Gianmarco Valenza e Laura Molina a IsaeChia.it: “Non ci aspettavamo una scelta così… particolare, ma abbiamo dovuto difendere quello che stavamo costruendo!”

Di Franci - 18 novembre 2015 19:11:39

Nessun petalo rosso ha contornato la scelta di Gianmarco Valenza, che si è trovato a doversi dichiarare a Laura Molina in un momento di forte tensione, per difendere lei e difendere tutto quello che di bello avevano costruito nel corso dei due mesi vissuti a Uomini e Donne. Dopo i duri attacchi e le accuse ricevute negli studi del Trono Classico è arrivata la felicità per la neo coppia, che dopo l’atipico lieto fine in trasmissione si sta godendo il nuovo inizio nella quotidianità.

Oggi, in esclusiva per noi di IsaeChia.it sono proprio Gianmarco e Laura a raccontare la loro esperienza nel seguitissimo programma di Maria De Filippi e le sensazioni che hanno provato reciprocamente durante tutto il loro percorso…

Gianmarco Valenza e Laura Molina

Ciao ragazzi! Gian, ti abbiamo conosciuto quest’estate a Temptation Island 2, a cui avevi deciso di partecipare insieme alla tua fidanzata di allora, Aurora Betti. L’esperienza sull’isola sarda non è andata proprio come desideravi (e ne avevamo già parlato QUI): lei, infatti, si è lasciata persuadere ben presto da un tentatore, Giorgio Nehme, decidendo, quindi, di interrompere la vostra storia lunga otto mesi. Nel corso della prima puntata del Trono Classico di Uomini e Donne di questa stagione, poi, sei stato invitato dalla redazione del programma per un confronto con lei. Sei sembrato molto sicuro di te e non hai mostrato nessun timore nello scontro dialettico che avete avuto… cos’hai provato nel rivederla dopo tanto tempo? Ti aspettavi che in quell’occasione ti offrissero anche il trono? Ciao ragazze! Beh, in quella puntata mi è sembrato di rivivere un po’ la scena del falò conclusivo di Temptation Island: io sono una persona che si lega tanto e dà tanto agli altri, però quando un rapporto d’amore o d’amicizia finisce, divento di ghiaccio, non traspare più nulla! Quello che mi ha spiazzato di Aurora è stato il suo comportamento, me l’aspettavo più combattiva, invece… Credo si fosse studiata bene la sua parte, magari per ripulirsi un po’ l’immagine! Mentre per quanto riguarda il trono, a me è stato offerto il 22 luglio e io l’ho accettato il giorno stesso: non sono stato io a chiederlo, come invece si è capito!

Maria De Filippi si è mostrata dura nei tuoi confronti, indispettita per le foto che sono girate quest’estate, in cui eri ritratto accanto ad altri ex protagonisti del programma, tanto da averti “punito” con l’assenza di un video di presentazione. Sembra che quella cosa te l’abbiano fatta scontare per tutto il percorso, tanto che hai ricevuto più volte attacchi totalmente gratuiti sulla storia dell’agenzia, delle tue frequentazioni fuori dal programma, ecc… Secondo te fondamentalmente perché? E, soprattutto, premesso tutto ciò, per quale ragione allora ti hanno proposto il trono secondo te? Credo mi abbiano offerto il trono per farmi riscattare dalla delusione di Aurora. Poi, durante e dopo Temptation, ho ricevuto molti consensi e molto affetto da parte dei telespettatori, e sicuramente anche questo un po’ avrà influito sulla proposta che mi è stata fatta. Quando sono stato contattato dalla redazione per il trono, mi era stato chiesto di stare lontano da tutto il contorno che ormai era diventato parte della mia vita dopo l’esperienza in Sardegna, io però purtroppo avevo delle serate già pagate e, attraverso l’agenzia, avevo stretto amicizia con alcuni personaggi che erano già passati da Uomini e Donne, ma nulla era stato fatto per “dispetto” alla redazione.

