Mara Venier: “E’ vero, ho riempito di botte Jerry Calà, ma ora è il mio migliore amico!”

Nuovo

In questi giorni Mara Venier è in giro per l’Italia per promuovere il suo libro Amori della zia. All’incontro di Torino, dove è stata accolta con grande calore dal pubblico, la rappresentante della giuria popolare di Tu si que vales ha raccontato: “L’idea del titolo nasce nei primi anni Novanta, quando la mia carriera era ancora agli inizi e c’erano moltissimi giovani tra i miei fan, ragazzi o ragazze a cui ero davvero molto affezionata. Per loro provavo un sentimento materno e a volte, quando li vedevo, dicevo loro: ‘Dai, venite qui, amori della zia’. Il libro è stato scritto in un periodo molto difficile, forse il più brutto della mia vita, quello legato alla malattia e alla morte di mia madre. Questo probabilmente mi ha portato ad essere vera e sincera e a far trasparire dalle pagine ciò che sono. Non sarà un grande libro, però è onesto“. Quando le si chiede se nelle sue scelte è stata una donna libera, lei precisa: “La libertà fa parte di me da sempre. A 16 anni sono rimasta incinta e ho deciso di tenere la mia bambina, sposandomi contro il parere di tutti. Il mio primo marito mi ha mollata il giorno del matrimonio per andare a Roma a fare l’attore. Ma grazie a lui mi sono innamorata della Capitale: l’ho raggiunto per un chiarimento e davanti al tramonto, ho capito che quella sarebbe stata la mia città. Un colpo di fulmine“. Tra i suoi ex, indimenticabile Renzo Arbore, con cui ha avuto una riappacificazione recentemente: “Con Renzo ho trascorso un periodo molto intenso della mia vita e ci vogliamo ancora molto bene. Ricordo ancora quando, negli anni Novanta, mi hanno offerto di presentare il gioco del cruciverba di Domenica In e due giorni prima di andare in onda mi hanno detto che avrei condotto l’intera trasmissione. Quando me l’hanno detto ero a casa, stavo cucinando con i capelli raccolti e senza trucco. Renzo mi guardò e mi consigliò di presentare il programma così, con un look acqua e sapone. Io ho cercato di ascoltarlo e, dopo vent’anni, sono ancora qui“. Con l’attore Jerry Calà, invece, ha avuto una relazione molto burrascosa…”Siamo stati sei anni insieme ed abbiamo preparato le pratiche per il matrimonio almeno venti volte, ma a causa dei continui litigi, rimandavamo sempre la data. Alla fine siamo andati a Las Vegas, senza fedi né testimoni. Pensavamo fosse un gioco. Non abbiamo mai trascritto le nozze in Italia, per poi scoprire che in realtà erano valide e abbiamo dovuto annullarle. In quegli anni eravamo tutti e due proprio dei cretini! Lui me ne combinava di tutti i colori e io lo riempivo di botte! A volte mi svegliavo alle due di notte, allungavo la mano per cercarlo e lui non c’era più. Allora mi alzavo e andavo in un locale di Roma, vicino a Piazza del Popolo e lo trovavo lì, circondato da ragazze. Il nostro è stato un legame conflittuale, mentre ora è davvero bello. Lui è il mio miglior amico, il mio punto fermo ed è importante nella mia vita. E’ il mio confidente e mi sostiene nei momenti belli e brutti. L’amore è finito, però ci vogliamo un bene immenso!“.

Fonte: Nuovo