Ester Cinelli a IsaeChia.it: “A ‘Uomini e Donne’ mi hanno usata! Lì dentro va avanti chi passa da un letto all’altro!”

Di Titta - 4 febbraio 2016 19:02:52

Risale a diverse settimane fa l’ultima registrazione che l’ha vista seduta nel parterre di dame del Trono Over di Uomini e Donne: Ester Cinelli aveva colpito il pubblico del format di Mediaset dedicato agli agli ‘over‘ per la sua schiettezza e i suoi modi diretti. Prima la conoscenza con Claudio, poi le discussioni con Gemma Galgani, ma è stato lo sfogo pubblicato su Facebook qualche giorno fa dalla ex protagonista del programma di Maria De Filippi (di cui vi abbiamo parlato QUI) ad attirare l’attenzione.

Di quelle dichiarazioni, del suo percorso a Uomini e Donne e di alcuni interessanti e inediti retroscena, Ester racconta oggi in esclusiva per IsaeChia.it

Ester Cinelli

Ciao Ester, cosa ti ha spinto a partecipare a Uomini e Donne? La mia domanda di partecipazione risale a cinque anni fa, ma sono stata chiamata solo a giugno scorso. Come dissi anche alla redazione, la mia vita sociale non esisteva più e volevo provare di nuovo un sentimento forte. Io nel programma ci credevo, per questo ho accettato di partecipare: solo per amore, non per le telecamere…

Nei mesi trascorsi nel programma hai frequentato il cavaliere Claudio, dal quale sembravi molto presa… Ci racconti un po’ di voi? Cosa ti aveva colpito di lui? Beh, Claudio… Fu lui a lasciare il numero alla redazione per me, ma mi aveva comunque colpito durante un ballo per una frase che mi aveva detto: “Ho voglia di innamorarmi di nuovo“. Visto che aveva quindici anni in più rispetto a me, lo reputavo serio, sicuro, poi mi aveva molto toccato la storia del suo passato, mi aveva commosso. Per me ogni sua carezza era un’emozione, credevo in quello che mi diceva: mi presentava come la sua nuova compagna ovunque andassimo, mi aveva invitato a casa sua facendomi vedere dove erano i piatti, i bicchieri e mi diceva “tu verrai qui ad abitare, staremo sei mesi qui e sei mesi da te!“. Parlava di trascorrere il Capodanno a Parigi… Mi riempiva di complimenti ed era fiero quando mi presentava agli altri perché riceveva sempre molti elogi per la bella donna che sono! Io in noi ci credevo davvero… le sue attenzioni, le nostre passeggiate al mare, i nostri lunghi discorsi…

La vostra frequentazione si è interrotta, per scelta sua: nel corso di una puntata Claudio ha dichiarato che non ti reputava abbastanza femminile. Quanto ti hanno ferita quelle sue dichiarazioni? Ti aspettavi che tra voi finisse così? Ho capito che in realtà qualcosa non andava quando gli ho chiesto di lasciare la trasmissione per continuare fuori: mentre fino a quel momento era tutto rose e fiori, giusto il giorno prima della puntata era andato in crisi e non era più sicuro di nulla. Quello che poi mi ha detto in studio lo sapete anche voi. Le sue dichiarazioni mi hanno ferita tanto, perché quando stavamo insieme non aveva mai manifestato questa cosa, anzi… Un giorno andammo al mare e in spiaggia gli chiesi se potevo stare in topless perché è una cosa che uso fare da sempre, mi disse che non c’erano problemi, così mi spogliai: era la prima volta che mi vedeva nuda e rimase meravigliato dal mio corpo, mi fece molti complimenti dicendomi quanto ero sensuale… Quindi quelle sue dichiarazioni in studio mi stupirono assolutamente!

C’era qualche altro cavaliere nel parterre maschile che ti incuriosiva? Dopo Claudio per tre settimane non accettai nessun numero e non diedi il mio a nessun cavaliere. Alla fine di novembre, invece, lo lasciai per un nuovo cavaliere, Vincenzo. La storia con lui non la conosce nessuno, voi siete le prime perché non ci è mai stato permesso di raccontarla, nonostante la redazione fosse a conoscenza di questa che io definisco ‘la storia strana di un destino impensabile‘.

Cioè? A maggio dello scorso anno, abitando in una località di mare, decisi di passare una giornata di relax e mi recai al solito stabilimento che però era chiuso, quindi optai per uno nuovo, dove però litigai con un bagnino a causa di un gabbiano che era in agonia e nessuno faceva nulla per aiutarlo: gli dissi che doveva dare l’esempio e lo trattai abbastanza duramente. Si trattò di un litigio che finì lì perché io non ci tornai più, ma non per il bagnino o per i proprietari, semplicemente perché avevo già il ‘mio‘ stabilimento, dove tutti gli anni mi ritrovo con i miei amici. A fine novembre, però, quando entrarono nuovi cavalieri, uno di loro mi invitò a ballare e durante il ballo mi chiese di dov’ero e mi rivelò che lui era il bagnino di quello stabilimento, così io gli risposi: “sono la signora del gabbiano“. Restammo per qualche secondo sbalorditi, finché lui mi domandò “ci credi nel destino?“. Io ci credo, quindi gli dissi “forse sì“, così entrambi lasciammo alla redazione i nostri numeri di cellulare e tra noi iniziò una bella e profonda conoscenza. Arrivai a dire anche alla redazione che il mio cuore stava ricominciando a battere, che ero felice…

E poi com’è andata tra voi? Perché è finita? Vincenzo è una persona buona, semplice, genuina, mi faceva ridere sempre, ci sentivamo continuamente, scherzavamo costantemente… Addirittura una volta lo chiamai anche di notte per fargli uno scherzo… E la redazione sapeva tutto! La fine della mia storia con lui la addebito anche a loro, perché nessuno dei due riusciva a capire il perché di tanto silenzio su me e lui: Vincenzo ha un carattere molto particolare e più di una volta mi manifestò la paura che non parlassero di noi perché io pensavo ancora a Claudio, mi diceva “Chissà che dici alla redazione!“. Prima della discussione che ci ha allontanati avevamo deciso di lasciare la trasmissione per il mio compleanno, il 27 gennaio, o per San Valentino. Lui mi diceva “ti porto via e ti sposo“… Voleva farmi una sorpresa per l’uscita, ma anche questo è rimasto un sogno. La redazione sapeva tutto, ma a nessuno interessava la nostra storia!

Qualche giorno fa sul tuo profilo Facebook è comparso un post in cui hai mostrato tutta la tua amarezza per non essere più stata chiamata dalla redazione di Uomini e Donne per le nuove registrazioni. Te l’aspettavi? Secondo te come mai è successo? La mia ultima registrazione è stata quella del 9 gennaio. La settimana precedente avevamo registrato di sabato, il 2 gennaio, dopo di che io e Vincenzo eravamo andati a cena e avevamo discusso: io ci ero rimasta male per la sua reazione, tant’è che il giorno dopo quando mi aveva contattata la redazione, avevo raccontato di questa discussione e loro mi avevano chiesto se volevo continuare la conoscenza, io avevo risposto di sì, anche se avevo dei dubbi…

Che tipo di dubbi? In realtà questi dubbi c’erano sempre stati sin dall’inizio della storia, perché Vincenzo mi aveva confidato che non si era mai sposato e non aveva mai avuto figli per scelta, perché le donne gli piacevano molto. Io avevo ammirato la sua sincerità ma nello stesso tempo avevo pensato “il lupo perde il pelo ma non il vizio“! Così per metterlo alla prova e capire se effettivamente era sincero nei miei riguardi, avevo lasciato il numero a un altro cavaliere, così da vedere la sua reazione, e glielo avevo anche detto, spiegando che ero rimasta delusa dalla nostra litigata e dalla sua reazione. A quel punto lui aveva preso la decisione di sospendere la storia. E ribadisco che la redazione era al corrente di tutto…

