‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata di oggi del Trono classico

Trono classico - Teresa Cilia e Salvatore Di Carlo

Quanto è stato sconvolgente oggi il contrasto tra la bellezza del vero amore, quello testimoniato da Aldo Palmeri e Alessia Cammarota che, a un paio d’anni di distanza dalla fine del loro percorso televisivo si sono ripresentati in quello studio con le fedi al dito e un dolce frugoletto ad attenderli in camerino, e da Teresa Cilia e Salvatore Di Carlo che potranno avere tutti i difetti del mondo e potranno non piacere per tutti i motivi del mondo, ma il cui amore traspare in maniera così lampante da accecare, e la totale vacuità del trono del Peracchi.

Da una parte sentimenti, emozioni, amore, dall’altra parte balle di fieno rotolanti. Le stesse balle di fieno che hanno rotolato in quello studio sin da settembre e che, se i presupposti sono quelli delle ultime anticipazioni, continueranno a rotolare fino alla fine di questa annata da dimenticare, accartocciare e buttare nel cassonetto dell’indifferenziata.

Ma andiamo per ordine. Aldo e Alessia. Beh, che volete che vi dica, a Uomini e Donne nel corso di tutti questi anni abbiamo visto nascere tante bellissime storie d’amore, alcune che promettevano bene sin da subito, altre la cui durata si è rivelata una stupenda sorpresa però, sinceramente, io credo che il mix di elementi che ha reso speciale la storia di Aldo e Alessia difficilmente potrà ripetersi. Un trono in cui è stato per una volta l’uomo, il tronista, quello che in genere inizia a soffrire di deliri di onnipotenza dal momento in cui poggia il sedere su quella sedia rossa, ad inseguire per tutta la durata del trono la sua corteggiatrice preferita, è stato lui a perdere la testa al primo sguardo e a cercare, con i metodi che il programma ti offre, di assicurarsi che per lei fosse lo stesso. C’è stata quella segnalazione, il tentativo di rovinare tutto, le lacrime, e non solo quelle della corteggiatrice – una corteggiatrice che piange ha smesso di far notizia dal 2004 – ci sono state le lacrime del tronista, la tristezza, la delusione, emozioni sincere che, proprio per questo, hanno colpito allo stomaco chiunque stesse lì ad assistere. C’è stata la voglia forte di stare insieme nonostante tutto e tutti (e davvero nonostante tutto e tutti perché col tempo si dimentica ma all’indomani della scelta le accuse, le cattiverie e le insinuazioni su questa coppia, ed in particolare su Alessia, erano così insistenti e martellanti che solo con un grande sentimento si poteva riuscire ad andare avanti e, con il tempo, a zittire tutti) e da lì si è aperto il capitolo migliore, quello della vita reale, una vita reale che li ha portati nel giro di un anno e mezzo a sposarsi, fare un figlio e mettere su un attività che possa garantire un futuro alla loro famiglia. Una vita reale nella quale Aldo e Alessia si sono tuffati così a pieno da essere facilmente diventati una delle coppie meno social in circolazione, “perché fare Uomini e Donne è stato bellissimo e ci ha portati ad essere dove siamo, ma quella esperienza è finita, non si può vivere di quello, bisogna andare avanti“. Non lo so, probabilmente sono di parte, ma per quanto mi riguarda difficilmente un programma come Uomini e Donne, nel mix tra trono e post trono, potrà offrire di meglio. E in quel degli studi Elios farebbero bene a mostrare un po’ più di entusiasmo quando c’è da dargli spazio visto che loro, e pochissimi altri, sono tra i motivi per i quali si guarda ancora il programma sperando che oltre a finti triangoli, finte scelte e quintali di business, possa ancora nascere qualcosa di bello.

