Jessica Vella e Kevin Ishebabi a IsaeChia.it: “Il progetto più grande per il nostro futuro? Essere felici… insieme!”

E’ una delle coppie più amate e seguite del Grande Fratello 14, quella formata da Kevin Ishebabi e Jessica Vella. Tutto è nato da un’amicizia tra loro, un’amicizia talmente intensa che non ha potuto non sfociare in una bellissima storia d’amore di cui oggi i due ex protagonisti della Casa più spiata d’Italia ci raccontano in esclusiva per noi di IsaeChia.it

Kevin Ishebabi e Jessica Vella

Ciao ragazzi, partiamo dall’inizio: cosa vi ha spinto a partecipare al Grande Fratello 14?

Jessica: Io e Lidia avevamo fatto il provino già diverso tempo fa, quando avevamo 19 anni e ancora il gioco non prevedeva la partecipazione in coppie. Quest’anno, quando abbiamo saputo di questa variante, non abbiamo potuto non ritentare, visto che non credo esista una coppia più reale della nostra, dato che lo siamo sin dalla nascita. Volevamo fare questa esperienza insieme anche per mostrare al mondo quanto sia bello e speciale essere gemelle!

Kevin: Ciao ragazze! La risposta è abbastanza semplice: come ben sapete, io lavoro nel mondo della moda da un anno e mezzo circa, sono andato anche a sfilare a Londra e faccio parte sia di un’agenzia lì, che di una in Italia, ma mi sono reso conto che per quanto tu possa essere bello, forte e possa piacere, se non hai i giusti contatti e la giusta visibilità in quel mondo è molto difficile, se non impossibile, andare avanti. Così, quando ho avuto la possibilità di fare il provino per il Grande Fratello, mi sono detto: “Cosa ti dà più visibilità della televisione? Niente!”. Il mio obiettivo era quello di usare il GF come strumento di visibilità, così da poter lavorare di più in quello che è il mio ambito professionale.

Kevin tu sei stato tra i primi potenziali concorrenti del Grande Fratello 14 insieme a Roberto Goffredi e Salvatore Paternò e sei entrato nella Casa Galleggiante insieme a loro e a Mary Falconieri, prima concorrente ufficiale di quest’edizione: come hai vissuto quella primissima settimana? Quei giorni sono stati veramente fantastici! Vivevamo una versione ‘light‘ del Grande Fratello, nel senso che non eravamo ripresi h24, non avevamo le telecamere, era come una prova, un ‘allenamento’. È stata davvero una bella esperienza, anche perché la location era veramente fantastica, molto romantica. Per quanto breve, comunque, è stata un’esperienza particolare: io iniziavo già a sentire la frustrazione, ero anche un po’ provato, perché eravamo da una settimana, non quattro giorni come gli altri concorrenti, in hotel, quindi iniziavo a sentire un po’ la pressione di non vedere nessuno, di essere rinchiuso in una camera in hotel, non potevamo uscire, non parlavamo con nessuno tranne che con i bodyguard fuori dalle nostre stanze. Di quell’esperienza conservo, quindi, un ricordo bellissimo, però diciamo che nella Casa ho iniziato a capire cos’è l’ansia ‘da televisione’.

Il tuo ingresso in Casa è stato sancito dal televoto: considerato anche il fatto che tra Mary e Roberto sembrava esserci qualcosa, ti aspettavi di essere tu ad entrare in coppia con lei? No, a dire la verità, inizialmente sentivo di partire un po’ svantaggiato: sapevo di avere del potenziale e che potevo piacere al pubblico, un po’ per la mia storia, un po’ perché comunque il fatto di essere un ragazzo di colore attrae, però vedevo che nei momenti televisivi, quando andavamo in diretta a Pomeriggio 5, ero sempre messo in secondo o terzo piano. E questa era una cosa che aveva notato anche Salvatore, che come me aveva avuto spesso l’impressione che Roberto e Mary avessero la strada già spianata per entrare nella Casa, perché lui sapeva come mettersi in risalto e sapeva parlare di sé e attirare l’attenzione, mentre a noi venivano fatte domande più futili. Sapevo che potevo piacere, quindi, ma non avevo la certezza. Poi, sì, all’inizio sembrava che potesse esserci del feeling tra loro due: Roberto è un tipo furbetto, che sa giocare bene le sue carte quando vuole. Il fatto che mi abbia scelto il pubblico a casa, invece, per me è stato un grande sprint e una grande conferma… Anzi, è stato uno dei motivi per cui mi sono offerto di andare in nomination.