Ritorniamo al 9 gennaio, cos’è successo durante quell’ultima registrazione? Quando sono entrata in studio, mi sono accomodata come al solito. Poi, poco prima che entrasse Maria, una persona della redazione – a testimoniarlo c’è il pubblico presente in studio e ci sono dame e cavalieri – ha iniziato a gridare “Ester fuori, Ester fuori!“, così sono stata accompagnata dietro alle quinte senza nemmeno capire il perché! Non ho avuto neanche il tempo di prendere la mia pochette, sono stata messa in tre mura chiuse da due paraventi, davanti ai quali c’erano due uomini a farmi da ‘guardia’. Io non riuscivo a capire nulla, il primo pensiero in quel momento è andato ai miei familiari, avevo paura che fosse successo qualcosa e non sapevano come dirmelo, non avevo con me il cellulare, non avevo niente, così avevo chiesto se potevano prendere la mia borsa.

Come mai eri così spaventata? Premetto che soffro di ansia e attacchi di panico, quindi ero agitatissima! La mia richiesta è stata accontentata dopo un’ora e mi è stata portata la pochette: la prima cosa che ho fatto è stata prendere il cellulare e vedere se c’erano chiamate, ma non c’era nulla, ho provato a chiamare i miei figli ma il cellulare non prendeva. Il problema è che nessuno mi dava spiegazioni pur chiedendole. Ho provato per tre volte a spostare il paravento e tutte e tre le volte sono stata fermata! Nessuno mi ha chiesto se avevo bisogno di bere o di andare in bagno, se stavo bene… dopo tre ore e mezzo, sempre chiusa in quel metro quadro, Maria ha chiesto agli uomini di sfilare (io avevo un piccolo schermo dove vedevo la registrazione): a quel punto si è affacciato un ragazzo e mi ha riferito che chiedevano se stavo bene, al che io ho risposto “A quest’ora sarei potuta anche essere morta!!! Lo riferisca per favore!!!“. Ero nervosa come non mai! Quando ho riaperto i paraventi ho visto passare una persona della redazione e ho chiesto spiegazioni. Quando mi ha risposto che non poteva dire nulla, ho chiesto di poter andare nei camerini, tanto c’era la sfilata, ma mi è stato impedito perché in caso Maria decideva di continuare la registrazione io dovevo essere lì! La sfilata è durata più del previsto (basta vedere la puntata del 29 gennaio) quindi sono trascorsi altri 30/40 minuti in quel modo: quando dopo la sfilata, tutti siamo andati nei camerini, io ho continuato a chiedere spiegazioni ma, ancora, nessuna risposta! Sono stata sequestrata e allontanata come una criminale senza nemmeno sapere il perché!

Hai lasciato intendere anche che ti sei sentita ‘usata’… A cosa ti riferivi? Certo che mi sono sentita usata! Quando c’è stata la storia con Claudio, Ester era utile, veniva ascoltata, le venivano poste domande in puntata, veniva inquadrata quando Claudio sfilava e doveva dare un suo parere su una corteggiatrice che lui aveva deciso di tenere… Loro avevano visto il mio carattere, sapevano che dicevo tutto quello che pensavo! Ester andava bene quando attaccava Gemma, quando non aveva peli sulla lingua. Poi nella ultime tre registrazioni non sono stata più microfonata, e perché? Perché ho avuto il coraggio di dire a Paolo, il giovane che corteggiava Gemma, che il suo interesse era falso, perché lui continuava a sentire una dama che aveva lasciato di sua spontanea volontà la trasmissione. Ebbene, questo mio intervento deve aver dato fastidio a qualcuno della redazione, tant’è che il giorno dopo sono stata chiamata da qualcuno di loro: non ricordo cosa mi avesse chiesto, ma ricordo perfettamente la mia risposta, “sappi che chiamo Claudio perché mi sono state riportate delle sue affermazioni che non mi piacciono” e la sua risposta fu: “chi di spada ferisce, di spada perisce“. Io chiesi cosa significasse quella frase e mi fu risposto: “pensa a quello che hai detto su Paolo!“. Da quel momento ogni volta che alzavo la mano per parlare, nessuno mi interpellava. Allora fino a quando ho fatto comodo per intervenire su Claudio andava bene, il giorno che ho scoperto le carte di Paolo non dovevo più parlare.! E questa me la chiamate libertà? Io ho avuto il coraggio, rispetto a tutti gli altri, di dire a Gemma che non era possibile che 20 uomini e 20 donne debbano passare 2 ore e mezza a sentire lei parlare di Giorgio… Basta, non se ne può più!