Stupendi anche Teresa e Salvatore. Loro per me sono un’altra scommessa vinta. All’inizio del trono, come tutti, anche io ero scettica su Salvatore, ma da un certo punto in avanti ho cambiato idea, ho iniziato a percepire che poteva esserci qualcosa di reale, ho visto il cambiamento, ho puntato su di loro e ad oggi posso dire di essere felicissima di averci visto bene. A Teresa e Salvatore si può dire tutto, possono non piacere, possono stare antipatici, si può non condividere il loro modo di vivere la coppia (anche se sinceramente credo che le fasi iniziali di una coppia possano sempre essere un po’ strane, ci si assesta con il tempo, con la conoscenza e con la fiducia), ma sfido chiunque ad aver mezzo dubbio sull’autenticità del loro sentimento. Leggendo le anticipazioni, son sincera, pensavo che avremmo assistito ad una mezza trashata ed invece devo dire che ho trovato tutto estremamente carino, era dolcissimo Salvo, erano dolcissime le sue parole e anche l’idea di regalare a Teresa, che di sfortune nella vita ne ha già avute abbastanza, una mezz’ora da principessa. Sono certa che quando la data verrà fissata il loro matrimonio verrà celebrato ( 😀 ) e sono certa che saranno perfetti anche in veste di marito e moglie.

Ecco, no, dopo tutta questa cascata di emozioni ma quale pelo sullo stomaco ci è voluto per tornare al trono di Lucas? Mamma mia. Io davvero, ma davvero, non capisco. Io non me la prendo nemmeno col Peracchi, lui avrebbe benissimo potuto fingere di provare sentimenti che non prova e seguire le orme di Amedeo Barbato (che a trasmissione finita ha spernacchiato in faccia a tutti coloro che avevano creduto in lui e che, comunque, incredibilmente, non si è beccato nessun richiamo pubblico dai piani alti per questo…), ed invece è stato chiaro, cristallino, ha detto che non prova niente di rilevante per le sue corteggiatrici e che se non fossero arrivate altre ragazze sarebbe andato via. Ecco, a quel punto mi chiedo, perché la redazione dopo tre mesi di nulla gli dà ancora delle chance e perché decide di intestardirsi su questo trono andando a scegliere un nuovo tronista che, guarda lì che casualità, giusto giusto arriverà con una preferenza già dichiarata verso una delle corteggiatrici del Peracchi, in questo caso Giulia Carnevali? Ma che noia, ma che palle, ma sempre le stesse cose.

Lucas arrivò con la (casuale) preferenza verso Sophia, Alessandro Pess, se vi ricordate, arrivò con la curiosità (casuale) verso Eleonora Mandaliti, Marcelo Fuentes arrivò con la preferenza (casuale) verso Roberta Pontesilli… ecco, no, ma ve lo ricordate poi come sono finiti questi troni, vero? Non è abbastanza appurato che questa trama posticcia del triangoletto funziona SOLO se il tronista che teoricamente dovrebbe ingelosirsi è interessato davvero e che, se così non è, non si arriva a nulla se non, al massimo, ad una scelta farlocca destinata ad implodere in poche settimane? A Lucas Giulia non piace (o perlomeno non al punto di voler iniziare una storia con lei), se ne facesse una ragione la conduttrice e se ne facessero una ragione tutti coloro che sono al lavoro per metter su questa ennesima sceneggiata. Sì, ok, le cose nei prossimi mesi potrebbero cambiare (altri 4 mesi con sto trono, signore mio dammi la forza!) ma ad oggi stiamo proprio raschiando il fondo del barile quindi che poi nessuno si stupisca e inveisca contro i ragazzi sul trono se quest’annata continuerà a confermarsi un flop mai visto. La loro colpa è nulla rispetto a quella di chi, dopo tutte le esperienza passate, non ha ancora capito che per far appassionare la gente non servono i botti artificiali, basta solo una piccola scintilla nata naturalmente.