Jessica, tu e Lidia siete quasi simbiotiche e vi somigliate davvero tantissimo, ma avete due caratteri quasi opposti. Quale pensi fosse il vostro punto di forza? Perché avreste dovuto vincere voi il GF? Ci tengo a precisare che per noi già il solo fatto di essere rientrate nel cast di partecipanti è stata una grande fortuna. Avremmo potuto vincere proprio perché, come coppia, essendo così diverse, insieme ci completiamo e siamo una forza dell’universo. Insieme non abbiamo paura davvero di niente!

Kevin, com’è stata la convivenza in coppia con Mary? Come hai vissuto il suo rapporto con Giovanni Angiolini? Molti la accusavano di non fare abbastanza squadra con te e di essere troppo presa dalla sua storia, tu però sei sempre stato molto galante nei suoi riguardi e non ti sei espresso: qual è la verità? Avresti voluto un maggiore affiatamento tra voi? Sono sincero, inizialmente mi sarebbe piaciuto avere una vera e propria compagna di squadra, perché puntavo molto su questa novità dell’essere in coppia, infatti prima di varcare la Porta Rossa, io mi sono fermato, l’ho guardata negli occhi e le ho detto: “Mary noi abbiamo un vantaggio rispetto alle altre coppie! – non sapendo ovviamente che ci fossero coppie di fratelli dentro – quindi cerchiamo di usare questa cosa a nostro favore!”. Mi sarebbe piaciuto stringere di più il legame con lei, infatti anche nei Confessionali dichiaravo che invidiavo molto quel rapporto di coppia che si era instaurato per esempio tra Rebecca De Pasquale e Simone Nicastri, che erano molto affiati e si confidavano. Mary, invece, era molto presa dal Dottore e a me dispiaceva perché venivo messo da parte… Ma non perché fossi geloso o invidioso, ma proprio ai fini del gioco. Ma devo dire che una volta che ho scoperto la verità, cioè che lei era l’unica che sapeva che il Dottore sarebbe andato via da lì a breve, l’ho capita e l’ho appoggiata pienamente, perché visto che Giovanni aveva poche settimane, era giusto che lei spendesse il maggior tempo possibile con la persona che amava.

Jessica, nel corso della seconda puntata del serale è entrato in Casa Alessandro Calabrese, ex fidanzato di Lidia, col quale tu avevi mantenuto un bellissimo rapporto. Cos’hai pensato quando hai visto il loro incontro? Pensavi che tra di loro fosse davvero finita, o un po’ ci credevi ancora in quella storia? E’ stato emozionantissimo per me sentire l’urlo di gioia di Lidia. Io ho sempre sperato che tornassero insieme, però sapevo che sarebbe stato difficile, anzi, forse addirittura impossibile. Credo, fondamentalmente di essermi sempre fatta influenzare dalle parole di Lidia che ripeteva di non essere più innamorata di Alessandro, ma col senno di poi mi sa che lei in realtà non riusciva ad ammetterlo nemmeno a se stessa quello che provava per lui!

Quella sera, però, è durata poco la magia tra Lidia e Alessandro, perché subito dopo è poi sbucata Federica Lepanto, con la quale lui aveva trascorso la prima settimana in Garage e sembrava ci fossero tutti i presupposti perché tra loro nascesse una vera e propria storia. Cos’hai pensato non appena l’hai vista? Credevi potesse essere Federica la donna giusta per Ale? Non mi ha fatto proprio un’ottima impressione quando l’ho vista la prima volta, perché è una donna molto prorompente e provocante, un po’ eccessiva. Infatti il mio primo pensiero fu “Che ci fa con questa?”, però poi è bastato davvero poco per capire che non era interessato a lei, anche perché è totalmente diversa da Lidia, e ormai conosco i suoi gusti!

