A Fabrizio Frizzi ‘L’Eredità’ non basta più: “Ora mi sento pronto per sbarcare a Sanremo!”

Di Edicola - 8 novembre 2015 09:11:43

Nuovo

Fabrizio Frizzi è un padrone di casa simpatico e professionale a L’eredità e ogni sabato si cala nel ruolo di giurato nel talent show per bambini condotto dall’amica Antonella Clerici, Ti lascio una canzone. Un momento lavorativo davvero magnifico per lui! Nonostante questo, il conduttore romano ha ancora un sogno nel cassetto: condurre un programma tutto suo in prima serata, dopo l’esperienza dell’estate scorsa che lo ha visto al timone di Gli italiani hanno sempre ragione. Il suo desiderio più dolce, però, quello di diventare papà, lo ha realizzato già due anni mezzo fa. Dall’unione di con la sua giovane moglie, la giornalista Sky Carlotta Mantovan, è nata la piccola Stella, che gli regala una grande gioia: “Per me Stella viene al primo posto. Sono diventato padre tardi, ora ho 57 anni e sono consapevole che potrei avere meno tempo per accompagnarla lungo il cammino della vita. Per questo le dedico ogni momento libero dal lavoro. E una priorità, ma anche un piacere. Lei, per me, è adrenalina pura. Mia moglie mi racconta che mi guarda, ma solo per qualche momento e poi cambia canale. Preferisce i cartoni animati e io vengo sconfitto da Masha e Orso e da Peppa Pig” racconta lui ironico. E se crescendo, Stella dovesse dimostrare qualità artistiche e avesse il desiderio di partecipare a Ti lascio una canzone? “Se fosse brava, credo che potrei assecondare il suo desiderio: proverei cioè a trasformare la sua passione in lavoro, dandole anche consigli sulla parte artistica. E comunque, alla fine. sono i figli che decidono che strada percorrere. Adesso la mia Stellina si diverte come tutti gli altri bimbi a cantare e, soprattutto, a ballare. Meglio di me sicuramente, che in passato a Ballando con le stelle ho dimostrato di essere un pessimo danzatore“. Quando gli si chiede se pensa che dopo che Carlo Conti gli ha passato il testimone a L’eredità, possa farlo anche col Festival di Sanremo o magari invitarlo a raggiungerlo, Fabrizio risponde: “Il mio ruolo a L’eredità è di copertura sino alla fine di febbraio, quindi non credo che ci sarà uno spazio per una fuga a Sanremo. E poi per me il Festival rappresenta una sorta di rito da seguire da solo a casa o al massimo, in famiglia. Sono felice che ora il Festival lo conduca Carlo. Anzi, mi auguro che se ne occupi per tanti anni ancora. Però, se lui in futuro dovesse lasciare, diciamo che tra i tanti che potrebbero condurlo ci sono anche io. L’amore per la musica e per Sanremo li ho da sempre, ora c’è anche la maturità professionale. Potrei tentare: inutile dire che è sempre stato il mio sogno. Ho una canzone per ogni fase della vita. Quella di oggi è Bambina dallo spazio di Gianluca Grignani, che parla dell’arrivo di una bimba come se fosse una stella caduta dal cielo. Mi fa pensare alla mia Stellina“.

Fonte: Nuovo