Silvia Raffaele: “Sognavo un uomo vero”; Gianmarco Valenza: “Ero già un tronista nella vita” e Amedeo Barbato: “Io gay? Ho avuto molte ragazze!”

Nuovo tv

Hanno iniziato il loro percorso dell’anima gemella sul trono di Uomini e Donne già da un paio di mesi ed è tempo per i primi bilanci per i tronisti di quest’anno. E se per qualcuno la ricerca non ha dato i suoi frutti, come la bella Silvia Raffaele, per i maschietti il programma sembra averli portati verso ciò che cercano. “Mi auguro di poter uscire dalla trasmissione con una persona che mi completi e che mi faccia stare bene“, diceva l’ex corteggiatrice di Fabio Colloricchio, che però negli scorsi giorni ha rinunciato a trovare quello giusto. “Dev’essere intraprendente, cerco una persona che mi sappia tenere testa. Voglio un uomo vero, non un ragazzino. Sogno di trovare qualcuno con cui poter, in futuro, costruire una famiglia. Una persona non necessariamente più grande di me, in amore non mi precludo nulla. Se c’è un mio coetaneo ben venga, lo conoscerò e cresceremo insieme. Se, invece. dovessi preferire un uomo più maturo di me, vorrà dire che sarà lui ad aiutarmi a crescere” aveva dichiarato lei. Poi, quando le si è chiesto se tra i corteggiatori ci fosse già qualcuno che aveva capito qual è il modo migliore per conquistarla, aveva risposto: “C’è qualcuno che ha suscitato in me un certo interesse. Siamo solo all’inizio, lo so, eppure ho già notato che c’è chi è in grado di farmi capire che tipo di persona ho di fronte e soprattutto chi non è davvero interessato a me. Valuto ogni suggerimento, soprattutto se arriva dai miei genitori, ma sono una persona molto testarda e alla fine farò di testa mia. Io seguo l’istinto e le sensazioni“. Il suo riferimento, probabilmente, era a Rafael Valle, che però si è dimostrato non interessato alla tronista dopo che lei aveva concesso troppe attenzioni al rivale Fabio Ferrara. Secondo altri, invece, Silvia non era ancora pronta ad affrontare il trono dopo la scottatura ricevuta da Colloricchio.
E, a proposito, Gianmarco Valenza ha iniziato Uomini e Donne poco dopo la fine della sua relazione con Aurora Betti, con la quale ha partecipato a Temptation Island e ora non ha intenzione di uscire single dagli studi ancora una volta: “La promessa che ho fatto a me stesso è quella di prendere in mano la situazione in amore. Non mi spaventa l’idea di stare di nuovo in tv, al centro dell’attenzione, ci sono abituato. I miei amici mi hanno persino preso in giro quando hanno saputo che avrei partecipato al programma. Mi hanno detto: ‘Tu sei già tronista nella vita, che cosa ti cambia?’. Secondo loro, adesso faccio in televisione quello che ho sempre fatto nella vita di tutti i giorni, lontano dalle telecamere. Ammetto di essere sempre stato circondato da ragazze“. Ma quando gli si chiede se c’è qualcosa che le donne non amano di lui, dice: “Probabilmente sono troppo permaloso. Questo mi porta a prendere decisioni istintive e, a volte, anche ad allontanare le donne da me. Però, se capisco di aver preso la decisione sbagliata, penso che sia giusto ammetterlo e tornare sui propri passi. Anzi, lo vedo come un segno di maturità“.
Non è abituato a farsi corteggiare, invece, Amedeo Barbato: di solito è lui a correre dietro alle donne e infatti ha ceduto al fascino femminile molto spesso… “Mi fa uno strano effetto vedere una ragazza che mi porge una rosa. Cercherò di lasciarmi coccolare, per una volta!” dice il consulente napoletano. Ma quando gli si chiede se ha paura che qualcuna delle sue pretendenti sia più interessata alla notorietà che a lui, risponde: “Sì, certo, l’ho messo in conto. Sto analizzando le corteggiatrici a una a una, scavano nel profondo dell’anima. Credo che solo il tempo potrà aiutarmi a capire chi è interessata a me e chi, invece, è più attratta dal contesto televisivo“. Inoltre, sin dalle prime esterne ha fatto riferimento alla possibilità di avere un figlio…”Vorrei essere un papà amico, pur mantenendo una posizione intransigente. La mia è una famiglia tradizionalista e io ho avuto un’educazione rigida. Per mio padre sono sempre stato figlio e basta. Ho sempre sentito questo distacco“. Infine, quando gli si chiede di risponde a chi sul web sostiene che preferisca i ragazzi alle ragazze, ribatte: “Di sicuro non me la prendo. Quando ho letto certi commenti su internet mi sono fatto una grossa risata in compagnia di mia madre. È a dir poco ridicolo, in realtà ho avuto molte fidanzate!“.

