa parte, ma lui non è certo meglio di lei, col piffero proprio! La versione over di Amedeo Andreozzi, niente di meno: un abile incantatore che grazie alla propria arte oratoria dopo aver soggiogato più o meno a lungo la sua utile preda alla fine è riuscito a rigirare la frittata a suo vantaggio, ergendosi a vittima della spietata donna di turno che non ha colto tutti i suoi buoni propositi, che non si è fatta bastare tutte le belle parole ma che crudelmente ha preferito mettere fine ad una triste pantomima. Tutto qui.

Ed ora che la storia si è chiusa e Gemma si è potuta togliere le fette di prosciutto a forma di cuore dagli occhi, si è pure accorta che forse questi otto mesi tutto sto splendore non sono stati, e che forse quello che lei vedeva come un principe azzurro altri non era che lo stalliere sfigato. E che non facciano gli sbalorditi, là dentro: chi di noi conclusa una relazione non si rende conto della quantità di aspetti più o meno clamorosi sui quali si sorvolava solo in virtù del sentimento che c’era?

Galgani, quanto ti amo quando mi sfoderi gli attributi non si può capire. Il problema è che questi tuoi momenti di lucidità durano il tempo di un caffè ristretto, sennò saresti perfetta.

Video dalla puntata: Puntata intera“Pettegolezzi”… e battibecchi! – Gemma e Giorgio: l’incontro! – Incontenibile Gemma – Le accuse di Tina – Una durissima accusa – Rita Vs. Gemma – Cristiana e Alessio… – Rivalità femminile – Orgoglio siculo – La salute prima di tutto

About Chia

44 commenti

  1. Chia Santa subitooo!!! Concordo su tutto, povera Gemma, spero che non ricada nel baratro e non si faccia di nuovo confondere da due canzoni antiquate.

  2. anche per me Gemma ha ragione in linea di principio, nel senso che lei ha iniziato questa relazione e l’ha continuata non potendone più fare a meno, sperando di cambiare il gabbiano, e quando ha visto che la situazione per lei era più che altro distruttiva ha mollato. Però su altre cose secondo me tutta questa ragione non ce l’ha, perchè è normale che risulti strano,per chi la ascolta, sentirla parlare di Giorgio come di un uomo così cinico ed egoista quando fino a pochissimo tempo fa lo dipingeva come un uomo perfetto. Per me non doveva cedere alle richieste degli opinionisti e doveva evitare di scendere in particolari, mostrando anche la sua classe, visto che il suo ormai ex ha avuto anche il coraggio di parlare di rapporti soddisfacenti davanti alle telecamere.
    Una contraddizione così lascia perplessi.

  3. Gentile Chiara ho notato che non hai menzionato la quasi nuova coppia che è partita davvero bene, della serie ci siamo baciati ma per restare in trasmissione fingiamo che ad una età matura bisogna andarci con i piedi di piombo e meno male….chissà perché non ne hai parlato… 🙂

  4. Ragazzi oggi qualcuno al centro studio ha rivelato qualcosa….eventi 🙂

  5. Io tifo gemma giusto perche nella trasmissionepiu misogena del mondo le donne vengono attaccate a prescindere. Tina e Gianni scagnozzi della redazione mi danno sui nervi. Non che Gemma non si meriti in bel cazziatone però mi urta che il gabbiano sia stato elevato a vittima dolce e indifesa giusto perche serve a smuovere gli ormoni e la fantasia delle donne a casa. Trattatamento sfacciato e palese come con jorio.

  6. Gemma che tira fuori adesso la storia della dignita’, quando tollerava per mesi un cordone di donne venute per Giorgio, non si puo’ sentire. La dignita’ la doveva tirare fuori alla prima fila di donne, troppo facile adesso.

  7. Non santificherei Gemma. Incredibile ma vero, la penso come Tina. Inutile gettare fango ora sul gabbiano, quando si è fatta andare bene di tutto e di più. Mi puzza troppo questo suo improvviso risveglio, chissà dove vuole arrivare!