Spesso gli attacchi e le critiche che ti sono state rivolte riguardavano il confronto con Amedeo Barbato, a favore ovviamente suo: tu cosa pensi di lui e di questi continui paragoni fatti tra voi? Io penso, innanzitutto, che il mio sarebbe potuto essere un bel trono, fatto di sentimenti, e sarebbe potuto andare anche molto meglio rispetto a come è andato. Troppe volte, però, è stato dato più spazio agli attacchi in cui io passavo per il cattivo della situazione e Amedeo per quello buono. Io so solo di essere stato sincero e trasparente, ho sempre detto la verità e fatto quello che sentivo, anche se qualcuno ha voluto vedere il marcio in me. Di Amedeo ho pensato sin dal primo istante che prima o poi si sarebbe mostrato per quello che è e, infatti, l’Amedeo di oggi è completamente diverso da come si era presentato inizialmente, anche se in studio tutti continuano a difenderlo! Secondo me il vero Amedeo è quello di oggi: è un ragazzo di 27 anni a cui piacciono le donne, piace andare a ballare, un ragazzo come tutti gli altri… se si fosse mostrato così sin da subito sarebbe risultato molto più simpatico!

Pensi che lui sia realmente interessato a Sophia Galazzo? No no, per me no! Secondo me non gli interessa nessuna! Se fosse stato interessato a Sophia l’avrebbe scelta! Non è una persona che ha bisogno di allungare il brodo, sicuramente gli piace stare in televisione, ma non avendo problemi di soldi – quindi non avendo interesse a far serate – se avesse avuto questo interesse forte per Sophia, avrebbe scelto di iniziare a viversela fuori dal programma! Ad oggi, secondo me, l’unica che gli piace davvero è Fabiola Cimminella, tanto che l’aveva addirittura contattata prima di salire sul trono!

Tu, Laura, come mai hai deciso di partecipare a Uomini e Donne? Cosa ti aspettavi da quell’appuntamento al buio? Ciao ragazze! La mia idea era principalmente quella di fare un’esperienza completamente diversa dal solito! Non nego che quando mi hanno chiamata mi sono proposta come tronista, proprio perché la mia idea era quella di avere la possibilità di conoscere dei ragazzi che non fossero quelli che ero abituata a frequentare, come ho spiegato anche a Gianmarco nella nostra prima esterna. Poi mi hanno proposto l’appuntamento al buio e ho accettato, però con la riserva che se non avessi incontrato qualcuno veramente capace di colpirmi, me ne sarei tornata a casa! Gianmarco, invece, mi ha colpita e quindi sono rimasta per conoscerlo!

Avevi avuto modo di seguire Temptation Island e, quindi, di farti un’idea su chi fosse Gianmarco? Ti aspettavi di trovarlo sul trono? In realtà, lavorando di sera, Temptation l’ho seguito raramente! Sapevo chi era lui perché mi ero informata su chi potessero essere i tronisti e si vociferava il suo nome, ma il programma non l’ho seguito quest’estate, quindi non conoscevo tutte le vicende.

Una volta che ti sei trovata di fronte lui e Amedeo, come mai hai deciso di dichiararti per Gianmarco? Ho subito optato per Gianmarco soprattutto perché, quando c’è stato il primo confronto con i tronisti, io ho fatto una domanda per me cruciale, ossia se preferissero una donna condiscendente o una con gli attributi, e Amedeo ha optato per la prima tipologia! Ho capito che non poteva assolutamente andare bene per me e ho preferito Gianmarco per le risposte che ha dato: al di là anche dell’aspetto fisico, Amedeo non è assolutamente il mio tipo!

Gianmarco, cosa ti ha colpito di Laura appena l’hai vista? Perché l’hai portata in esterna praticamente subito? Il fatto che fosse un po’ più donna delle altre. Ma ti dico la sincera verità: all’inizio ero indeciso sul suo conto, e solo il giorno dopo la prima registrazione ho chiamato la redazione per chiedere se potessi fare anche un’esterna con lei… E infatti mi han poi concesso cinque esterne anziché quattro!

