Fattore M: spazio dedicato a Marco Mengoni. Il countdown finale per il #Mengonilive2016. #IoTiAspetto è doppio platino

Marco Mengoni

( rubrica a cura di Valentina P.)

Salve a tutti! E’ il caso di dire che ormai ci siamo. Tra 3 giorni parte ufficialmente il carrozzone del #Mengonilive2016, dopo svariati mesi di attesa. Per darvi l’idea, ieri mi stavo giustappunto chiedendo dove avessi messo i biglietti, dato che sono passati 6 mesi da quando li ho acquistati! L’attesa è febbrile, i fan sono in fermento, e lo staff sforna a ciclo continuo foto delle prove: sui profili ufficiali IG e Twitter di Mengoni&C. compaiono puntualmente foto di strumenti, sale prove, e bla bla bla. Uno stillicidio lento e implacabile, che rende ancora più lunghe queste ultime ore. E il Mengoni che dice? Che pensa? Come sta? Che spettacolo avrà allestito per questo mirabolante 2016? Da “TV Sorrisi e Canzoni”:
………………………….
Giornalista: «Cosa c’è di nuovo rispetto al tour dello scorso anno?»
Marco: «Ho la responsabilità, ma anche la fortuna, di avere un pubblico che non si accontenta. Per questo spero davvero di sorprenderli».
Giornalista: «Quindi non sarà una semplice ripresa del precedente ciclo di concerti?»
Marco: «No, no. Sono convinto che sarà proprio questo il “vero” tour del progetto cominciato più di un anno fa. Non voglio rovinarvi la sorpresa ma vi dico un paio di cose: si potrà interagire di nuovo con la mia app durante il live e canterò “Guerriero” in un modo…più forte che mai. Sarà molto più spettacolare».
Giornalista: «Ho l’impressione che ci divertiremo».
Marco: «È una promessa: sarete circondati d’amore, di luce e di Marco Mengoni!».
…………………………..
(QUI l’articolo completo). Insomma, per chi si aspettava una ripresa nel “solco” del #Mengonilive2015, ormai è confermato che Marco ha scelto di stravolgere lo show, per adeguarlo al suo mood di questo periodo. Come sempre da quasi 7 anni a questa parte.

Nemmeno a dirlo, i biglietti del tour sono andati letteralmente a ruba. Sul sito di TicketOne è tutto una serie di “Non disponibile”, intervallati da qualche posticino qua e là. L’ultima notizia riguarda il sold out della data campana di Eboli. Anche “Torino Sette”, inserto culturale de “La Stampa”, ha dedicato un articolo lusinghiero al nostro Marco, mettendo in risalto lo strepitoso successo di vendite del tour, con un altisonante titolo “Giù il cappello per Mengoni”:
……………………………
”Marco è un vincente. L’escalation del suo successo è impressionante, così come la sua capacità di mettere tutti d’accordo. Dal pubblico nazionalpopolare alle nuove leve dei network, dalla critica agli autori più raffinati, tutti apprezzano le qualità vocali e il senso della misura di questo ragazzo cresciuto in provincia di Viterbo per maturare a Roma e infine approdare a Milano, snodo essenziale per il business dello spettacolo. Ritornelli a presa rapida, incisioni in spagnolo per il mercato latino, grande appeal televisivo, versatilità pop, radici mai celate nella vocalità della black music. A sdoganarlo sul fronte dei buongustai della canzone d’autore ha provveduto un’elegante serie di interpretazioni inanellate nei soli sette anni di visibilità popolare. Non era semplice, reggere certi confronti. Eppure Marco è uscito non solo illeso, ma decisamente rafforzato, dall’impatto con «Meri Luis» e «Tu non mi basti mai» di Lucio Dalla, «Ciao, amore ciao» di Luigi Tenco, «Destra – sinistra» di Giorgio Gaber, «Io che amo solo te» di Sergio Endrigo. Lui dice di ispirarsi a David Bowie, Michael Jackson e Renato Zero, Dalla lo paragonò a PRINCE, Mina stravede per lui”.
……………………………

E a proposito di Prince, scomparso pochi giorni fa, Marco è stato tra coloro che hanno dedicato un pensiero al geniale artista di Minneapolis:

Facebook

E d’altronde, il legame tra il Mengoni e Prince è stato inevitabile sin dagli esordi della carriera del nostro ronciglionese, quando ai tempi di XFactor, Morgan gli affidò la cover di “Kiss”, dando vita a una performance assolutamente credibile e mooolto sensuale. Tanto per rinfrescarci la memoria, vi ripropongo una versione tratta da una manifestazione all’Alcatraz di 3 anni fa:

https://youtu.be/y3oL5Hd-mes

Prima di chiudere, mi tocca aggiornare il bollettino platini del nostro Marco. A 11 mesi dal lancio ufficiale, “Io ti aspetto” – terzo singolo estratto da “Parole in circolo” – ha conquistato la doppia certificazione di platino. A dimostrazione del fatto che i due ultimi album sono le facce della stessa medaglia e, in virtù di ciò, i rispettivi singoli scalano le classifiche assolutamente in contemporanea.

Alla prossima, Valentina