“The Voice of Italy 2016”: la produzione lo contatta per partecipare alle selezioni, il leder degli Zen si arrabbia e pubblica la conversazione sui social

Di Isa - 31 dicembre 2015 15:12:15

The Zen Circus

Partecipare alle selezioni per un talent show, superarle e accedere alla finalissima è il sogno di migliaia di aspiranti cantanti, o di cantanti che non hanno mai sbarcato il lunario, sparsi per  tutta Italia ma, evidentemente, non è così per chiunque faccia musica, ed in particolare non è così per Andrea Appino, cantante e leader del gruppo musicale The Zen Circus (gruppo molto noto e apprezzato nella scena indie, con un repertorio ricco e ben conosciuto dagli esperti del settore), che proprio in queste ultime ore spopola nel web dopo aver pubblicato sul suo profilo Facebook la sua lunga replica ad un produttore di The Voice of Italy (il talent targato RaiDue che dal 2016 vedrà un nuovissimo parterre di coach: il post con tutte le ultime news QUI) che lo aveva contattato -dopo aver sentito delle sue performance ed esserne rimasto colpito- per chiedergli se volesse partecipare alle selezioni.

La risposta di Appino è diventata virale nel giro di poche ore ottenendo migliaia di like e condivisioni. A far notizia è, soprattutto, il fatto che il produttore che ha inviato il messaggio e che, teoricamente, dovrebbe essere un esperto di musica e conoscere tutte le realtà rilevanti non solo nel dorato e pubblicizzato mondo del pop ma anche nei generi più “di nicchia”, abbia inviato questo messaggio mostrando una certa ignoranza in quella materia musicale della quale si presume che chi lavora in un programma di musica sia un massimo esperto.

Facebook
Clicca sull’immagine per ingrandirla

I commenti a questa vicenda ovviamente sono molti e diversi: c’è chi appoggia in pieno la reazione del cantante degli Zen, si riconosce in questo voler distinguere l’essenza vera della musica dall’artefatto mondo dei talent e, soprattutto, ha utilizzato la vicenda per sottolineare la sostanziale incompetenza musicale di molti di coloro che ruotano intorno a talent show di successo e e chi, invece, vede nelle parole di Appino solo tanta retorica, permalosità e più di un pizzico di egocentrismo.

Voi che ne pensate? Da che parte state?