Come ti sei trovato con lei in quell’occasione? Con lei mi sono trovato bene sin da subito. Non avevo grandi aspettative, considerando le ragazze che erano scese per l’appuntamento al buio, invece Laura è riuscita a riempire i 40 minuti dell’esterna semplicemente parlando, raccontandosi. Mi hanno colpito sia le domande che mi faceva lei, sia come rispondeva alle mie: mi ha spiazzato! In tutto ciò che faceva e in tutte le situazioni che creava riusciva sempre a sorprendermi…

E tu, Laura? Che mi racconti della vostra prima esterna? Io ero imbarazzatissima, perché comunque era la mia prima volta davanti alle telecamere, però volevo fare un’esterna solo conoscitiva, volevo capire se poteva esserci un feeling mentale, perché per me, al di là dell’aspetto fisico, se non ci fosse stato quello sarebbe stato inutile continuare a rimanere lì dentro, quindi ho puntato su un’esterna semplice… e lui mi è piaciuto tanto!

Le tue rivali sono state Veronica Tramontana, Loretta Graziani e ultimamente anche Cecilia Govoni: c’era una di loro che più delle altre temevi? Che idea ti sei fatta di loro? Posso essere sincera? Io non temevo nessuna di loro! Non voglio essere presuntuosa, però anche vedendo i loro percorsi, io vedevo che Gianmarco non era preso da nessuna di loro e la conferma per me è stata l’esterna al mare! Poi ho avuto un momento di défaillance quando hanno montato tutti i momenti con Cecilia, ma in cuor mio non temevo nessuna. Nei confronti di Loretta vedevo solo attrazione fisica, con Cecilia c’era più feeling mentale, ma comunque sentivo che il feeling che aveva con me non lo aveva con le altre!

Tu, Gianmarco, sembravi inizialmente molto attratto da Veronica, tanto che gli opinionisti erano convinti che voi foste d’accordo. Poi, inaspettatamente, hai deciso di eliminarla: cosa ti piaceva e cosa non ti piaceva di lei? Lì dentro non hanno mai apprezzato la mia sincerità: io l’avevo sempre detto che oltre all’attrazione fisica mi serviva altro, e quando sono arrivato ad un centimetro dalle labbra di Veronica mi sono accorto che tra noi non c’era nulla di più, per questo ho deciso di eliminarla!

Accesa e durissima è stata la polemica che vi ha visti coinvolti contro l’opinionista Tina Cipollari, che è stata paragonata a una gallina. Ci spieghi bene com’era nato il tutto? Veronica mi aveva raccontato di questa sua paura delle galline e io, per stuzzicarla, avevo pensato di organizzarle direttamente un’esterna in una fattoria… ma così, per farci due risate. Poi un giorno sono uscito con un mio amico per comprare delle candeline, mi sono imbattuto in quella gallina gonfiabile, mi è venuta in mente lei e così l’ho comprata, tutto lì. Poi l’abbiamo chiamata Tina la gallina, ma era solo un gioco. Di quel vestito che Veronica ha poi indossato durante una puntata in cui c’erano stampati dei galli, inizialmente non me n’ero nemmeno accorto, perché io da lontano manco ci vedo bene (ride, ndr)! Quando ho messo a fuoco cosa aveva addosso ho pensato: “Ma questa è pazza, si vuole fare ammazzare!” e sono scoppiato a ridere… una persona del genere è proprio folle!

E con Loretta credevi davvero  ci potesse essere qualcosa più della semplice attrazione fisica? I gusti, si sa, sono soggettivi, ma io continuo a reputare Loretta una delle ragazze più belle passate da quello studio. Purtroppo il fatto che avesse 18 anni spesso si faceva sentire e io al mio fianco volevo una donna, ma in lei riscontravo delle sfumature che nella mia vita sono sempre mancate, quindi mi son detto “Vediamo se magari, organizzando qualcosa io, la spingo ad aprirsi un po’ di più, vediamo come si comporta“. Quando stavamo insieme mi sembrava spontanea, ma in alcune situazioni ho avuto anche io l’impressione che stesse recitando. I dubbi erano molti, ma quando mi sono reso conto che tra noi non c’era più di una semplice attrazione fisica, ho preferito eliminarla.

Il primo bacio con Loretta era stato preceduto di pochissimo da quello con Laura. Il bacio con Loretta è sembrato molto indotto dalla situazione, quello di Laura, invece, sembrava molto più sentito, tanto che tu avevi ammesso di averci pensato la sera prima, quando eri al cinema con amici… cos’hai provato quando è arrivato ‘sto famoso primo bacio? Quel bacio è stato assolutamente voluto: vedevo che lei era molto frenata e ho cercato di sbloccare la situazione. In quel momento ho capito tante cose: sai quella sensazione quando ti si stringe un po’ lo stomaco? Ecco, a me è successo proprio quello!

