Cosima Coppola: “Mio padre mi ha abbandonata, per questo faccio fatica a fidarmi degli uomini!”

Nuovo

Bellezza mediterranea e sguardo che conquista: non è facile resistere al fascino di Cosima Coppola. L’attrice pugliese, che ha mosso i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo come ballerina, ha conquistato il cuore del pubblico italiano (soprattutto di quello maschile…) per i suoi ruoli in tante fiction televisive di successo: da L’onore e il rispetto a Rodolfo Valentino – La leggenda (dove affiancava il divo Gabriel Garko) sino a Furore – Il vento della speranza, di cui presto, accanto al collega Francesco Testi, girerà anche la seconda serie. Certo non avrebbe mai immaginato di doversi cimentare anche con il canto e con le imitazioni a Tale e quale show, il popolare talent di Raiuno condotto da Carlo Conti. “Sono molto contenta, finalmente sono riuscita a partecipare! Erano tre anni che mi proponevano di entrare nel cast, ma ero sempre impegnata sul set. Sono sempre stata una fan della trasmissione di Raiuno. Nelle scorse edizioni ogni venerdi costringevo il mio fidanzato a stare a casa per seguirlo. Quest’anno poi, visto che sono tra i protagonisti, lui lo fa ancora più volentieri“. Ed è proprio del suo fidanzato che non ama parlare, perché lui preferisce seguirla solo da casa: “E’ un ragazzo normale, uno sportivo: non fa parte del mondo dello spettacolo e non vuole finire sotto i riflettori. Stiamo insieme da tre anni e sto cercando in tutti i modi di rispettare la sua scelta e di proteggerlo. Per il momento ci sono riuscita. So che è sempre dalla mia parte e che soffre prima di ogni mia esibizione. Sposarmi? Mia madre si è sposata giovanissima e ha avuto me e mia sorella. Quando avevo solo cinque anni, però, mio padre se n’è andato di casa e ci ha abbandonate. Quindi, prima di fare il grande passo, voglio capire bene chi ho vicino. L’esperienza mi ha resa diffidente nei confronti degli uomini. Mio padre non lo sento, non ha mai fatto parte della mia vita“. Tornando alla carriera, finito il programma, Cosima tornerà subito sul set: “Sì. Per girare la seconda serie di Furore – Il vento della speranza con Francesco Testi e Giuliana De Sio. Poi spero di fare presto un musical per poter ballare e cantare“. E come vive la crisi? “Ho iniziato a lavorare quando avevo solo diciotto anni, in un periodo buono. Il mio primo ingaggio come ballerina è stato al Salone Margherita, in uno spettacolo del Bagaglino: quindi sono partita con il piede giusto. Poi ho avuto periodi difficili, ma sono sempre riuscita a conviverci. Il trasferimento da Fragagnano, un paese nelle vicinanze di Taranto, a Roma è stato a dir poco traumatico. Ma ce l’ho fatta grazie all’aiuto di mia madre, che mi ha sempre incoraggiata. Mia madre è una presenza fondamentale per me. Dopo essere stata lasciata da mio padre, ha deciso di dedicarsi anima e corpo a me e a mia sorella. Quindi è stata per noi anche il papà che non abbiamo mai avuto. A lei devo la mia grande passione per la danza. Ho cominciato a praticare questa disciplina per correggere un problema a un piede. Mia madre mi ha portato dai migliori ortopedici per questo e poi attraverso la danza sono riuscita a risolvere il problema. E non mi sono più fermata. Agli inizi avrebbe preferito vedermi studiare, così come ha fatto mia sorella. Adesso, però, è una delle mie più grandi sostenitrici“.

Fonte: Nuovo

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM