‘Grande Fratello 14′: l’opinione di Isa sulla seconda puntata

Di Isa - 2 ottobre 2015 11:10:34

Grande Fratello

C’è stato un momento, un piccolissimo momento nel corso della puntata di ieri, in cui ho pensato ‘cavolo! Voglio sapere che succede! Stanotte mi guardo la diretta‘. Poi, fortunatamente sono rinsavita, mi sono ricordata che parliamo di uno dei programmi più pilotati della storia (almeno da 10 edizioni a questa parte), mi sono ricordata che a stare appresso ai magheggi che ci stanno dietro ci si fa solo il sangue amaro e di conseguenza ho optato per trascorrere la nottata guardando la diretta di Grey’s Anatomy (accollandomi, peraltro, un rischio non da poco perché se esiste una donna che ha inventato il ‘Never a joy‘ è proprio quella sadica ammazzatutti di Shonda Rhimes). Comunque, dicevo, una frazione di secondo in cui stavo per cadere in tentazione c’è stata, eh si, perché in realtà il momento del face to face tra Alessandro Calabrese, la sua ex fidanzata Lidia Vella da una parte e il suo nuovo love interest (scusate, seguo troppi telefilm, ormai uso solo termini tecnici 😀 ) Federica Lepanto dall’altra, è stato un momento.. figo. Sì, beh, non mi viene un termine più azzeccato ma sì, è stato figo, le reazioni dei tre protagonisti sono state così accentuate da essere perfettamente godibili per spettatori come me assetati di trash, ad Alessandro stava per venire un coccolone e se ci fosse stata una botola sotto di lui ci sarebbe volentieri sprofondato dentro, le due ragazze hanno iniziato più o meno velatamente a darsi reciprocamente delle poco di buono, si sono messe in posizioni di sfida e io confesso che per qualche minuto ho sperato che accadesse…

Dai, sarebbe stato epico!  Però, vabbè, anche senza azzuffata in diretta la vicenda restava interessante lo stesso, restava interessante perché negli ultimi 7 giorni Alessandro non aveva avuto occhi che per Federica (effettivamente era difficile averne per altre visto che nel garage c’erano solo loro due, ma questi sono dettagli) e allo stesso modo la sua reazione nel rivedere Lidia ha palesato quanto ancora non sia pienamente uscito dalla sua precedente relazione. Insomma, ero curiosa di vedere come si sarebbe comportato e come si sarebbero evolute le cose finché… beh, non mi è stato fin troppo chiaro. Sostanzialmente nel giro di pochi minuti le ragazze della casa, vuoi per una infantile solidarietà verso Lidia, vuoi perché rosicavano per i commenti allupati dei maschietti alla vista di Federica (a tal proposito, ma quanto sono poracci i ragazzi di questa edizione? Sembrano tanti tredicenni ingrifati che appena vedono una qualunque cosa tetta-munita si fanno venire un durello, che desolazione) hanno praticamente fatto branco creando quel “tutte contro una” che porterà Federica dritta dritta alla finalissima e -se continueranno così fino alla fine- anche dritta fino al malloppo. Non importa che tu sia leone o gazzella, se gli altri ti si mettono contro tu vinci facile comunque, anche se passassi i tre mesi in casa a ruttare. Mauro Marin sotto questo aspetto insegna, e se quelle allocche delle altre concorrenti arrivati alla quattordicesima edizione non hanno ancora capito come funzionano gli umori del pubblico a casa cacchi loro, si meritano di rimanerci fregate. A questo aggiungiamoci il confessionale finale di Alessandro, il ragazzo è in confusione, fa uno strafalcione dietro l’altro (vedi quando dice a Lidiase avessi saputo che c’eri tu non avrei mai iniziato la storia con Federica‘, facendo andare in frantumi i cuori di migliaia di shipper che avevano già preparato le fedi dopo quel primo bacio a 12 ore dall’ingresso in casa), è chiaramente nel pallone più totale, la puntata sta finendo, la Marcuzzi lo chiama in confessionale e gli sguinzaglia addosso Malgioglio e Amendola che in maniera assolutamente esplicita (e con in sottofondo i boati di approvazione del pubblico) gli dicono che – cito Malgioglio – si deve accoppiare con Federica, che Federica è bella, è gajarda, è burrosa, stimola la diuresi e ti rende pulito dentro e bello fuori. Ammazza! Oh, però Alessà, noi ti diamo un parere, eh, poi tu sentiti libero di fare come ti pare, non ti vogliamo condizionare, non ti stiamo dicendo esattamente cosa devi fare, eh.