E tu, Laura, cos’hai provato nel sentirgli pronunciare quelle parole? Io ero felicissima! Il fatto che lui ci immaginasse fuori dal programma mi ha colpito molto! Poi, però, tutto è stato sminuito dall’esterna con Loretta. Non me la sono presa tanto per il loro bacio, perché a me, come avevo detto anche in puntata, non ha suscitato niente! L’ho visto come un bacio puramente fisico! Ci sono rimasta male perché finalmente era arrivata una cosa bella per me e lui l’aveva appannata in quel modo. Ha sbagliato proprio il principio per me! Aspettavo da tanto un momento tutto mio, mi ero lasciata andare e invece lui poi mi ha ‘fregata’ il giorno dopo. Anche il mio pianto, era un pianto di delusione: io sono emotiva, mi sfogo così!

Gianmarco, non ti aspettavi che Laura potesse rimanerci male vedendo quelle scene? Non temevi che potesse decidere di eliminarsi? Lei giustamente c’è rimasta male, ma il fatto che tutti in quello studio appoggiassero la sua idea di andarsene, non l’ha portata a riflettere sulla situazione scomoda in cui mi trovavo io: decine di tronisti in passato si sono comportati allo stesso mio modo, perché io dovevo essere condannato? In quel momento avevo tre persone di fronte e stavo cercando di conoscerle e di chiarire tutti i dubbi che avevo, in modo da poter poi arrivare a una scelta sicura e sentita. Rifarei quello che ho fatto altre mille volte, perché se stai a un centimetro da una ragazza che ti piace e che è stata brava a creare la situazione giusta, sfido chiunque a tirarsi indietro!

Laura, dopo quel bacio si può dire che Gianmarco abbia cercato di darti continuamente altre certezze una dopo l’altra, a iniziare dalla sorpresa a casa tua a Milano. Com’è stato per te trovartelo lì? Avevo un po’ di dubbi, nel senso che l’avevo messo alle strette e lui finalmente si era dato una mossa, però alla fine mi ha fatto piacere che sia venuto! Anche perché lui non ci crede, ma quando io gli ho detto che se non fosse venuto a prendermi non sarei tornata in trasmissione ero seria! Mi ero eliminata davvero, non sarei mai tornata! Sono un’orgogliosa del cavolo, quindi se non fosse venuto non mi avrebbe più vista!

Nessuno si aspettava, invece, che con Cecilia le cose fossero così avanti, tanto che le hanno concesso veramente poco spazio in trasmissione… Gianmarco, cosa ti aveva colpito di lei? La prima volta che ho visto Cecilia scendere la scalinata mi ha suscitato qualcosa, ed è per questo che l’ho portata fuori e ho voluto conoscerla. Tutto sommato partiva alla pari con le altre, visto che avevamo registrato pochissime puntate fino a quel momento, e non ho mai capito come mai sia passata in secondo piano rispetto a loro. Forse nessuno, redazione compresa, pensava potesse esserci un interesse nei suoi confronti, invece c’era. E in quanto mamma non mi sarei mai permesso di prenderla in giro: io con lei stavo davvero bene!

Gianmarco, tornando a Laura, in un’occasione ti è sfuggita un’espressione piuttosto eloquente: “Laura è Laura“! Sembrava che tu fossi combattuto tra istinto e ragione, sembrava che lei fosse la scelta, ma che tu non volessi arrenderti al cuore, perché, come hai detto, stare con lei sarebbe significato un po’ rivivere il tuo passato e le tue ex fidanzate. Eppure al cuor non si comanda e, nel corso di un’esterna a Latina, le hai raccontato un Gianmarco senza veli… E’ stata un’esterna bellissima: cosa ti ha spinto a fare un gesto così importante? Laura aveva difficoltà ad aprirsi nei miei confronti, così ho deciso di aprirmi io nei suoi raccontandole gli ultimi due anni della mia vita, un periodo per me davvero significativo: ci ho messo il cuore, e ancora una volta volevo darle una dimostrazione del mio interesse. Quello che avete visto con Cecilia, invece, è stato uno sfogo diverso, meno spontaneo: nell’esterna precedente mi aveva fatto una domanda alla quale io avevo bruscamente risposto “Non ne voglio parlare“, poi però ragionando mi sono detto “Come le conosco queste ragazze se metto un muro davanti a tutte le domande personali che mi fanno e non racconto loro nulla di me?“. E così mi sono lasciato andare…

