‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata di oggi del Trono over

Trono over

Dunque, io non amo il populismo e prendo assolutamente le distanze da frasi banali tipo “Non conta la cultura, conto solo l’amore“, “Un contadino può parlare molto meglio di docente universitario“, “Bastano due cuori e una capanna” e altre frasi da Bacio Perugina. Io penso che una delle componenti principali di una relazione di lunga durata sia l’affinità non solo fisica, sessuale ed emotiva ma anche e soprattutto intellettuale. La persona che ci sta accanto deve non solo piacerci esteticamente e umanamente ma deve anche avere stile di vita e interessi vicini ai nostri perché altrimenti alla lunga finiscono per mancare gli argomenti e i punti di incontro. Certo, ridurre il discorso culturale alla laurea, quello sì, è abbastanza superficiale (anche perché viviamo in un paese in cui ormai si laurea chiunque e, nonostante ciò, la grammatica italiana resta un miraggio) ma in generale desiderare di avere accanto una persona con i nostri stessi interessi e con la capacità di affrontare tutti gli argomenti che noi amiamo affrontare, beh, a me sembra una cosa lecita e naturale.

Per questo, infatti, non avrei avuto nulla da rimproverare al signor Claudio se sin da subito avesse notato in Ester alcune caratteristiche che a lui non piacciono e glielo avesse detto. Non è un fatto di essere snob, è un fatto di avere interessi e stili di vita diversi e per me è legittimo. Il problema, in tutto il dramma andato in onda oggi pomeriggio, è che Claudio ha avuto bisogno di un mese per capire che Ester per lui è troppo poco femminile, troppo romana, troppo folkloristica, troppo bionda e via discorrendo, ed ha avuto bisogno che lei lo mettesse all’angolo in puntata prima di “scaricarla” perché, se vi andate a riascoltare le sue parole, lui all’inizio aveva esordito ribadendo il suo interesse e -a quanto raccontato dalla stessa dama- fino a qualche ora prima le inviava ancora sms d’amore. Questa è la cosa che mi sconcerta. E lascerei anche perdere il fatto che Ester si porti dietro un passato doloroso e un presente altrettanto difficile, quelli sono solo elementi che aggravano la situazione, ma per me è già grave di per sé il fatto che un uomo di quell’età si metta a giochicchiare con i sentimenti di una donna che lui sa già che non potrà mai rientrare nei suoi canoni ma che è oggettivamente una bella signora e quindi magari gli stuzzica certi appetiti.

Insomma, io, che di anni e di esperienza ne ho molti meno del signor Claudio, lo capisco dopo qualche ora se la persona che mi trovo di fronte ha un background che a me non sta bene e che mi farebbe escludere di aprire una relazione seria. Al massimo potrei concedermi un secondo appuntamento giusto per avere la certezza al 100% ma di fatto qui non parliamo di componenti caratteriali che uno deve scoprire e sui quali si potrebbe avere il dubbio di aver dato un giudizio avventato, qui parliamo di “tipologia di persona”, parliamo di modi (e quelli di Ester erano già emersi settimana scorsa quando intervenne nell’affaire Gem&George), femminilità e quant’altro e quelli sono elementi che emergono subito e se non ti stanno bene lo sai subito. Per questa ragione ho trovato assolutamente ingiustificabile il comportamento di Claudio che, dall’alto del suo background molto chiccoso, si è comportato da peracottaro e che, dall’alto del suo vocabolario ricco e dalla sua invidiabile dialettica, ha mosso nei confronti di Ester delle critiche così poco eleganti che nemmeno se avesse recitato una poesia sotto forma di rutti sarebbe riuscito ad essere meno signorile. Probabilmente Ester non avrà i modi dei reali d’Inghilterra ma in questa puntata specifica la figura poraccia di certo non l’ha fatta lei.

Auguro a questa donna di poter trovare il grande amore che tanto sogna, è evidente che sia una persona con un fortissimo bisogno di una figura al suo fianco. La invito solo a selezionare con molta attenzione gli uomini ai quali accostarsi perché a volte, nell’estremo bisogno di supporto e affetto, si finisce per avere fretta e gettarsi in mani sbagliate.

Per il resto, scusate, ma Gilda Grandi è già stata silurata? No, perché non ricordo le prossime anticipazioni ma a occhio e croce se non l’hanno ancora silurata accadrà a breve, la sua lapidazione in pubblica piazza avvenuta oggi è un presagio fin troppo chiaro. Che poi, oh, io sono la prima a ritenere che Gilda abbia perso da tempo tutta la spontaneità e la simpatia delle prime puntate e si sia fin troppo calata nel suo ruolo di personaggio di U&D (con serate, guerriglie su Facebook e impicci vari con tutto il sottobosco di personaggini e personaggetti che gravitano intorno al mondo degli Over) però questo lo dico io, da pubblico, da esterna, io mi posso permettere di dirlo. Se lo possono permettere decisamente meno Gianni Sperti e la conduttrice che fa tutti quei discorsoni sulla correttezza, l’onestà verso il programma e bla bla bla… e che se solo Antonio Jorio avesse ancora continuato a fare ascolti, avrebbe continuato a propinarcelo come fatto nei suoi ultimi mesi di permanenza quando anche i neuroni assopiti di Tinì Cansino sapevano che lui fuori da lì era fidanzato ufficialmente alla facciazza di tutti quelli che, nel trattamento uguale per tutti i furbetti, ci credono davvero.

Video della puntata: Puntata interaLa lontananza… Gianni o Gilda?E bravo Leopoldo…Che ramanzina!Il monologo di EsterEster e Claudio: la fine!Claudio sulla graticolaL’Alessio geloso?