    • diciamo che il sospetto viene perchè sta in TV, ma anche io da adolescente (almeno l’età giocava a mio favore!) mi sono fatta andare bene delle cose del mio ex fidanzato perchè avevo paura di perderlo visto che ero molto attratta da lui, per poi svegliarmi di colpo e lasciarlo su due piedi visto che mi faceva solo del male. Succede. Solo che io ho avuto almeno il buonsenso di non andare in giro a parlare male di lui, visto che avevo accettato volontariamente di continuare una storia con un tipo che non era assolutamente adatto a me.

      • Ma neanche da adolescente una accetta e guarda con i suoi occhi per mesi e mesi il suo “fidanzato” uscire con le altre, tremando a casa che lui tornasse…e’ fuori di testa, ma supponendo sia possibile, a quell’ eta’ proprio no! E po lei ha l’ agravante che si poteva rivedere tutte le puntate, anche al rallentatore!
        Non la compatisco per niente, e’ una palla di acciao che ti si appende al collo e stringe sempre di piu’.
        Io oggi ho visto solo una donna che voleva indietro il suo posto nel suo mondo immaginario dove lei regna sovrana.
        Ridatemi Elga e la sua esclusivita’! 🙂

  8. D’accordissimo con Chia. Oggi Gemma mi è piaciuta tanto: in modo chiaro, pacato e privo di tentennamenti ha motivato la sua decisione di interrompere la relazione con Giorgio, spiegando di essersi risvegliata (finalmente) dal coma amorso nel quale versava da otto mesi. Ha preso pian piano coscienza della realtà liberandosi dalla cieca adorazione per il suo cavaliere. Ho trovato irritante l’atteggiamento degli opinionisti, di Tina in particolare, che con sorda insistenza e inarrivabile indisponenza, come un pappagallo, ripeteva sempre il solito stupido concetto. A lei appare incomprensibile che Gemma abbia cambiato atteggiamento in modo così repentino, non arrivando (o non volendo arrivare) a comprendere che le relazioni e i sentimenti evolvono con la conoscenza delle persone. All’inizio, la vertigine della passione e della scoperta dell’altro si traducono in un ostinato desiderio che non lascia spazio alla ragione e alle riflessioni: si è pervasi da incontenibile felicità e al tempo stesso si ha follemente paura di perdere la persona con cui si sta condividendo quella magia. E se è vero che gli anni dovrebbero regalare oltre alle rughe un pò di saggezza e di senso della misura nel vivere i sentimenti, è altrettanto vero, come canta Battiato, che i desideri non invecchiano quasi mai con l’età. Perciò non capisco e non condivido le tante critiche che sono piovute sul modo in cui Gemma ha reagito. Si è buttata a capofitto in quella storia e smaltita la sbornia amorosa è rinsavita. E come spesso accade nella vita (di tutti, compresi quelli con il dito puntato contro la dama) è stato un momento di difficoltà e vulnerabilità come quello in cui è stata ricoverata in ospedale ad averle aperto gli occhi sul senso di vuoto e frustrante solitudine che quella storia le aveva arrecato. Finalmente si è rimpossessata della sua dignità e questo ha infastidito le cornacchie in studio. Tutte prese a santificare Giorgio, un uomo tutta forma e zero sostanza, un egoista squallido che oggi ha dato prova una volta di più dell’assoluta insensibilità nei confronti di Gemma.

  9. Per quanto trovi poco piacevole parlare male di un ex dopo che é finita e rinfacciare tutto, a volte ci sta proprio perché sei lucido. Concordo con l’opinione sulla puntata.