Ecco, alla luce di questi presupposti ma che me frega di guardare il live? Insomma siamo passati dalle prime edizioni in cui era tutto molto naturale, ai primi magheggi, ai magheggi più pesanti, ai magheggi quasi ostentati fino ad arrivare alla situazione attuale in cui non si può nemmeno parlare di magheggi perché te le fanno proprio davanti agli occhi e ti dicono ‘tiè, e ora credi che è tutto naturale se c’hai il coraggio‘. Oh, io al fatto che gli opinionisti dicessero in maniera chiara e precisa ai concorrenti cosa devono fare ancora non ci ero arrivata, cioè mi ero fermata alle frasi allusive, ai dico non dico, agli indirizzamenti velati ma qui ormai ce la fanno proprio sfacciata. Mò voglio vedere Alessandro come potrebbe mai agire in maniera spontanea e incondizionata sapendo qual è l’orientamento del pubblico fuori. E’ come se ai tempi del primo Grande Fratello la Bignardi avesse fatto capire a Taricone che l’Italia lo odiava per il suo comportamento con Cristina Plevani, è come se gli avesse detto ‘non sbavare dietro Marina La Rosa, vai da Cristina che è gajarda!‘, chissà magari se Pietro lo avesse saputo avrebbe agito diversamente, avrebbe messo su la finta love story e sarebbe stato il primo di tutta una lunga serie di falsoni creatori di finti lovvi a puro scopo pubblicitario, e invece no, Pietro non sapeva, è stato naturale, non ha fatto quello che voleva il pubblico, si è beccato le peggiori offese, ha infranto i cuori di migliaia di donne (me compresa!) che speravano nel lieto fine, col suo atteggiamento ha regalato la vittoria a Cristina… ma alla fine lui, anche grazie a questa sua spontaneità, è entrato nella storia di questo programma (e non è entrato nella storia solo perché poi è venuto a mancare, Pietro è entrato nella storia da subito, da subito chiunque parlasse di Grande Fratello pensava a Pietro Taricone).

Insomma tutto sto pippone per dire che se questa dinamica tra Alessandro, Federica e Livia poteva generare un minimo di interesse con questo indirizzamento così sfacciato che sa quasi di comando vero e proprio, per me  lo ha perso del tutto. Che poi, sarò l’unica, ma nella gueRa che si è scatenata tra chi spera che Alessandro torni con Lidia (pochi) e chi spera che stia con Federica (molti) io continuo a sognare che lui le sfanculi entrambe, resti single e fuori da lì ne trovi una alla sua altezza. Alessandro mi piace proprio tanto, cioè potenzialmente potrebbe essere il mio concorrente preferito di questa edizione, ma poi realizzo che Lidia è la sua ex (vi ricordo il poetico racconto del loro primo incontro, trovate l’agghiacciante dixit qui sul blog) e che Federica è il suo presente (mi ricordo fin troppo bene il suo approccio nei primissimi giorni quando non sapeva più dove strusciargli il popo’) e realizzo che in lui deve per forza esserci qualcosa di sbagliato o comunque qualcosa che mi frena dal poterlo adottare al 100%.

Non va meglio per le altre presunte love story nate in casa. Il premio #MortoDiFiga della serata se lo aggiudica Domenico Manfredi che dopo aver broccoleggiato ed essersi slinguazzato la bella Barbara Donadio interviene in diretta per esplicitare il turbamento che gli ha generato a sud dell’equatore l’ingresso di Federica… complimenti, un vero gentleman, un uomo d’altri tempi, proprio, rispettoso, sensibile, educato, con una grande considerazione per le donne che frequenta.