Kevin, tu che opinione ti eri fatto di quel triangolo? È cambiata adesso che sei uscito dalla Casa e vivi Lidia e Alessandro in un clima diverso? Per me dopo la seconda settimana c’è stato l’inizio della fine! No, scherzo (ride, ndr), però si capiva che il programma era stato incentrato su loro tre e sono convinto che gli autori si aspettavano esattamente quello che è successo: un grande amore rimpianto, un grande amore che è rinato… tutto finalizzato a fare più audience. Dal mio punto di vista si è trattato di una mossa studiata a tavolino perfettamente, che ha dato tutti i frutti sperati ad autori e produttori. Adesso che sono uscito, vivo di più Ale e Lidia e anche il mio rapporto con Alessandro è cambiato; io sono comunque sempre stato dell’idea che ciò che era successo nella Casa del Grande Fratello sarebbe rimasto nella Casa del Grande Fratello, come Las Vegas, quindi ero e sono pronto a riconsiderare tutte le posizioni che avevo preso e tutti i giudizi che mi ero fatto sulle persone, perché il GF non è la realtà, e solo nella realtà si può capire davvero con chi si ha a che fare.

Jessica, nonostante il primo impatto con Federica non sia stato proprio dei migliori, avete legato molto e l’hai difesa in diverse occasioni: cosa ti piaceva di lei? Sembrava stesse nascendo proprio una bellissima amicizia tra di voi… non temevi di poter ferire Lidia, costruendo qualcosa con quella che sembrava fosse la sua antagonista? Assolutamente no, Lidia è una ragazza intelligente e sa benissimo che il rapporto tra me e lei è unico e imparagonabile. L’amicizia con Federica è nata perché, man mano che la conoscevo, mi rendevo conto che in realtà è un po’ una bimba, è molto diversa da come vuole apparire. Sono andata oltre quello che lei mostra e sono contenta di averlo fatto!

Inizialmente anche quella con Kevin sembrava potesse essere una semplice amicizia, anche se lui ti ha sempre fatto una corte spietatissima. Sembravi abbastanza coinvolta da lui, ma non volevi mancare di rispetto alla persona che avevi iniziato a frequentare poco prima di entrare in Casa, Oscar Amigoni. Qual è stata la prima cosa che ti ha colpito di lui? Può sembrare strano, ma sicuramente non l’aspetto fisico. Nonostante sia un bel ragazzo, lo vedevo troppo bimbo per me. Insieme ci divertivamo come non mi era mai successo con un uomo, mi faceva ridere tanto e non nascondo che forse sono state quelle risate a legarmi a lui inizialmente.

Kevin qual è stata la prima cosa che ti ha colpito di Jessica? Avevi dei dubbi o delle riserve sul suo conto? Come vivevi il fatto che lei fosse fidanzata? Si può dire che Jessica mi abbia colpito sin dall’inizio, infatti ricordo che la prima sera, quando ci chiamarono tutti, prima le ragazze, poi noi ragazzi, per chiederci le prime opinioni, io dissi che il Grande Fratello aveva esaudito due miei grandi desideri: uno è che aveva fatto un cast di ragazze con gli occhi chiari, che è una cosa per cui vado matto, e il secondo è che aveva messo una coppia di gemelle, altro pallino che ho da sempre. Già erano partiti i primi sentori, insomma, poi, sarò banale, ma i suoi occhi sono la cosa che mi hanno rapito più di tutto! Il fatto che lei fosse fidanzata è stato quel qualcosa in più che mi attraeva in modo ancora più convincente! Infatti questa cosa era stata interpretata molto male: sembrava che volessi semplicemente giocare con lei, che conquistarla fosse solo uno sfizio personale per far prevalere la mia virilità ed esaltare il mio ego. In realtà il fatto che fosse fidanzata per me era un valore aggiunto, perché per me se una persona è fidanzata e ti sceglie, vuol dire che vede qualcosa di veramente speciale in te. E poi devo ammettere che il fatto che fosse impegnata la rendeva una ‘strada in salita’, e a me le ‘strade in salita’ e difficoltose piacciono molto, le strade più semplici e le scorciatoie le possono usare tutti e non danno i risultati migliori. Per me, invece, più la strada è in salita, più fatica fai per ottenere qualcosa, più te la godi!

Jessica, quando ti sei accorta che dentro di te le cose nei confronti di Kevin stavano cambiando e che quell’amicizia poteva sfociare in qualcosa di più? C’è stato un gesto, una parola o un momento da cui è partito tutto? Il momento in cui l’ho capito è stato quando gli feci lo scherzo della finta dichiarazione d’amore: mentre gli dicevo quelle parole, in realtà mi rendevo conto che le provavo davvero! Non riuscivo a evitare il contatto con lui, ma non volevo nemmeno ferire il ragazzo che stavo conoscendo fuori dalla Casa. Poi non nascondo che avevo anche un po’ paura di essere giudicata male dalla gente che mi guardava e dalla mia famiglia, però diciamo che in quel momento credo di aver vissuto una profonda lotta con me stessa!

Proprio a proposito di Oscar, tu volevi confrontarti con lui prima di poterti lasciare andare un po’ di più con Kevin… Cos’hai provato quando hai ricevuto il suo videomessaggio in cui ti diceva che stava frequentando un’altra persona e quindi potevi ritenerti libera? Ho avuto l’ansia per settimane, prima che arrivasse quel videomessaggio, un’ ansia che non mi faceva pensare ad altro ormai. Quella sera, quando Alessia Marcuzzi iniziò a parlare di me, ho sentito una carica assurda, un senso di libertà e di poter esprimere finalmente ciò che avevo dentro! Poi, uscendo dalla Casa, ho saputo che Oscar non si era comportato molto bene nei miei confronti, quindi sono stata male inutilmente (ride, ndr), ma sono contenta di avergli portato rispetto!

Una volta uscita dal Confessionale, ti sei fiondata subito su Kevin e ti sei persa tra le sue braccia! Com’è stato quel momento? Appena fuori dal confessionale, l’ho trovato lì, pronto ad aspettarmi con un sorriso smagliante. In quel momento ho avuto la certezza che l’uomo che volevo era lui ed ero contenta della scelta che avevo fatto. Mi ha fortificata e mi ha dato la sicurezza di cui avevo bisogno!

Kevin, tu cos’hai provato nel momento in cui vi siete lasciati andare a  quel dolcissimo bacio? Letteralmente, mi sono sentito un animale liberato dalle catene! Avevo un sacco di vincoli e portavo molto rispetto per il ragazzo di Jessica, ma ovviamente non per lui, ma perché sapevo che lei ci teneva ad avere un certo atteggiamento… Infatti facevo dieci passi avanti, ma undici indietro ed era sempre un tira e molla, poi alla fine ci ho pensato e sono giunto alla conclusione che non era giusto che rinunciassi a una cosa bellissima per una persona che fondamentalmente per me non è niente; così, appena ho avuto la conferma, dopo lo scherzo che mi ha fatto lei, che era veramente interessata a me e che veramente le piacevo, sono andato a spada tratta, deciso e spedito come un treno. Ovviamente rispettavo la sua scelta di dirlo nel modo più appropriato possibile, infatti c’era già stato un primo bacio durante la settimana.

Non è stato quello il vostro primo bacio? Ufficiale sì, ufficioso no! Non volevamo venisse fuori per non creare problemi a lei e metterla in difficoltà. Una volta che c’è stato il confronto e ognuno ha preso la propria strada, invece, è stato dato il via. È partito l’anno 0: Avanti Cristo, Jessica e il suo tipo; Dopo Cristo, Kevin e Jessica. E da lì è iniziata la nostra storia (ride, ndr)!

È stata Jessica la prima a confessare di essere innamorata di te, tu all’inizio sembravi invece molto più frenato, razionale e ‘freddo’. Cosa ti bloccava? Non eri ancora innamorato? Quando hai capito di essere innamorato di lei? Sì, sono molto razionale, per questo lei mi chiama ‘Ghiacciolino‘, sono molto cauto nelle relazioni. La mia è una forma di difesa, uno scudo per non soffrire, preferisco fare le cose passo dopo passo, gradino dopo gradino, e costruire delle fondamenta solide per una relazione duratura. Per quanto riguarda l’essere innamorato, io e Jessica avevamo due concezioni diverse: io pensavo che l’innamorarsi significasse già amare una persona, per lei invece era quella fase di transizione tra ‘voler semplicemente bene’ a una persona e iniziare a provare qualcosa di più che si avvicina all’amore. Se la consideriamo in questi termini, io questa situazione la sto provando ora: prima ho fatto delle dichiarazioni poco veritiere, ma non per falsità, proprio per concezioni differenti. La televisione è un lupo che ti attacca da dietro, è un fattore di moltiplicazione, di espansione, perché tu dai 1 e lei lo fa sembrare 100, ingrandisce tutto in un modo esorbitante, ma sia io che lei sappiamo quello che proviamo l’uno per l’altro e questo è davvero importante!

Jessica, dopo l’uscita di Lidia tutti, in primis tu, hanno ammesso di vederti molto più forte di prima, cresciuta, rispetto all’inizio del GF. Ma in cosa è cambiata Jessica nel corso di quest’esperienza in Casa? Cambiata non credo sia il termine giusto, diciamo che io stessa sono rimasta sorpresa di vedere un lato nuovo di me, ma per il semplice fatto che non sono mai stata abituata a stare senza di lei e che, visto il legame così forte che ci unisce, spesso e volentieri, anche quando semplicemente ci diamo dei consigli a vicenda, involontariamente c’influenziamo un po’. Quando lei è uscita, invece, ho dovuto cavarmela da sola, prendere delle decisioni senza i suoi consigli, solo con la mia testa, cosa che non avevamo mai fatto prima né io, né lei. Parallelamente a me, anche lei, fuori dalla Casa ha dovuto affrontare quest’esperienza che sicuramente sarà servita a entrambe.

Durante una delle ultime puntate, Lidia ha voluto un confronto con Kevin per palesare la sua disapprovazione riguardo la vostra storia, facendo riferimento a certe frasi irrispettose che avrebbe detto nei riguardi di Jessica, che mostravano quanto lui non non fosse preso da te… hai avuto davvero il dubbio che ti stesse prendendo in giro? Sinceramente non me l’aspettavo. Quando ho visto quel video e, soprattutto, ho sentito le sue parole, ci sono rimasta male. Pensate che per un’ora sono rimasta in silenzio totale (ride, ndr)! Ho iniziato ad avere mille dubbi, perché ho pensato che magari lei da fuori avesse potuto vedere qualcosa in più di me, qualche Confessionale, ad esempio, però quella è una dinamica che noi all’interno della casa non potevamo conoscere, quindi ho preferito valutate in base a quello che vedevano i miei occhi e sentivano le mie sensazioni. E le mie sensazioni hanno detto bene, visto che il Gf è finito e tra noi procede tutto a gonfissime vele!

Kevin, tu quelle frasi le hai dette davvero o sono state fraintese? Quelle frasi le ho dette veramente, ma sono state fraintese: io ho fatto vari Confessionali nei quali, sicuro di piacere a Jessica, facevo delle palesi battute, del tipo Jessica ce l’ho in pugno‘, metafore tipo ‘mi sento un contadino in un terreno sabbioso, dove si può coltivare ma dipende dalla bravura del contadino‘, cose simili. Queste frasi sono state dette da me sempre pensando di rivolgermi a ragazzi della mia età, che parlano di una conquista, di una ragazza, con termini giovanili e metafore che, agli occhi di un pubblico più adulto, potevano risultare inappropriate; infatti, avendo un confronto con la mamma di Jessica, mi ha detto che queste cose non è che le siano andate proprio a genio. Mettendomi nei loro panni, in effetti, poteva sembrare che stessi prendendo in giro Jessica, ma la mia intenzione ovviamente non era quella, ma quella di scherzare e far ridere le persone a casa!

Jessica, Lidia subito dopo averti fatto una sorpresa in Casa (grazie a Kevin che, per farvi incontrare, era disposto a rinunciare a una consistente fetta di montepremi finale) anche spronata da te, ha dichiarato di essere ancora innamorata di Alessandro. Lui sembrava incredulo nell’udire quelle parole, ma poi in Casa è entrata Desirèe Popper… e lì è  caduto in tentazione! Dopo il loro bacio è scappato subito da te a confidarsi… Come hai accolto la notizia, proprio allora che Lidia si era accorta di amarlo ancora? In confessionale – quando Alessandro e Desirèe erano a fare la cena – mi chiesero che reazione avrei avuto se fosse scattato un bacio. Io scoppiai a ridere e risposi che era impossibile! Quando Ale uscì da quella stanza, però, lo vidi con gli occhi gonfi e da lì capì che aveva appena fatto una cavolata. Iniziò a piangere come un bambino e io, con tutto l’amore che posso provare per lui, mi sono sentita di consolarlo e dargli qualche consiglio. Poi, però, la stessa sera ad un certo punto mi è venuta addosso una tristezza assurda, perché non riuscivo a togliermi dai pensieri il volto di Lidia che soffriva. Da lì ho detto: ‘ma che sto facendo?’. Poi ho iniziato a percepire la delusione verso Ale… In tutta onestà, però, vi dico che ho sempre pensato che quello fosse stato un momento di debolezza anche dovuto dallo stress e dalla pressione che ti mettono in Confessionale.