Laura, tu cosa hai provato in quel momento? Credevi di poter essere tu la scelta, vista l’intensità delle frasi che solo a te aveva dedicato?  Io lì mi sono sciolta! E’ stata una delle nostre esterne più belle e mi aveva fatto tantissimo piacere che avesse organizzato tutto lui. In realtà quell’uscita è stata molto tagliata, ma anche il viaggio in macchina bendata per un’ora è stato simpaticissimo: io non potevo vedere nulla e lui me ne combinava di tutti i colori! La frase ‘Laura è Laura‘, invece, da un lato mi ha fatto piacere perché mi ha fatto capire che per lui ero unica, però dall’altro lato mi ha spaventata perché lui poi ha detto che io assomigliavo alle donne con cui già era stato in passato e ho pensato che forse cercava altro in quel momento, soprattutto dopo essere stato male! Ho pensato che forse lui aveva bisogno di qualcuno che gli desse più sicurezze, come una Cecilia. E, di conseguenza, ci sono rimasta ancora più male quando ho visto l’esterna in cui lui piangeva con lei, perché comunque si stava aprendo anche con qualcun’altra. Da lì è nata la mia decisione di affrontarlo a muso duro nei camerini. Io mi ero aperta nell’esterna a Latina, gli avevo raccontato delle cose di me e lui in puntata aveva sminuito tutto, quindi l’avevo presa male ed essendo un’impulsiva ho reagito come avete visto!

Gli alti e bassi non sono mai mancati, neanche nell’ultima puntata in cui è stato messo in discussione il fatto che voi vi sentiste e che foste d’accordo… e un gesto dolce come quello di Gianmarco di regalare a Laura la sua collana è stato interpretato come una mossa pubblicitaria. Sui vostri volti era visibile l’incredulità, ma anche l’esasperazione e, in un momento in cui erano le critiche e gli attacchi ad avere la meglio, Gianmarco ha chiesto di ballare con Laura per sceglierla. Gianmarco, cosa ti ha fatto giungere a quella conclusione? Alcuni hanno considerato la tua una scelta forzata… No, non è così! Ho preso quella decisione dopo l’ennesimo attacco sul nulla: sulla collana che ho regalato a Laura – perché sentivo di farlo, non per business! – su lei che ingenuamente ha messo la foto e, nonostante sembrasse la preferita di tutti, è stata invece attaccata dal mondo. Io avevo già programmato di eliminare Loretta, avevo deciso di non prenderla in giro e di darle le dovute spiegazioni, perché non aveva senso che continuassi a portarla in esterna per arrivare alla scelta e dirle ‘No‘, perché quello che provavo per le altre due ragazze era più forte, invece è stato un accanirsi generale: Laura è stata accusata di aver pubblicato la foto per fare pubblicità, hanno accusato entrambi di essere d’accordo e di sentirci al di fuori della trasmissione, ma la cosa che mi ha fatto ridere di più è che hanno insinuato che dopo che lei mi ha parlato di convivenza a Latina, io le ho regalato la chiave di casa, quando invece si trattava di un semplice ciondolo! Giustamente Cecilia, nell’udire quelle insinuazioni, ha deciso di andarsene, io l’ho fatta rientrare perché volevo chiarire con lei e volevo capire perché le bastava questa storia della collana per voler scappare a tutti i costi. Ma quando ho visto che la situazione stava continuando a degenerare, non ce l’ho fatta più a sostenerla psicologicamente e ho realizzato che dentro di me avevo già la mia scelta da tempo! Quando ho invitato a ballare Laura, avrei potuto prendere a ballare Cecilia per chiarire la situazione e per tenermela buona: forse non sarebbe rimasta e forse nemmeno io sarei rimasto, anche perché non volevo perdere Laura. Quindi ho invitato a ballare lei, sono scoppiato a piangere, le ho detto “Non ce la faccio più, ce ne andiamo?” e l’ho baciata! Avrei potuto continuare a fare teatrini, ma la mia scelta sarebbe stata comunque lei!

