‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata di oggi del Trono over

Trono over

Anche le cattolicissime piangono. Incredibile.

Cioè, la lacrimazione non è appannaggio esclusivo delle disperate recidive stile Gemma Galgani, ma anche delle più stoiche #fAigheDiLegno come Maria S... E chi l’avrebbe mai detto?

Ancora meno mi sarei aspettata che cotanta commozione una come Maria S. l’avrebbe riservata a uno come quel Sebastiano, colui che da grande aspira a fare il Giorgio Manetti. E dire che i bambini sognano ancora di diventare astronauti quando potrebbero avere ambizioni di siffatto spessore… poveri stolti!

Lui, allocco come solo certi maschietti sanno essere, appena ha visto la più appariscente Anna M. c’ha provato a fare il colpaccio, peccato che con il secco rifiuto di quest’ultima abbia perso capra e cavoli, segnando al contempo uno storico sodalizio tra Maria S. e Rina, la verace paladina delle donne silurate, che poco più tardi ne ha avute anche per quella finta acqua cheta di Vincenzo il quale, nonostante gli oltre 50 mila like conquistati dal suo selfie con Maria su Facebook, l’ha rimbalzata senza pietà. Subito dopo essersi accaparrato un’ottima parmigiana di melanzane, ovviamente, mica prima.

A dare il colpo di grazia odierno al genere maschile ci ha pensato poi Concetta, che quando ha rimesso al suo posto quel caprone di Giovanni c’ha regalato grandi soddisfazioni.

Detto questo, sono anche io convinta che Elga Profili ci nasconda qualcosa, soprattutto alla luce di quel messaggio su Facebook postato subito dopo questa registrazione del Trono over di Uomini e Donne. Giorgio Manetti l’apparenza l’ha salvata. Per ora, però…

Ps. La marca del caffè, arrivati al tremillesimo decaffeinato preparato dagli stranamente iperattivi opinionisti, l’abbiamo ben compresa. Quella del delizioso pigiamone di Mary, invece?

Twitter

Video dalla puntata: Puntata interaIl turbamento di Gemma – Giorgio e la questione etica – Training autogeno – Una fine burrascosa – “Un uomo… un esempio!” – Esterna di Vincenzo e MariaTra scintille e parmigiana – Ciclone Concetta – Una “tisana” amara