Mentre dall’altra parte ci becchiamo Modestina Cicero Mary Falconieri convinta di aver assunto lo status di signora Dottoressa e, quindi, di essere in diritto di fare scenate a suo marito Giovanni Angiolini reo di aver usato un linguaggio poco signorile mentre in una chiacchierata con Luigi Tuccillo definiva bona Federica.  Modestina Mary, amore, benvenuta nel mondo adulto! I maschietti tra di loro parlano così, è risaputo, è quasi un test di virilità che hanno tra di loro, una donna con le tette grosse -> bona, donna con le tette grosse messe in vista -> bona e scopabile, sono cose che devono dire per confermare di essere maschioni tutti d’un pezzo, sono convenzioni secolari (e anche noi abbiamo le nostre, inutile fare le sante!), se non ti stanno bene ti conviene buttarti sull’altro sesso perché loro sono fatti così, prendere o lasciare. Che poi, vabbè, mi pare di capire che l’opzione “lasciare” per Modì Mary non esista dal momento che la sua sfuriata è durata il tempo record di 14 secondi e non appena il Dottore ha mostrato segni di insofferenza alla sua gelosia lei era già lì pronta a scodinzolargli attorno riportandogli indietro l’osso. Del resto che in questa pseudo coppia l’unica realmente presa sia la Falconieri mi sembra evidente, e va detto che il Dottore comunque è sempre stato molto chiaro nel far capire che c’è un’attrazione ma nulla di più. Ma anche lui deve stare attento perché il GF ha delle regole ferree, al GF non esistono avventure e passioni momentanee, al GF se te ne accolli una poi devi accollartela fino alla fine, e devi fare discorsi seri, e devi parlare di matrimonio cattolico, e possibilmente di procreazione. Altrimenti agli italiani non piace e ti eliminano. Attento, Doctor, che stai camminando su un filo mooooolto sottile.

In tutto ciò comunque, signori miei, sette giorni e già tre coppie, cioè io boh… ma dove sono finite quelle belle storie d’amore romantiche in cui per vedere il primo bacio dovevi star sveglio notti e notti e notti, dovevi sorbirti dubbi, ripensamenti e allontanamenti? Qui sembra ci siano i saldi e siano tutte pronte a darla via al primo offerente, una roba assurda! Cioè se il trend è questo nella prossima edizione le nuove concorrenti entreranno già gravide delle creature concepite nel tragitto pedana/ingresso della casa.

Per concludere: mi spiace per il povero Kevin Ishebabi che andando in nomination con Peppe Tuccillo è praticamente già un fantasma che cammina in casa. Ho fortemente rivalutato Rebecca De Pasquale che se nella prima puntata mi era sembrata fin troppo forzata e “personaggio” in questa settimana in casa si è mostrata molto più spontanea, interessante e acuta di quel che pensassi. E’ assolutamente calata a picco la mia considerazione per Luigi che oltre ad essere un inciucione traffichino come pochi (che manda avanti il fratello perché conosce le “debolezze” del popolo televotante italiano) è anche un bimbominchia di dimensioni epiche. Perché finché un commento del tipo “se era bona io facevo entrare lei altro che Verdiana” lo fa un ragazzetto di 20 anni posso anche starci, se lo fa un uomo di 40 mi viene la malinconia. E menomale che invece Giovanni ha scelto Verdiana Fanzone, lei e Rossella Intellicato al momento sono le uniche due donne, insieme a Rebecca, che mi fanno quasi sentire fiera di appartenere al loro stesso sesso: acute, sensibili e capaci di valere anche da sole e senza bisogno di accozzarsi per forza al maschio alfa di turno.

Nota finale per  Arianna Ghiglieri e Marco Angioni, la prima coppia transgender ad entrare nella casa del GF… che vi devo dire, nella puntata di ieri – con tutto il marasma che è successo e con tutte le poracciate che hanno caratterizzato la serata- loro due mi hanno fatto l’effetto di due persone perbene in mezzo a una massa di peracottari.