Up&Down, spazio alla moda: Tina Cipollari

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica Up&Down curata dalla nostra Love Coach Madeleine H. (per visitare il suo blog ricco di consigli di moda, amore e non solo cliccate QUI) che esaminerà il look di un personaggio dello spettacolo, indicando una mise Up ed un outfit assolutamente ed inesorabilmente Down! A lei la parola:

Up&Down - Tina Cipollari

Ed eccoci ad un nuovo appuntamento con la domenica e con il nostro spazio dedicato alla moda. Oggi ci concentriamo sulla Vamp per eccellenza, sulla prima tronista donna nella lunga storia di Uomini e Donne, e soprattutto sulla longeva opinionista del programma della De Filippi: Tina Cipollari. La super biondissima è entrata come nessuna nelle grazie della padrona di casa del programma di Canale 5, ritagliandosi un ruolo che con il passare degli anni ormai si può dire consolidato. Così come consolidato è il suo posto nella classifica de I Nuovi Mostri di Striscia la Notizia, perché vuoi per il carattere fumantino, vuoi per le interpretazioni musicali alquanto improbabili, Tina è anche regina sovrana del trash made in Italy, ma non è di questo che vi parlerò oggi e nemmeno dei suoi look da Vamp che da anni sfoggia a Mediaset. In questa rubrica analizzeremo due outfit di Tina Cipollari… in borghese!

DOWN: Allora, non è che qui Tina sia proprio da bocciare al 100%, anzi, solo che da lei uno si aspetta sempre quel qualcosa in più, non di vederla come una qualunque casalinga di Voghera tirata a lucido per lo struscio della domenica pomeriggio. E se proprio devo andare nello specifico potrei dire che la maglia bianca, che lascia intravedere la spalla tornita non le sta affatto male, solo che è tutto il resto a non funzionare. Nel tentativo di abbinare a tutti i costi il bianco e il nero Tina esagera. perché se possono andare blusa e pantalone (con tutto che quella fantasia io non la trovo proprio indicatissima con la fisicità della Cipollari, ma soprassediamo) sono gli accessori a stonare. Non tanto le scarpe, che -vi dirò- mi piacciono anche, quanto collana e soprattutto borsa. In presenza di una maglia fin troppo semplice, se si decide di osare con una collana -come il modello Chanel che ha scelto lei- ce ne vorrebbe almeno un’altra per dare più movimento; la shopper, invece, non sta proprio bene. Punto primo è panna, mentre Tina è vestita in bianco ottico, punto secondo il monogramma di Gucci stona troppo con i pois del pantalone. In questi casi una borsa tinta unita di un colore che spezzi con la monotonia dell’abbinamento sarebbe stata la scelta più giusta. Voto: 5 1/2. Perché in questi mesi su questa rubrica abbiamo visto molto, molto di peggio.

UP: Il poeta romano Giuseppe Gioacchino Belli (poi dicono che chi si occupa di gossip non è acculturato, tse!) diceva in un suo sonetto “Il nero si sa smagrisce e dona“. E qualunque donna questo lo sa fin troppo bene. Non fa eccezione la nostra Tina, che siamo abituati a vedere indossare improbabili vestiti lunghi dai toni pastello, e che, invece, in nero sta benissimo. Adoro il maglioncino, promosso il pantalone di pelle (ragazze ricordatevelo: gli uomini impazziscono per la pelle!) e mi piacciono pure le unghie. Con questo look Tina appare di diversi anni più giovane e soprattutto con diversi chili in meno. Voto: 7. Non di più, perché le scarpe sul letto proprio no!