Pensi che ci sia qualcuno che, invece, avrebbe meritato o meriti questo trattamento al posto tuo? Avrebbero meritato e meriterebbero questo comportamento le persone finte che sono lì per le telecamere e non per cercare l’amore. E sono in tanti, credetimi! Tra gli uomini, e questo mi è stato riferito, si parla solo di sesso e viagra. E anche da parte di qualche donna il discorso è lo stesso! Per dire, una signora che non è mai stata presentata, chiese ad un cavaliere di andare la sera stessa della loro prima uscita in hotel, così da poter essere al centro dello studio in puntata, perché aveva bisogno di apparire anche per avere più visibilità nel suo lavoro! Ancora che si parla d’amore… Lì chi parla d’amore non va bene!

Nei mesi trascorsi in trasmissione ti hanno mai ‘indirizzata’ verso un certo comportamento piuttosto che un altro? Sei mai stata limitata in qualcosa? Come si è comportata la redazione con te? Non sono mai stata indirizzata, ma in realtà te lo fanno capire… Vedi i miei interventi: nella penultima puntata che ho registrato per aver detto una parola senza microfono una persona della redazione me ne ha dette di tutti i colori, io non sentivo quello che diceva ma il pubblico che era lì vicino, all’uscita mi ha fermato e riferito. E non solo loro! Anche qualche cavaliere si è accorto di questi atteggiamenti inopportuni. Io ce l’ho con due persone ben precise che non sono state leali e lineari nei loro comportamenti. Perché farmi uscire nell’ultima puntata e segregarmi per 4 ore senza spiegarmi il motivo? Dal 10 gennaio per ben quindici giorni ho chiamato la redazione per parlare e chiedere spiegazioni, ma non mi rispondevano o si limitavano a dirmi che non dovevo rivolgermi a loro ma ad altre persone, quindi ho chiesto di farmi richiamare perché era importante, ma nulla… solo silenzio! Il 29 gennaio sono stata chiamata con la scusa di sapere se era vero che fossi in ospedale: alle mie domande nessuna risposta. Mi hanno chiesto se con Vincenzo stesse continuando la storia e quando ho risposto di no mi hanno detto di chiamare se guardando le puntate vedevo qualcuno che mi incuriosiva.

Quindi ti hanno dato la possibilità, eventualmente, di ritornare. Come mai ci sei rimasta comunque male? Se avessi avuto un confronto con Vincenzo il 9 gennaio avrei lasciato la trasmissione da sola, spiegando che non credevo più né nel programma, né nell’amore! Sarei uscita con tutta la dignità con cui sono entrata! Quando Claudio ha chiuso la nostra storia, io ho pianto dietro le quinte, confidando alla redazione di voler abbandonare il programma e loro mi avevano consigliato di aspettare, perché magari sarebbe sceso qualcuno per me! Ma io ho decine e decine di messaggi su Messenger di uomini che hanno chiamato per venirmi a conoscere, mi hanno anche dato il nome della persona con cui hanno parlato… Mai nessuno è stato chiamato, nessuno! Certo, perché Ester serviva x audience, perché era vera, diretta. Mi hanno eliminata pur sapendo che stavo vivendo una storia nuova  e che avevo ritrovato l’amore. Tra l’altro le persone della redazione quando chiamano per sapere della conoscenza, ti torturano di domande, soprattutto ai cavalieri: chiedono cosa hai provato nel bacio, se intendi andare oltre, perché non vai oltre, addirittura cosa ti blocca! Non capisco, stiamo girando un film porno o stiamo parlando di amore?! Per questo quello che mi chiedo è: tira di più chi passa da un letto all’altro?

Vi ringrazio per avermi dato la possibilità di spiegare! Un saluto al blog di Isa e Chia, Ester