Video inediti: Aldo e AlessiaLa proposta di matrimonioEsterna di Ludovica e DaniloEsterna di Lucas e Karolina

Video della puntata: Puntata interaEcco Manuel – Aldo e Alessia Story – Teresa e Salvatore Story – La proposta di matrimonio di Salvatore a Teresa – Esterna di Lucas e Giulia – Maria “avvisa” Lucas – Esterna di Lucas e Carol – Giulia scatenataEsterna di Lucas e Megghi

About Isa

127 commenti

  1. e CMQ non è nemmeno giusto che si siano trasferiti a roma per far contenta teresa e farla lavorare mentre lui ha dovuto rinunciare alla sua passione
    Questo non è vero amore mi spiace!
    E se salvo non è felice per se stesso prima o poi i problemi verranno a galla!

  2. Signori, visto che oggi i ruoli s’invertono so che sarò tacciato di essere una brava persona, ma credo che per quanto possa infastidire qualcuno la depressione non è come la polvere sotto il tappeto ed un tumore non va chiuso nel sottoscala, per quanto possa urtare i sopravvissuti e gli ignari, ci sono delle cose di cui bisogna avere il coraggio di parlare apertamente, perché è facile imbattersi nei finali di partita, il mercoledì sera e sulle mura della città, ma due alberi cavi nascondono un segreto nel petto: può darsi che si tratti di tutta la foresta incantata.
    Bisogna farlo sapere a tutti, non perdere nemmeno un minuto, è questo lo scopo di tutte le trasmissioni.
    Questa mattina ho preso il treno, il solito treno che mi porta all’università, ma invece di proseguire fino alla fine del viaggio mi sono fermato da mia sorella Monica.
    Mia sorella Monica fa la parrucchiera e caratterialmente è quella più simile a me, alterniamo bronci ad ampi sorrisi ed il nostro sguardo era quello di Teresa: adesso convive con il suo ragazzo.
    Qualche settimana fa seguivo lo stesso percorso ed il treno si è bloccato senza ulteriori spiegazioni. C’erano delle signore che viaggiavano per lavoro e serpeggiava il malumore.
    Avrete già capito dove voglio andare a parare: un ragazzo si è messo in mezzo.
    A tutti possono capitare cattivi pensieri ed io non ne sono certo immune, infatti mentre loro s’intrattenevano elencando tutte le chiuse meno moleste che il superstite avrebbe potuto scegliere io, è terribile ed è terribile scriverlo ora, mentre loro dissimulavano più il loro disagio del loro disappunto ho pensato che forse le signore avevano un profilo sul blog di Isa e Chia.
    È sbagliato ed è durato solo un istante.
    Oggi pomeriggio ho guardato la puntata proprio con lei, non capitava da mesi.
    Quando Salvatore ha cominciato a parlare abbiamo smesso di incrociare lo sguardo ed ognuno era per sé, naturalmente non potevo davvero lasciarmi andare, però faceva effetto.
    Da un certo punto di vista la pubblicità è stata una brusca frenata, dall’altro un modo per salvare la faccia.
    Stasera però non c’era mia sorella, non c’era la pubblicità ed io sono davvero contento per loro.
    Credo che ognuno abbia l’eroe che si merita e stasera i miei eroi sono Teresa e Salvatore.

    • D’accordo con il fatto che non bisogna nascondere. Prospettiva molto diversa quanto all’opportunità di esibire.
      Le variabili in gioco più o meno sono sempre le stesse: dove, come, quando e (soprattutto) perché.
      Poi certo, ognuno ha le proprie risposte… (e buon per te e per Monica la puntata di oggi… 😉 ).

    • molte persone sono a casa da sole ed accendono la tv. Molte persone si vergognano di chiedere o di esporsi.
      Ognuno peraltro deciderà per se, se si parla dei fatti suoi e se non si parla di stupidaggini.

      • io peraltro sono per la trasparenza.
        Se non si parla di pagliacciate io cerco la verità e voglio stare sotto botta.
        Ma c’è la pagina uno per l’opinione uno e i più la pensano come te.

      • Il “perché” alla base di quanto visto oggi sarebbe l’aiuto alle persone sole con problemi simili? Questo può essere un aspetto collaterale nobile auspicato da te, ma il mio giudizio riguardava le motivazioni originarie, che sono certamente altre… e non per forza condannabili, solo non altrettanto nobili e perlomeno discutibili….. Poi, per la serie anche nel cemento può nascere un fiore, sì OK, più o meno casualmente può succedere… ma non è che allora trasfiguro ciò che vedo….

