Gemma Galgani dixit, Giorgio Manetti respondit

Di Chia - 25 febbraio 2016 18:02:43

Trono over

Gemma Galgani al centro dello studio del Trono over di Uomini e Donne insieme al suo ex Giorgio Manetti continua ad interromperlo: “Queste frasi le hai già dette tante volte…”

Giorgio Manetti: “Anche tu, hai detto le stesse cose… [Gemma interrompe nuovamente il discorso di Giorgio, ndr] Non ce la faccio, Maria, non ce la faccio, non ce la faccio.. La smetto, mi vado a sedere perché io non ce la faccio… Se vengo in questo programma, Maria, gradirei anche parlare perché veramente è noiosa la situazione… Io non riesco a parlare, ma perché parli sopra? Mi stai facendo arrabbiare, basta! Ma vuoi parlare solo te? Guarda, mi vado a sedere, e parli solo te… fai il tuo monologo del cavolo e io rimango a sedere accanto a Cristiano, perché ora hai veramente rotto le scatole, basta… Basta! Sei noiosa, sei noiosa, basta! Te non hai il monopolio di questa trasmissione, va bene? Non hai il monopolio, quindi te le devi ascoltare per educazione, perché nessuno ti interrompe quando parli te, quindi per cortesia ascolta! […] Venerdì sera ero a Torino, io, per un evento… Son passato proprio davanti a casa tua, dall’altra parte, dalla parte delle Villa Reale, e sarebbe stato anche carino suonare il campanello e fare un saluto… Lo sai perché non l’ho fatto? Perché te l’avresti usato sicuramente contro di me, chissà cosa avresti inventato, perché questa è la tua vera natura, è bene che lo sai… Questa! […] E’ stato un periodo bellissimo, no? Abbiamo frantumato tutti per otto mesi, era bello, abbiamo sopportato offese, di tutto… […] Gente che veniva qui per me e che diceva ‘cosa stai a fare con quella vecchiaccia?‘… Io ti ho sempre difeso, ti ho sempre difeso! […] Io, non dire di no, ti ho sempre difesa, qui dentro e fuori! […] Gemma, non annoiamo più queste persone, Maria non ne può più, guarda! Maria non ne può più di questa storia… […] Gemma, questa storia non ne possono più nessuno… È stato un periodo bellissimo, io non ho rancore verso di te, capisci?”