Romanticissimo è stato il momento in cui Lidia è entrata in Casa per dichiararsi ad Ale nella sera della finale. Cos’hai provato in quel momento? Te l’aspettavi quel lieto fine? Secondo te cosa le ha fatto cambiare idea? Una volta fuori dalla Casa ho avuto la possibilità di vedere alcuni Confessionali di Lidia delle ultime settimane prima che uscisse e da lì ho capito subito che aveva riscoperto di provare dei sentimenti. Mi dispiace di non essermi mai accorta di questo! Sicuramente il fatto di aver rivissuto Ale in modo così intenso ha fatto sì che lei se ne rendesse conto, perché secondo me lei non ha mai smesso di amarlo. Che dire? Io guardavo quella scena e piangevo dall’emozione, tanto che a un certo punto ho iniziato a respirare a fatica (ride, ndr)! E’ stata davvero tanta la felicità di rivederli insieme… in quel momento, però, c’ho capito veramente poco, pensate che il pubblico in studio, anziché guardare loro, guardava me… avranno pensato che fossi una pazza (ride, ndr)!

Kevin, fuori dalla Casa, avrai avuto sicuramente modo di incontrare Lidia: com’è cambiato il vostro rapporto? Siete riusciti ad appianare le vostre divergenze? Sì, Lidia ha un bel caratterino, però mentre prima litigavamo per sciocchezze, adesso non c’è ancora stato nessun litigio e so che quando succederà sarà per un motivo serio. Il nostro rapporto è cambiato nel momento in cui lei ha capito che con sua sorella ho intenzioni serie e non sto giocando. Poi quando sono andato a casa sua e mi hanno accolto benissimo, tutti sono riusciti a vedere la persona che sono al di fuori del programma e sono rimasti felici, Lidia compresa. Per ora tutto fila, però non voglio dirlo troppo forte (ride, ndr)!

Arriviamo alla finale: innanzitutto, ti aspettavi di arrivare tra i 5 finalisti? Così vicino alla meta, non sei stato tu, però, il vincitore: ad avere la meglio su tutti è stata Federica. Secondo te meritava di vincere? Quanto ha influito il ruolo di ‘vittima’ che aveva in Casa e nel triangolo? Sono sincero, l’ho sempre detto anche in Casa: sentivo di essere uno dei finalisti, perché vedevo che al pubblico non dispiacevo. Essendo stato davvero tra i primissimi concorrenti, ci tenevo particolarmente ad arrivare fino all’ultimo giorno e, infatti, sono stato anche l’unico concorrente ad aver visto veramente tutte le location del GF14, Casa Galleggiante, Bistrot, Garage… e ne sono stato felicissimo! Sapevo di non vincere, perché non avevo le carte per farlo: il mio è stato più un percorso interiore, mi sono concentrato più su di me che sul dare spettacolo. Per quanto riguarda Federica, è ovvio che tutte le storie di vittimismo tocchino di più, anche la Bibbia lo racconta, tra Davide e Golia ci si schiera dalla parte del più debole. In Casa si era creata questa situazione non voluta da me, in cui quella apparentemente più debole era Federica, perché era attaccata da quasi tutti, è come se le avessimo servito la vittoria su un piatto d’argento, siamo stati ‘noi’ a tirarle la zappa sui piedi. Sul fatto di meritare la vittoria, io credo che ‘meritare’ voglia dire ‘ricevere per qualcosa che si è fatto’ e per me Federica non ha dato chissà cosa alla Casa. Per me lo meritava di più Simone Nicastri, ad esempio, e non perché è il mio più grande amico, ma perché io sono convinto che i videoclip di Simone resteranno nella storia del Grande Fratello. Anche Domenico Manfredi o Jessica per il percorso interiore che ha fatto avrebbero meritato. Non dico che Federica non ne abbia fatto uno anche lei, ma semplicemente tra gli altri finalisti, per me c’era chi lo meritava di più.