        • Ad ogni modo credo al fatto che loro due siano legatissimi fra loro.
          E’ che in generale sono scettica di fronte all’esibizione superflua di fatti personali tanto delicati e profondi. Un conto poi se emergono spontaneamente, in maniera casuale, e un altro se vengono “apparecchiati” per bene….

        • Lu tu non guardi nemmeno C’è posta, in effetti. Io ti capisco!
          Ma la tv non è solo una finalità economica che muove castelli e principesse, si tratta anche di uno strumento a disposizione dello spettatore eccetera. Loro oggi erano la quiete dopo la tempesta.
          Salvatore ha raccontato la sua storia ed è suo diritto farlo e se vuole farlo bene ha diritto di farsi dare una mano. Il fatto è che non si tratta di un paio di hashtag e un triangolo morto ammazzato: queste sono persone reali.

          • Probabilmente si torna al punto di ieri… sul fatto che tendiamo ad immedesimarci e a dire lo farei/non lo farei… benché non sia una domanda quasi mai pertinente valutando gli altri… specie nel caso siano un po’ troppo diversi da noi…. Facile che tu abbia capito l’essenza di T. e S. meglio di me, di ciò ti do atto.

          • Vero Lulu,è certo che ad esempio io non l’avrei mai fatto,ma a loro due perdono tutto. Invece avrei guardato con ironia se fossero stati,chessò,Fabio e Nicole. Io non ho mai nascosto di fare ‘due pesi e due misure’ a secondo della simpatia. Teresa e Salvatore mi hanno tenuta incollata allo schermo dall’inizio. Da quando si facevano i dispetti e si prendevano a spinte. Leggevo intanto di reazioni molto forti e contrarie e ho provato a guardare con un altro punto di vista. Ma niente,ho dovuto ammettere di avere qualcosa di Teresa,e pure di Salvatore.

          • Twe qui sopra spiega che Salvatore voleva raccontare la sua storia E QUINDI (cit. 😀 ) si rivolgeva pure a noi (al di là della proposta di matrimonio a Teresa): in quest’ottica va già meglio, sarà che lui mi fa un po’ tenerezza…. E d’altro canto, vd. ancora Twe, voleva raccontarla bene, perciò si è fatto aiutare (per inciso, bello avvalorare questa possibilità… alla faccia di tutte le maestre che strillano a muso duro “non è farina del tuo sacco!”): peccato che nel dare aiuto, abbiano calcato troppo la mano (fra cambi d’abito, scranno e inginocchiatoio…), rendendo travisabile l’intenzione e abbastanza kitsch la sostanza.

            Comunque sì, l’imparzialità assoluta è un’utopia… 😉

  3. Per il resto Fabio e Manuel per Ludovica, ma non mi dispiace nemmeno Filippo.
    Lucas alla fine sceglie Giulia ma non penso a Maggio, anche se sto iniziando a capirci qualcosa.
    Il nuovo non posso dire niente però fate i bravi.
    L’amore vincerà, l’amore ha vinto. Siete stati davvero wow per quel che vale la mia opinione.
    Io a volte ho delle idee confuse e non sempre si tratterebbe della soluzione migliore, però voi sapete ancora stupirmi. Come Manuel con una famiglia numerosa.
    Purtroppo non possiamo avere sempre Aldo e Alessia e Teresa e Salvatore e persino Cristian e Tara: anche loro sono sempre utili.

  4. Ma solo io ho detestato questa puntata? Uno aspetta tutto il giorno per potersi godere un po’ di trash e ti propongono la sagra dell’amore…più quel Lucas che non riesco assolutamente a seguire! Io i Teresavvo poi non li reggo proprio, ma poi qualcuno ha capito che lavoro fa lei in redazione???

