‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata di oggi del Trono over

Trono over

Sentite, ve lo devo proprio dire, io dopo la puntata di oggi voglio aprire un Pancrazio fan club. Non che mi freghi qualcosa di Pancrazio, sia chiaro, lo abbiamo visto si e no per 15 minuti totali e potrebbe anche rivelarsi la persona più sgradevole dell’universo ma oggi, cavolo, aveva ragione da vendere. Ora, io capisco che a Gemma Galgani il passaggio da dama con le ballerine, i vestitini a fiori, i fiocchetti in testa che a giro veniva silurata da tutti gli over 70 del parterre maschile a femme fatale con abiti succinti, tacchi vertiginosi e fulcro del Trono over alla quale un altro po’ anche i diciottenni farebbero la corte pur di ritagliarsi 5 minuti a centro studio abbia fatto montare la testa però, sinceramente, una cosa che le ho sempre bene o male riconosciuto è la delicatezza nei modi, la sensibilità e l’educazione. Bene, a quanto pare oggi queste doti se le era scordate dentro il suo ultimo paio di decolletè nere. No, dico, ma se anche Pancrazio non ti è piaciuto -no?- ma che motivo c’è di descriverlo in quel modo? Una donna di classe si limita a dire che non è scoccato quel quid in più, che magari lui ha delle caratteristiche che non rientrano nei suoi canoni, ma star lì a fare la scandalizzata e l’indignata perché, a sessant’anni suonati, un signore ha osato usare la terribile espressione ‘botta di culo‘ che ti ha sconvolta a tal punto da non dormirci la notte, beh, è ridicolo.

Che poi, cara Gemma, il tutto risulta ancora più ridicolo se consideriamo il fatto che da oltre un anno sbavi e continui a sbavare per uno che non la smette di ribadire (con termini educati, ovviamente, Giorgetto è un gentleman…) che per lui i figli sono degli handicap. Quanta superficialità ci può essere nel considerare grave e scandalosa un’espressione dalla forma magari infelice ma dal significato innocuo ed invece continuare ad adulare e far passare per il più grande uomo che abbia calcato questa terra uno che non fa altro che parlare di approcci carnali (che, peraltro, se non arrivano entro una settimana portano al siluramento immediato) e che quando si parla di bambini fa la faccia che faccio io quando mi si parla di scarafaggi?

Senza contare, poi, le contraddizioni nelle quali la dama torinese incorreva ogni tre per due facendo passare Pancrazio come un maniaco sessuale che voleva saltarle addosso dopo una piacevole serata trascorsa insieme (quando pure nei film, davanti all’uscio di casa, il tentativo di bacio è un classicone) ma senza ricordarsi che è proprio lei che da un anno e mezzo ci sfilaccia le ovaie col racconto del primo incontro col Gabbiano iniziato con una slinguazzata (“un bacio umido” cit) prima che con un ‘piacere, Gemma‘.

Non mi piace affatto questa “nuova Gemma“, la preferivo decisamente ai tempi delle ballerine e dei cerchietti a fiori, lì quantomeno, per quanto potesse apparire “sfigata” era comunque una persona sensibile, ora che è passata “dall’altro lato del fiume”, tra quelli “fighi”, i protagonisti, quelli che tutti vogliono conoscere, sta diventando sborona, sprezzante e si sta davvero convincendo che il mondo ruoti intorno a lei. Del resto chi va con lo zoppo…

Video dalla puntata: Puntata intera “Sola contro tutti” – Glutei ritoccatiLa mummiaIl risveglio dei sensiEsterna di Gemma e LucioLa versione di PancrazioEducazione Vs. Maleducazionea – Gabria e Rossana…