Jessica, tu invece? Chi ti aspettavi che vincesse? Quanto ero ancora in Casa, non avrei mai pensato potesse vincere Federica, anche se avevo capito piacesse, ma non credevo così tanto. Io mi aspettavo che vincessero Ale o Manfredi. Solo quando sono stata eliminata, dal di fuori ho visto una situazione abbastanza evidente. Io le voglio molto bene, sono sicura che abbia influito molto la relazione avuta con Ale e le discussioni con Lidia, occasioni in cui è apparsa come una vittima, anche se non penso assolutamente lo sia: Federica ha un carattere forte e sa difendersi benissimo, ma alcune dinamiche lì dentro l’hanno inevitabilmente etichettata come vittima di quella situazione.

In che rapporto sei adesso con lei? La vostra amicizia è rimasta intatta o l’impatto con la realtà l’ha un po’ scheggiata? Sicuramente non abbiamo il rapporto che mi aspettavo di avere una volta uscite dalla Casa. Purtroppo quella bella amicizia costantemente presente non l’ho ritrovata nella vita quotidiana, e questo mi dispiace molto! Diciamo che per lei è difficile riuscire a gestire i mille impegni che vanno dal lavoro all’università, ma spero di vederla presto!

Kevin, ormai è trascorso all’incirca un mese dalla fine del reality: com’è cambiata la tua vita? È cambiata relativamente, in realtà! L’unica cosa è che se prima pagavo per entrare nei locali o ci entravo gratis, adesso vengo pagato (ride, ndr)! Quello che è cambiato davvero è che adesso ho una compagna, quindi devo rendere conto a lei… Ma per il resto sono il solito Kevin stupido di sempre, con un po’ più di visibilità e un po’ più di ‘like‘ nelle foto che metto (ride, ndr).

Come vanno le cose tra di voi? Quali sono i vostri progetti per il futuro? C’è in programma una convivenza?

Jessica:Per adesso cerchiamo di venirci incontro alternandoci tra Catania, Padova e Milano. Fortunatamente entrambi già da prima vivevamo a Milano: io sono già ritornata fissa qui, lui si sta organizzando. Tra noi va tutto bene, c’è una gran voglia di stare insieme, quindi non è poi così difficile organizzarsi!

Kevin: Per adesso il progetto più grande è quello di essere felici. L’idea della convivenza c’è, ma entrambi non vogliamo bruciare le tappe: per ora è un concetto bellissimo, ma idealizzato; preferiamo viverci questa relazione, rafforzarla, costruire delle fondamenta solide, quando saremo entrambi stabili, in una città e anche economicamente, perché no?! Farla adesso, però, sarebbe un azzardo, un rischio, bello da correre, ma pur sempre un rischio!

Che rapporto avete con la gelosia? Chi è il più geloso tra voi due?

Kevin: Assolutamente Jessica! Io sono scettico nei riguardi della gelosia e io e lei abbiamo due concezioni di ‘gelosia’ diversi: per Jessica è la dimostrazione del sentimento verso il proprio compagno; io sono per la ‘sana gelosia’, ma molto limitata, anzi spesso la considero proprio il motivo di rottura di molti legami, quindi preferisco basarmi un po’ più sulla fiducia, che sulla gelosia. Anche perché sono dell’idea che se uno vuole fare qualcosa, lo fa lo stesso. Giusto per raccontare un aneddoto: una sera sono uscito, Jessica sapeva che ero a casa di amici a vedere un film, lei mi ha provato a chiamare, il cellulare mi si era spento e, fatalità, mi si era anche disattivata la promozione e… è nata la terza guerra mondiale. Il giorno dopo mi sono toccate due ore e mezza di chiamata in cui ho spiegato come, dove, quando e perché fosse successa quella cosa (ride, ndr)!

