Keep Calm and Love Coach: come conquistare Giorgio Manetti (e similari)

Di Chia - 10 aprile 2016 19:04:57

Trono over - Giorgio Manetti

Niente, oggi volevo scrivere di moda, lo giuro solennemente… poi sono incappata nella puntata di giovedì scorso del Trono Over e da allora non penso ad altro: come riuscire a fare innamorare Giorgio Manetti, e soprattutto gli uomini simili a lui. Perché io a vedere tutta questa orda di donne, di cui alcune pure decisamente notevoli, fare tutto quello che non va fatto per conquistare un uomo mi fa salire il veleno come poche cose.

Ora, un uomo come George capita a tutte di incontrarlo almeno una volta nella vita, anche lontano dagli studi Elios: in generale il mio consiglio è quello di fuggire il più lontano possibile da esemplari simili di volatili, ma se proprio vi incaponite ecco cosa fare e soprattutto cosa non fare.

Partiamo da una premessa: non credo di offendere nessuno quando dico che Giorgio è il classico uomo allergico a qualunque tipo di legame serio (ha sessant’anni, vive con la mamma e cerca una donna che non abbia figli, nemmeno se sono autonomi da anni e vivano in Alaska, e ci ha frantumato le pelotas con la storia di lui e della sua filosofia del volare libero come un gabbiano) che a parole dice di cercare l’amore, ma che di fatto punta solo a superare il caro vecchio Antonio Jorio in quanto a presenze in studio e a numero di donne rispedite al mittente.

Beh, se eliminiamo la variabile Uomini e Donne (e l’aggravante dell’età), di tipi come Manetti ne è piena l’Italia: non vi promettono niente, cercano emozioni e appena fate mezzo passo falso spariscono come i corteggiatori sgabellati del Trono Classico, senza un motivo valido e nessuna spiegazione.

Per l’elenco degli atteggiamenti da evitare vi basterà collegarvi al sito di Witty Tv, digitare Gemma Galgani e vedervi qualche puntata delle avventure dell’eroina torinese. Come vedete, nonostante Gems sia una gran bella donna (soprattutto dopo l’incontro con Giorgio, da quando sfoggia look degni delle migliori fashion blogger), colta, intelligente, priva di quei legami che il suo principe azzurro teme come la peste e sulla carta sarebbe perfetta, lui non la vuole. Sì, un po’ ci gioca, ma solo per ammiccare alle signore del pubblico e garantirsi il centro studio fino al 2017, per cui questo non lo teniamo in considerazione per una riflessione seria.

Se non volete rivedervi anni di pianti, lamenti, occhi sbrilluccicosi e bacetti umidi – e vi capisco! – vi riassumo tutto in poche parole: per conquistare un uomo come Giorgio non dovete essere polemiche, appiccicose, lamentose, bisognose di attenzioni e puntigliose.

Quando vedo Gemma – e mi dispiace davvero dire queste cose – mi sembra di vedere una ragazzina delle medie alle prese con le prime cotte e la bulla della scuola… assolutamente incapace di gestire la situazione. Ma se lei è da bocciare su tutta la linea, non va meglio con tutte le altre donne che ogni settimana sfilano in processione con l’intento di portare via il gabbiano dallo studio. Tutte lo lusingano, tutte lo riempiono di complimenti, tutte fingono di non volere un impegno e di voler vivere sull’onda dell’emozione del momento, ma tutte poi si lagnano se alla terza uscita lui non esterna il suo amore e non sceglie di smettere di vedere le altre… che poi è esattamente quello che faceva Gemma al netto degli sfoghi con la redazione e tutte le lacrime versate (con cui avremmo potuto risolvere il problema della desertificazione di alcune parti del mondo).

Certo, non è facile avere a che fare con la ex di quello che ti piace, sempre pronta a rompere le scatole, a parlare a sproposito, a guardarti male e ad interferire a ogni occasione, ma ignorarla con classe – invece di chiamarla in causa e fare paragoni – è sempre a mossa vincente.

Per il resto, con gli uomini come il Manetti bisogna giocare duro e allo stesso gioco. Loro non vi danno l’esclusiva? Voi, invece che pretenderla, uscite con altri. Loro si vogliono godere solo l’emozione del momento? Fatelo anche voi, poi spegnete il cellulare. Loro non vi danno spiegazioni? Voi non ne date a vostra volta e soprattutto non le pretendete. Insomma, toglietegli il coltello dalla parte del manico e iniziate a giocare al loro gioco e con le loro regole, ma tenete sempre presente che siete donne, per cui siete più intelligenti e scaltre. Fate in modo che sia la vostra prede a provare quel fastidio che i suoi atteggiamenti vi provocano, e vedrete come cambierà la situazione…

Ora io non so se Giorgio nello specifico cadrà nella trappola (per il momento mi dà l’impressione di essere troppo innamorato della lucina rossa per dedicarsi a un altro sentimento…), ma con il resto dei cialtroni sentimentali di solito è l’unica cosa che funziona davvero!

Per altri consigli di cuore, e non solo, vi aspetto come sempre su ChezMadeleine (che potete visitare cliccando QUI) e sulla mia pagina Facebook (che trovate QUI). Per le mamme, invece, l’appuntamento è su ChezMaman (QUI)! Alla prossima, Madeleine H.