Francesco Testi: “Che errore pensare che il Grande fratello porti al successo!”

Di Edicola - 20 ottobre 2015 13:10:44

Nuovo

Il luogo comune vuole che un bel ragazzo non possa essere anche bravo e preparato, ma non è sicuramente il caso di Francesco Testi, il bello delle fiction Mediaset, acerrimo nemico di Gabriel Garko nella fiction L’onore e il rispetto, dove ha dato il volto al commissario René Rolla, barbaramente crivellato di colpi nell’ultima puntata, pochi giorni fa. E da quando è diventato popolare partecipando alla settima edizione del Grande fratello, ne ha fatta di strada. Per questo si sente di dare qualche consiglio ai concorrenti della quattordicesima edizione, che secondo lui non devono illudersi troppo… “Ho subito pregiudizi nel lavoro di attore per aver preso parte al Grande fratello, soprattutto perché gli addetti ai lavori partono dal presupposto che se sei uscito dalla casa di Cinecittà sei una macchietta. Molte volte ai provini mi hanno chiesto perché avessi partecipato al reality, come se fosse una nota decisamente negativa. Credo che chi partecipa a questo show non debba pensare che, una volta usciti dalla casa, si diventa attori: è da ignoranti! Non rinnego la mia partecipazione al Grande fratello, perché mi ha dato la possibilità di trasferirmi a Roma e di proseguire, così, il mio percorso artistico“. E se gli proponessero di partecipare alla versione vip del reality di Canale 5, accetterebbe? “Ero un po’ schivo già allora, adesso per me sarebbe difficile subire quell’attenzione, soprattutto per quanto riguarda la sfera privata. Non so come funzioni adesso, quando ho partecipato io nessuno ha bruciato le tappe in amore. E’ un po’ come accade in discoteca, dove ci sono quelli che si conoscono durante la serata e si scambiano solo i numeri di telefono e altri che vanno subito al sodo“. Nella quarta serie de L’onore e il rispetto, che si è appena conclusa, interpreti René, acerrimo nemico di Garko. Ma com’è il loro rapporto nella vita reale? “Non ci frequentiamo fuori dal set, siamo semplicemente colleghi di lavoro” rivela lui. E quando gli si chiede come spiega il brusco calo di ascolti di quest’anno, risponde: “Per me gli ascolti sono un mistero. Ma capita, a volte, che i programmi nuovi siano accolti da un boom di ascolti, oppure che le fiction più consolidate possano subire cali“. Poi l’attore svela di aver sostenuto il provino per entrare a far parte del cast di Tale e quale show, anche se poi non è stato scelto per il cast finale: “Pare che io non sia risultato idoneo. Probabilmente sulla decisione di escludermi dal cast ha influito la mia presenza nella fiction L’onore e il rispetto, che inizialmente doveva scontrarsi proprio con Tale e quale”. Ma per fortuna, Francesco ha già altri piani per il futuro e non esclude carriera di regista: “Sì, l’anno scorso ho curato la regia di Pietrelcina come Betlemme: il programma è stato trasmesso il giorno di Natale su Raiuno e mi hanno già confermato per realizzare l’edizione di quest’anno. La regia mi regala tante soddisfazioni e non escludo che possa diventare il mio lavoro un domani“. Infine, si parla un po’ del suo privato e racconta la sua vita, partendo da quando i  suoi genitori si sono separati: “Ho vissuto male quella fase della tua vita, perché ero un bambino e assorbivo tutto come una spugna: ho patito parecchio. Sono riuscito a metabolizzarla solo molti anni dopo. Nel periodo adolescenziale sono caduto in depressione e solo grazie all’aiuto di uno psicologo sono guarito“. Adesso, invece, è felice e fidanzato con l’attrice Giulia Rebel: “Mi ha aiutato a modificare certi lati del mio carattere, perché sono lunatico, insofferente e un po’ ansioso. Lei mi ha fatto trovare un equilibrio che prima non avevo. Portarla all’altare? Non è nei nostri progetti più prossimi, ma prima o poi senz’altro succederà“.

Fonte: Nuovo