Euridice Axen: “Mi chiudo in bagno perché soltanto lì noi donne siamo noi stesse!”

Di Edicola - 13 gennaio 2016 09:01:34

Top

Protagonista della serie tv Le tre rose di Eva, reduce dal successo teatrale di Love’s Kamikaze, Euridice Axen è in scena con un esilarante commedia intitolata Il bagno. Con lei Stefania e Amanda Sandrelli, Elda Alvigini e Claudia Ferri. L’attrice romana di origini svedesi acconta: “La commedia racconta l’intimità, la verità, il quotidiano. Racconta le donne come sono realmente, alle volte anche un po’ sgraziate, come sono…in bagno appunto! Perché poi, quando escono, sono come il mondo le vuole vedere: bellissime e curate. E’ una commedia divertentissima. Io interpreto una scapestrata che vive a Berlino ed è frequentatrice assidua di discoteche. Non ha degli obiettivi da raggiungere e cerca di rimanere giovane in eterno. E’ un personaggio divertente, pieno di sfaccettature, cinico e un po’ tagliente“. Ma quando le si chiede che immagine vede lei quando si riflette nello specchio, Euridice risponde: “Come tutte le donne, quando ci guardiamo allo specchio, troviamo sempre difetti o cose che non ci piacciono. In realtà, io lo specchio lo uso molto per il mio mestiere, per provare delle scene commoventi, per riuscire a ricreare un’emozione. A volte mi capita di guardarmi molto intensamente e di perdere i contorni, ed è proprio come guardare gli occhi di qualcun altro, per pochi secondi. Per pochi secondi è possibile vedere se stessi…dentro e fuori di sé. E’ una cosa da provare. In verità col mio personaggio ho molto poco in comune: io amo programmare, non vivo alla giornata. Il mio personaggio è abbastanza lontano da me. Però devo dire che anche io amo fare battute e scherzare, soprattutto con le persone con cui ho confidenza: lo trovo in un modo divertente per stare insieme”. E come vive lei il suo bagno? “Il bagno è il luogo della casa dove vado più spesso a prendere e lasciare oggetti, ed è la stanza in cui chiudo la porta sempre, anche se sono da sola o se mi devo solo truccare. E’ un luogo che mi piace pensare separato dal resto della casa“. Quando le si chiede poi quali programmi ha tra teatro e tv per il futuro, lei svela: “Da metà gennaio sarò nella nuova serie L’ispettore Caliandro. In ogni puntata lui avrà a che fare con una donna, ma non posso svelare di più! Io ho un doppio ruolo. Sono una donna che non è mai quello che sembra di essere. Mi vedete in una veste completamente nuova, con un look diverso dal solito! Mi è piaciuto cambiare. Quando mi viene proposto un ruolo che non ho mai fatto, ho un po’ paura, ma allo stesso tempo sono contenta perché scopro dei nuovi ingredienti che posso mettere in altri personaggi. Love’s Kamikaze è stato un grande successo, anche perché ha trattato un tema molto attuale: l’amore tra un’ebrea e un palestinese e come le religioni rendano impossibili alcuni rapporti. Con questo spettacolo abbiamo voluto sensibilizzare il pubblico su alcuni argomenti delicati. Abbiamo portato in scena la realtà, per cercare di eliminare una serie di pregiudizi che si creano, per ignoranza e per mancanza di informazione, ed è stato bello vedere che a fine spettacolo la gente esce in lacrime dalla sala. Sono sicura che tutti i nostri spettatori non vedranno più lo ‘straniero’ come diverso, ma come una persona uguale a noi. Io non ho un rapporto profondo con la religione. Ho una mia spiritualità che mi piace coltivare, ma questo è un argomento veramente delicato“.

Fonte: Top