  10. Chia, ma abbiamo visto la stessa Gemma? Quella intraprendente signora agéé che, avendo frequentato, per decenni, i teatri torinesi, nutrendosi di buone capacità interpretative, dissertava, per lunghi mesi, sulle gioie di un amore ” adulto” ” paritetico”,vissuto senza i lacciuoli del conformismo, che avrebbero voluto le dinamiche classiche del : “E vissero felici e contenti?”
    Lei, proprio lei ,che reagiva veementemente alle critiche di ” senza dignità”. ” zerbino” etc. etc.?
    Lei . che nutriva le alchimie dell’alcova con mises sexy, tacco 15 e falcata panteresca?
    Lei, che titillava le nostre graziose orecchie con i succosi resoconti di incontri pieni e gratificanti?
    Permettimi di dubitare della buona fede di una donna che in sei anni, ha dato prova di ottime prove recitative, passando, con grande perizia, dal registro drammatico a quello grottesco.
    Permettimi di dubitare di questo ruolo di vittima che, sapientemente, si è cucito addosso e di trovarla vagamente vomitevole quando nega di essere interessata più alla permanenza su quella seggiola che alla costruzione di una storia decisamente faticosa.
    E, soprattutto, permettimi di non trovarla credibile nei panni della donna-liberata-da-un-amore-fagocitante, che tanto la fa sentire eroina e tanto piace al pubblico femminile.

  11. N° 7

    che ne sappiamo di un pomodorino nelle lenticchie. solo uno.non uno di più,non uno di meno che sennò sarebbe fare la pasta e lenticchie senza pomodorino. se potesse bastare a trovare l’altra metà del cielo,la scelta del numero di pomodorini con cui cucinare il resto che rimane della vita? e,poi,fumarsi una sigaretta da spenta.e correre insieme a perdifiato a dividersi il check up periodico.una missy pallida e un bello e dannato d’annata.che ne sappiamo,noi? siamo nelle mani della provvidenza…che,per un pelo,non affondò.

    • quei due Votantonio senza sapore:fuori.sono due promesse vane.due pupazzi da esportare in uno studio degli states.coi loro denti sbiancati e le pose da rampanti di ued .con quei sorrisi candeggia da vorrei dire ma non posso che sennò dovrò andare.fuori.alessio e cristiana,dico.è inutile.non sono giudo e blanche.e manco la ridens ed er manopola.sono liat e la comare.sono un film che non vale la pena rivedere.fuori.eppoi,
      mi serve il posto del manichino.che torni michele.o il condor.o chi per loro.chè ,ve lo dico:io mi annoio.

  12. Ciao a tutti e bentornati 🙂

    Io la penso come Chia: ma ora vogliamo pure far passare Giorgio come santo?
    Credete veramente che avesse intenzioni “serie” solo perché aveva proposto a Gemma di uscire dalla trasmissione?

    Allora, senza offesa, siete proprio dei boccaloni.

    Giorgio è stato per lei una boccata di aria fresca, una boccata di gioventù, un uomo comunque avvenente che ti corteggia e che per il quale provi anche a modificare la tua idea di rapporto sentimentale. Fin quando non scoppi e rinsavisci. E lei è rinsavita. Come biasimarla? Io ce lo vedo eccome a comandarla a bacchetta sugli orari, sui luoghi di incontro, sul vestiario e sull’acconciatura. E lei acconsentire in nome dell’amore. Ma a una certa, dopo 8 mesi, sentirsi dire ancora “per me non è cambiato niente” credo che sia sufficiente per terminare un rapporto. C’è gente che lo fa per molto meno. Ma poi di cosa si lamenta Giorgio? Di non essere stato avvertito prima? E vabbè, se tanto non la ama, di cosa la può biasimare?

    Ovviamente però in quello studio tutto è il contrario di tutto e i vari spadellatori di frittata riescono a fare il lavaggio del cervello a tutti e a far credere che lui abbia pure ragione. Lui, il signor “dovevi avvertire l’organizzazione che mi hai fatto saltare la serata”. Ah, quanto amore!