  5. Ma oggi presentano il nuovo fantastico mirabolante sincerissimo tronista???

  6. Puntata 2966 21.25
    Finale 2999 23.81

  7. A me e piaciuta di brutto la puntata… ma nemmeno un commento sulla faccia di Tara?? Ok che è sparare sulla croce rossa ma non si può nemmeno ignorare

  8. Tara sembrava un serial killer sotto sedativo… a sentire le storie degli altri rosicava di brutto, tutti a parlare di vita vera con problemi e difficoltà ma vissuta insieme e loro due che ancora cercano un posto nel reality di turno per arrotondare.
    Maria poi la stuzzicava sull’argomento figli, casa, matrimonio…sadica proprio.
    Credo che all’Isola darà di matto, è inutile fare quella matura e posata, lo sappiamo chi è Tara, l’avvertimento di Maria sull’impossibilità di tagliare le scene più trash trattandosi di un programma che va in onda in diretta mi ha fatto pensare…chissà cosa aveva detto a quella poverina che andò in studio insinuando di avere avuto ripetuti incontri con Cristian…

  9. verissimo, se non ci fossero stati Signorini e la Venier avrebbero chiuso il programma alla prima puntata.
    Purtroppo come la Ventura non ce ne sono, lei si che sapeva sfruttare ogni sguardo, ogni battuta detta a denti stretti e farci una puntata, la Marcuzzi liquidava tutto in due secondi per poi parlare del niente per due ore, quando poi esauriva gli argomenti si voltava disperata alla regia chiedendo:” c’è la pubblicità vero?”
    Terribile.

  10. Maria credo possa farti piacere sapere che anch’io sono stato adolescente, intendo all’anagrafe.
    Il grosso dell’umanità di cui c’interessa davvero, per i maschi vale a maggior ragione, ho aderito a varie correnti musicali.
    Più del punk californiano o del black sinfonico e prima della classica e dell’elettronica c’è stato l’alternative rock: tutto è cominciato con il nu metal ed un’introduzione dei Korn in cui si stagliava sulla cornamusa un sussurro che diceva: tutto quello che voglio nella vita è essere felice’ e niente forse supererà Song for the deaf dei Queens of the stone age, niente tranne l’album più famoso del mio gruppo preferito. Ai tempi avevo i i miei gruppi preferiti e se in parte si trattava di sviluppare un’identità autonoma rispetto a mio fratello maggiore, più che altro le mie conoscenze musicali erano circoscritte ed Internet si fingeva ancora un’occupazione tra le altre.
    Forse l’ho già pubblicata quando bisbigliavo le intercettazioni di Gem&George, ma la stessa canzone significa molte cose: questo classico è pertinente, ci riguarda, lo senti in sala prove e lo canti a squarciagola ubriaco o peggio in un parcheggio. No ok, quella è Bounce, altrimenti i true sfottono. Oddio!
    Quel tempo ormai non esiste più, io sì e di te non si possono aver dubbi.
    Siamo quel bambino, siamo i trapezisti, siamo tutto quello che ci andrà di fare: guardare i piccoli giganti.
    http://youtu.be/L-iepu3EtyE

  11. Ora: Tra poco da Barbarella ci saranno Tara e Cristia

    • mollo subito gli smielati teresavvi e riaccendo allora…in tutto questo povera tara mi fa pena ecco l ho detto!

    • e ma mo ci son le percosse sui malati….no nn ce la posso fare ho gia cambiato canale….

      • ho visto giusto il pezzetto incriminato: a sinistra una sognante Barbarella sussurrava “quanto so’ belli CristiA e Tara” (:$)…sulla destra il “sottoscritto” faticava nell’abbracciare la sua amata (qualcuno gli dica che all’isola i muscoli gonfiati a steroidi si sgonfiano come un palloncino)…e che dire di Tara?! mi è sembrata Gollum,stesso colore, secca secca, con degli artigli al posto delle unghie…Balbettavano di compromessi e di crisi superate per la ventordicesima volta

  12. OT: Tra poco da Barbarella ci saranno Tara e Cristia

Inserisci un commento

Not using HHVM