Tu, Laura, come hai vissuto tutta quella situazione, cosa ti aspettavi? Credevo di essere io la scelta, ma non che mi scegliesse già in quella puntata! Il suo non l’ho recepito come un gesto forzato, come invece è sembrato dalla messa in onda, l’ho percepito più come un modo per difendermi e difendere quello che avevamo costruito. C’era stato proprio un capovolgimento anche da parte della redazione nei miei confronti: fino a due settimane prima mi hanno portata su un piedistallo, mi hanno coccolata… Io quando mi confidavo con loro dicevo che avrei detto ‘No‘ in caso fossi stata io la scelta, ma il mio ‘No‘ era un ‘No‘ razionale, l’ho spiegato anche nell’ultima puntata: non mi fidavo, avevo dei dubbi nei suoi confronti, avevo paura che magari sarei potuta essere una scelta mediatica, per il fatto che piaccio al pubblico. Io lui lo conoscevo relativamente, mi basavo sulle sensazioni che vivevo, che erano vere, ma avevo anche dei sentimenti contrastanti, dei dubbi che, involontariamente o volontariamente, erano alimentati anche dalla redazione. E per quanto riguarda la questione della collana, non si trattava di foto mirate! Io ho fatto un selfie prima di uscire, nel quale la indossavo, perché erano tre giorni che non la toglievo mai! Poi magari ho fatto l’errore, ingenuamente, di fare una Snapchat e di scrivere anche una frase carina rivolta a lui, ma non sarei mai andata a pensare che avrebbero fatto lo screenshot che poi è girato nel web. Si trattava di una foto in cui avevo la collana in mano e loro l’hanno mostrata in puntata dicendo che stavo mostrando il marchio, quando non sapevo nemmeno che marchio fosse! L’ho detto anche agli opinionisti in studio che hanno avuto una malizia e una fantasia assurda! Ci tenevo ad indossare la collana perché era un regalo di Gianmarco, fatto durante l’ultima esterna che è stata molto intensa! Proprio quest’esterna ha spinto tutti a venirmi contro, ad accusarmi, quando io sono stata, forse, veramente la più limpida lì dentro, e infatti mi sono incavolata e ho reagito! A un certo punto non sapevo nemmeno più cosa rispondere, mi limitavo a scuotere la testa… A me comunque quello che interessava era andare via di là con Gianmarco e, quindi, che non ci sia stata la scelta tipica non m’importa!

Quali sono state le prime cose che avete fatto una volta fuori dagli studi di Uomini e Donne? Com’è stato catapultarvi all’improvviso nella vita reale insieme?

Laura: Abbiamo cercato subito di tornare alla normalità, di scrollarci tutto di dosso: io ero veramente stressata, lui peggio di me, quindi… In realtà dobbiamo ancora realizzare quello che è successo! E gliele devo far pagare tutte (ride, ndr)!

Gianmarco: Una volta abbandonati gli studi siamo andati a casa di Fabio Colloricchio e Nicole Mazzocato, dove abbiamo fatto il primo brindisi a noi, poi siamo andati a cena e, infine, da me a Latina. Era una sensazione stranissima, stare per la prima volta insieme senza le telecamere e senza mille persone attorno, e siccome ce ne siamo andati in un modo strano e abbastanza brusco, eravamo abbastanza scossi e non ci siamo dedicati immediatamente a noi due… ma poi abbiamo rimediato!

Ora come intendete organizzarvi con la distanza, tra Latina e Milano?

Laura: Per ora abbiamo intenzione di fare un po’ su e giù, poi vedremo! Nei giorni scorsi sono stata io da lui a Latina, poi sono dovuta tornare a Milano e oggi mi ha raggiunto lui quassù!

Gianmarco: Per ora facciamo la spola tra casa mia e casa sua, ma in futuro chissà, potremmo persino convivere!

In questo momento siete felici? Sì sì, siamo davvero contenti… stiamo bene!

Un saluto alle nostre blogger preferite, Isa & Chia e a tutto il loro staff! Vi vogliamo bene, Gianmarco e Laura

P.S. Ciuf ciuf…