  13. no, non la penso come chia. perchè secondo me gemma non si è svegliata da alcun coma, lei è sempre stata consapevole di non essere amata e non era certo un cuor contento durante gli otto mesi di trasmissione: stava sempre a piangere ogni fine puntata, faceva le sue solite faccine vittimistiche. di solito questi “risvegli” capitano a persone che durante la relazione a senso unico sembrano inebetite, serene, credono che l’amore sia sbocciato da ambo le parti mentre tutto il mondo cerca di aprir loro gli occhi. lei invece sapeva tutto già nel frattempo.
    gemma è stata più furba di quello che vuole apparire. ha preso. ha raschiato fin dove c’era da raschiare e il 4 settembre è stata pronta per la nuova stagione. (alla prima puntata, quando si è seduta alla postazione dietro, dopo il centro studio, il suo sguardo era quello, terribile ed obliquo come solo lei sa, di chi sente sollevata, se no je toccava uscire davvero..)

    • Lei è stata male dal primo momento, perché dal primo momento sapeva di non essere corrisposta. Solo che è stata sopraffatta dalla irrazionalità del sentimento che provava e non ha voluto ascoltare altri che quello. Con il tempo però non ha potuto più zittire il malessere che aveva dentro. Ha dovuto farci i conti e nel farlo la ragione ha dissipato le nubi che offuscavano la sua mente annullandone. A me sembra tutto così chiaro… inoltre non credo che la cosa sia stata così repentina come si vuol far credere. Giorgio aveva subdorato il cambiamento in gemma ed è per questo che voleva tentare la carta plateale dell’uscita insieme dallo studio.

      • su Giorgio siamo tutti d’ accordo, ma santa gemma, un’ ingenua infatuata del principe azzurro con la sua camminata nuvolesca, caduta dal cielo, miracolosamente precipitata in questo mondo di uomini spietati che vogliono solo il suo corpo…anche no! 😀

        o.t. si puo’ dire: “nuvolesca”? nel senso di aggettivo: “come la nuvola”. mi sa’ di no. 🙂

        • La camminata nuvolesca è una definizione bellissima. (forse si dice nebulosa, boh).

        • Ti quoto alla grande @guardacaso 🙂
          Giorgio è quello che è.. ma che lei sia da meno, no no e no!

        • nuvolesca è perfetto, rende benissimo! Gemma merita una palata sul nasone, ma se dall’altra parte c’è la beatificazione di uno dei peggiori personaggi mai passati per quei lidi, no ! Uno che va a conoscere in Tv delle donne, ma non vuole una storia seria, in quanto gabbiano, peccato che sia lo scopo della trasmissione trovar un compagno.Uno che certo non ha bisogno di Marì, in quanto uomo esteticamente decente, ma sai la carriera d’attore stentava a decollare e allora…
          Uno che a 60 anni pensa a serate e party in piscina, e che se potesse andrebbe a rimorchiare l trono classico. Ecco l’una è coperta, meritatamente di sterco, l’altro è un eroe incompreso. Al ROGO!

          • Una palata sul nasone???? E quanto glielo vogliamo far diventare grosso 🙂 Ieri ero ipnotizzata proprio da quello: coi capelli raccolti, spunta così tanto ‘sta zucchina dal viso che, a volte, non ascoltavo nemmeno i suoi discorsi!

        • Sono d’accordo con te, non santifichiamo Giorgio ma ricordiamoci che a Gemma hanno messo davanti agli occhi tante volte i limiti di questa relazione mentre lei si incaponiva a dire di stare bene così, il dramma è che non parliamo di un’adolescente ma di una signora matura, dovrebbe sapersi difendere da certi soggettoni ed invece…

      • si si, teoricamente tutto giusto moll (quasi tutte conosciamo purtroppo la sindrome de “insisto! di me si innamorerà..”)
        il problema è che io non credo alla “irrazionalità del sentimento” di gemma durante tutti i mesi di trasmissione, quindi decade tutto il postulato fatto di: indignazione, presa di coscienza, risveglio, cambio d’abito etc etc.)