Kevin, in Casa  hai creato un rapporto molto forte con Simone, e attraverso i social network vediamo che prosegue alla grande. Vuoi raccontarci qualcosa della vostra amicizia? Avete parlato di alcuni progetti che vorreste portare a termine insieme, di collaborazioni lavorative: di che si tratta? Nella Casa si è parlato tanto di grandi rapporti fraterni che poi, usciti da lì, sono finiti: io capisco che si posso essere molto impegnati, ma a volte basta una chiamata. Con Simone l’amicizia va avanti, abbiamo un progetto in mente e pian piano lo stiamo attuando: stiamo organizzando una sorta di tour in vari locali, innanzitutto per ringraziare le persone che ci hanno votato, che ci stimano e che continuano a seguirci. Poi per ora lui ha aperto un canale YouTube a suo nome e io sarò molto felice, ogni tanto, di dargli una mano. Sono veramente fiero della nostra amicizia, non è ovviamente tutta rose e fiori, perché lui è un megalomane, ma proprio questi diverbi e litigi che ci sono mi rendono ancora più contento, perché mi fanno capire che si tratta di un’amicizia vera e concreta. Non ho mai creduto nei rapporti paradisiaci, quindi non scambierei il nostro con nessun altro. Abbiamo in mente davvero tanti progetti insieme, quindi stay tuned!

Con Alessandro, invece, in Casa ci sono stati diversi scontri e anche lui non era molto favorevole alla tua storia con Jessica, oggi però ha cambiato idea e ti definisce ‘un bravo ragazzo’. Come sono cambiati i rapporti tra voi? È migliorata l’opinione che avevi di lui? Io sono sempre stato dell’idea che le persone debbano essere conosciute fuori dalla Casa, eravamo comunque parte di un gioco. Luigi Tuccilo disse una cosa che mi piacque molto: “Qui siamo all’interno di un gioco e siamo tutti giocatori a nostro modo!”. Io ero prettamente d’accordo con lui, il problema vero era capire chi giocava secondo il proprio pensiero e il proprio modo d’essere, come se fossero nella realtà, e quante lo facevano diversificandosi, allontanandosi dal proprio Io. Alessandro è molto simpatico e sono contento di avere modo di conoscerlo pian piano, entrambi siamo cauti, ci stiamo studiando e questa cosa mi piace molto. In Casa ci sono stati diversi scontri, ma ormai è acqua passata.

Con chi degli altri concorrenti siete ancora in contatto?

Kevin: Con Diego Ianniello, Verdiana Fanzone e Manfredi principalmente, oltre ovviamente a quelli già nominati finora.

Jessica: Con Rossella Intellicato ho un rapporto bellissimo, ci sentiamo tutti i giorni e sto facendo il tifo per lei ora che è a Uomini e Donne. Spero possa trovare davvero l’uomo dei suoi sogni. Se si dovesse trattare di Livio Parisi ne sarei molto contenta, perché li adoro entrambi. Le auguro proprio che esca da lì con una persona capace di darle tutto ciò che merita! Sento spesso appunto anche lui, che mi fa morire dal ridere quando mi telefona per dei consigli; Igor Di Giovanni, che è un ragazzo dolcissimo; Simone mi capita spesso di vederlo, essendo molto amico di Kevin… e spero di vedere presto Fede!

Quali sono vostri progetti per il futuro?

Kevin: A me piacerebbe molto tornare sulle passerelle, quest’anno ho vissuto per la prima volta la Fashion Week da spettatore e ho voglia di tornare a fare il modello. Ma sono di ampie vedute: durante una prova del Grande Fratello ho scoperto il mondo della radio e mi ha fatto impazzire, perché la musica e il parlare con le persone sono due mie grandi passioni e una citazione che mi piace molto è: “Fai della tua passione un lavoro e non lavorerai un giorno della tua vita!”. Anche l’ambito televisivo mi interessa, farei volentieri un altro reality, però un reality tosto: il Grande Fratello mi ha fatto scoprire un lato intimo di me stesso, mi sarebbe piaciuto fare l’Isola, perché la vedo come un’altra situazione di limite, dove potrebbero venir fuori altri lati di me. Alla fine ho 23 anni, non posso dire di conoscermi pienamente, per quanto pensi di conoscermi bene.

Jessica: Intanto ho ripreso a lavorare nel week end al Jazz Cafè, il ristorante in cui lavoravo prima di entrare in Casa. Non mi piace avere troppo tempo libero, mi piace impegnarmi e fare sempre qualcosa, non riesco a stare con le mani in mano. Per il futuro non mi precludo niente…

Se vi proponessero di partecipare alla nuova edizione di Temptation Island accettereste? Sì, perché sarebbe un modo per testare la nostra relazione. Potremmo capire da lì se ci sono le basi per un futuro insieme… e poi sarebbe sicuramente un’esperienza in più da condividere!

Un abbraccio a Isa e Chia e a tutto il loro staff, Jessica e Kevin