Fonte: Nuovo tv

About Edicola

15 commenti

  1. “…mi sono fatto due risate in compagnia di mia mamma…”
    (da solo non si divertiva)

  2. Amedeo ha il classico sorriso dei gay, quel sorriso lì, sapete di che parlo.
    Come per gli ebrei, certe cose si capiscono a naso. No? Non era così?
    Beh comunque meno male che ci sono gli uomini di una volta, quelli che al baretto rimettono tutti in riga.
    Ogni ragazza in qualche modo ha un fremito quando sente un maschio dire al bar che la sbatterebbe al muro.
    Che le sbatte tutte al muro. Penso sia la scelta del verbo. Che felicità uscire di casa con un tronista dalla nascita.
    Alla fine quello che conta non è mica la qualifica di chi si siede, ma l’importanza del posto a sedere. Di plastica.

    • Sia chiaro… Non è che affermando che l’uno sembra effemminato si stia vantando lo sbattitore seriale.. Semplicemente si sta dicendo che quello sembra effemminato.. Stop!

      • effeminato e gay non sono sinonimi, come gay e bisessuale.
        Ma per me uno che lo dice non è che lo sia. Il fatto che lo dica per competere con un altro uomo, che lo dica in pubblico dovrebbe renderlo patetico. Comunque questo genere di preferenze ha poco di oggettivo, ognuno dovrebbe poter fare e pensare quel che gli pare.
        Per esempio Mariano può risultare molto avvolgente, può attrarre. Per me è assurdo, ma non significa che lo sia. Io credo che piaccia, sopratutto quando si è giovani e di una certa estrazione sociale, quelli tipo Gianmarco. Ma penso che possa piacere in generale.
        Questa consapevolezza unita alle tensioni nel Sud-Est asiatico, allo velocità dello sviluppo tecnologico, alle tante devastazioni ambientali in corso mi fa dormire sonni tranquilli.

    • twe tu fai polemica ma per me il DUBBIO è legittimo. Ed è dato dal suo comportamento.

      Aggiungo che la virilità prescinde dall’orientamento sessuale tanto è vero che ci sono gay molto effemminati tipo Roberto Bolle e gay molto mascolini come Gareth Thomas, nel mezzo c’è poi il mondo.

      Detto questo purtroppo molti genitori preferiscono avere figli criminali piuttosto che figli gay, per questo c’è chi la vede come un’accusa grave. Dire che Amedeo è gay e dire che Amedeo è lì solo per fare serate (ergo non gliene frega niente di nessuna) ha per me la stessa valenza, solo che chissà come mai solo la prima è un’accusa, un’insinuazione gravissima da punire con la sedia elettrica, la seconda no.

      • perché va così. Lo dimostra questo post. Il titolo e come è stato commentato.
        Non c’è niente di male nella polemica. Se no è una sassaiola e questo è un fansclub o un circolo di hater. Mentre le cose non stanno così. Voi vi siete soffermate su quella parte dell’intervista, io su quella di Gianmarco. Ci sono dichiarazioni di tutti e tre. Si vede che per voi era più rilevante questa, mentre per me era più rilevante un’altra. Non si tratta di quel che è legittimo insinuare, è legittimo insinuare tutto, ma è anche possibile contestare l’insinuazione o ridimensionarla.
        A me interessa di più pensare a Gianmarco che favoleggia al bar di sue clamorose performance sessuali mentre a casa la fidanzata se la fa con mezzo condominio.

  3. Mi spiace io trovo che il gayradar sia una scemenza. Esiste il queer radar, il fag radar, eccetera. Ma il gayradar no.
    E siccome per questa storia ci si tappa le orecchie su Gianmarco ecco Twe. Non c’è nessun mistero dietro. Un bel doppiosenso. Ma non è così. Poi su orientamento sessuale e trono ho un’opinione. Ma è un altro discorso.

  4. È a dir poco ridicolo, in realtà ho avuto molte fidanzate!“

    Non è ridicolo, o è vero o è falso. E tanti gay hanno vissuto e vivono oggi una vita da etero perché non si accettano o per le ripercussioni familiari/sociali/lavorative. Caitlyn Jenner ci ha messo 66 anni per accettare di essere nata donna in un corpo maschile (tra l’altro le piacciono le donne, quindi è lesbica), nel frattempo ha avuto vagonate di figli.

    Per me Amedeo è sempre e comunque “tanta roba” quindi spero per Sophia che lui scelga Martina, così possono portare le rispettive maschere insieme appassionatamente in discoteca il sabato sera e a messa la domenica mattina.

Inserisci un commento

Not using HHVM