  14. No no, questa volta mi devo dissociare dall’opinione: per carità, Chia, ci manca solo che Gemma venga legittimata/appoggiata/incoraggiata nell’esternare rancori e malumori… e saremo spacciati tutti quanti per i secoli a venire! Ringrazio il cielo che Tina a questo giro non sia schierata per l’ennesima volta a sua difesa, perché già così temo che andremo avanti per un pezzo fra sospiri “stantuffeschi”, svenimenti mancati e occhiate lugubri e torve a destra e a manca (…alla faccia del contegno e del riserbo!).

    Poi pure io ho avuto l’impressione che Giorgio fosse molto più dispiaciuto per l’evento saltato che non per la fine della relazione di per sé, ma ciò non toglie che Gemma rimanga ai miei occhi un soggetto estremamente scafato di cui diffidare: innamorata sì, d’accordo, ma pur sempre con un pelo sullo stomaco lungo così (nella scelta dei tempi, dei modi e delle mezze verità da rivelare e non, e nell’esibire, ritrattare e rinfacciare tutto ciò che le fa comodo lì per lì…).

    Al di là della vocina perennemente impostata in un timbro mellifluo, ormai è da un pezzo che non trovo in lei nulla di signorile: troppe sono state le cadute di stile e le piccole (ma odiose) perfidie di cui s’è resa protagonista… (e sempre con il vezzo insopportabile di passare per martire ed eroe).

    Ad essere sincera, nemmeno sono riuscita ad apprezzare la tal signora Provvidenza, che più che sani principi m’è sembrato avesse il ritornello fisso (anche un tantino assurdo e imbarazzante…) del disco rotto: se c’è stato un equivoco o comunque risulta chiaro che non piaci al gentleman da due tacche che passa il convento, perché stare lì a questionare invece di mettersela via con la rapidità indolore del caso? Ma solo io ho l’impressione che le donne vadano talvolta in cerca dell’applauso facendo ramanzine protratte e barbose utili solo a tirare fuori il peggio di uomini totalmente irrilevanti?

    • Ma come l’ hai scritto bene! 🙂 Concordo pienamente. Anche sulla signora Provvidenza che e’ stata imbarazzante…mi sono vergognata per lei.
      Aggiungo un’ altro pensiero…tutte addosso al dongiovanni di turno…ma se non ci fossero le donne che subiscono consapevolmente e piacevolmente questo trattamento da zerbino, sarebbe tutta un’ altra storia.
      E’ tutta colpa nostra. L’ho stradetto e lo ripeto!

  15. di quei due non parlo.è un anno che ne blatero, che dico di gemma.li trovo prevedibili.e quando è facile prevedere le mosse non mi diverto e mi sono scocciata pure di me che li guardo.però mi piace guardare la faccia di marì mentre muove i fili.lei è dalla parte di gemma.ha la stessa faccia di quand’era dalla parte di piccol’occhio.ogni volta,spinge gemma a raccontare cose che ,quella ,non racconterebbe.lo shining ha in mente qualcosa.che vale la pena di guardare.

  16. Con Gemma ho un rapporto ambivalente. Da un lato, visti i suoi trascorsi, il suo attaccamento morboso al programma e la sua natura doppia, mi viene naturale considerarla complice connivente di tutto quello che le succede, tanto più che ormai ho l’impressione non sia più in grado di distaccarsi dal suo ruolo, quello della donna che si annulla per amore, si consuma e si strugge per questo sentimento puntualmente non ricambiato, per poi risvegliarsi e rivendicare il bisogno di riappropriarsi della sua dignità, ergendosi naturalmente ad eroina forte, coraggiosa e indomita, non più disposta a soccombere. Poiché la platea le è contro ed è sola contro tutti, è costretta a ricoprire un ruolo doppio: quello della vituperata vittima e dell’avvocato difensore, e in queste vesti ci propina arringhe autocelebrative.
    Dall’altro lato, bisogna riconoscere che Gemma altro non è che uno stereotipo, come Giorgio del resto: la succube che asseconda il suo partner, egoista e anaffettivo, convinto che tutto gli sia dovuto, per poi di punto in bianco rinfacciargli la sudditanza psicologica e tutte le “angherie” sopportate durante la relazione. Incensare l’uno e demonizzare l’altra rientra nella distorsione della realtà di cui parlava Chia. Le responsabilità e le colpe andrebbero equamente suddivise, ma si sa che nel tribunale di Mary i processi sono truccati, le prove sono state manipolate e il giudice e la giuria sono faziosi.

    • A me di Gemma spaventa davvero una cosa, che non c’entra con Giorgio. Mi spaventa come questa donna incassi i colpi e le “sgridate”plateali senza un accenno di rossore sul viso, un incrinamento della voce o una perdita di fiato. Il nostro corpo, se ci si trattiene, parla da solo a volte.. lei ZERO.
      E la cosa mi spaventa invece che procurarmi l’applauso inside. E’ capace di dire una menzogna, essere sgamata in pieno pubblico e non battere ciglio… roba da serial killer. Sono seria, eh. Ho notato questo suo atteggiamento da tantissimo tempo.. o troppo teatro oppure ( Brrrrrrrrr… ) #ascia in mano

      • La sopracitata De Santi, se si fosse trovata nella stessa situazione e ci è stata, avrebbe dato di matto, urlato al due pesi e due misure e avrebbe tirato fuori situazioni analoghe del passato per dimostrare l’ingiusto trattamento.
        Gemma ha un altro modus operandi. E’ così calata nella parte o convinta delle sue ragioni, a seconda delle chiavi di lettura, che nulla di quello che dicono gli altri riesce a scalfire l’immagine che ha di sé. Non si cura delle percezioni altrui, è solita stravolgere il senso delle azioni e affermazioni degli altri per edulcorare la realtà, attraverso lo stesso meccanismo psicologico per cui in passato miseri complimenti sono diventati ai suoi occhi stravolgenti dichiarazioni d’amore. Far scoppiare la bolla in cui vive è un’impresa impossibile.
        O più semplicemente considera la gogna mediatica il giusto prezzo per la sua imperitura permanenza nel programma. I senatori sono stati fatti fuori, uno ad uno. Con questa strategia lei è sopravvissuta, l’ highlander. 😀

  17. Io mi rifiuto, ormai già da aprile di vedere questo scempio, giusto un occhio alla replica di sera. Davvero non se ne può più. Che Mary apra i casting di donne e uomin dalla psiche traballante e la voglia di apparire il mondo è pieno, basta questi due!

  18. magari migliora, anche perchè peggio di così..
    Inoltre le uscirebbe qualche lacrimuccia, che piò tornarle utile in studio…piangere a secco non rende bene!

  19. No no per carità, non sono affatto d’accordo. Abbiamo assistito già troppe volte allo stesso teatrino per poterle credere anche solo un minimo. Era ben consapevole della situazione fin dal primo giorno e le ha fatto comodo imbastire un bel teatrino, quando poi si paventa la possibilità di uscire dal programma ecco che il suo amato diventa il carnefice. Se non le crede più nessuno è perché ha veramente tirato troppo la corda.

    • Dopo il 15 Agosto, la farsa del Pronto Soccorso.. la roba peggiore è stata: IL RESPIRO PESANTE CON 39 DI FEBBRE!
      Seguita a ruota da TU SEI STATO IL MIO GOVERNATORE!
      A volte le applicherei il deretano direttamente al posto del nasone.

  20. ragazze mi sono addormentata mentre gemma continuava a dire “SENZAAAAAAA AMMMMMOOOOORRRRREEEEEEEE”… mi sono persa qualcos’altro?

Inserisci un commento

Not using HHVM